Rubrica Ambiente e mare Nautica n.469 del 05/2001

Numero 469 di Ambiente Mare, le notizie dai mari del globo a cura di Eleonora De Sabata, tratte dall’archivio della rubrica mensile della rivista Nautica

Rubrica Ambiente e mare Nautica n.469 del 05/2001

PROGETTO CERNIA

– L’Istituto per gli Studi sul Mare (ISM), in attività presso l’Acquario Civico di Milano dal 1997, avvierà a Pantelleria la sua prima importante campagna di ricerca sulla cernia bruna, specie simbolo di tutte le aree marine protette del Mediterraneo. Guidati da Angelo Mojetta e sotto l’egida del Comitato pro Parco Pantelleria, 50 ecovolontari, subacquei e snorkellisti, controlleranno in agosto i tratti di costa più lunghi e più prossimi alla superficie per segnalare la presenza di giovani esemplari di cernia. Lo studio seguirà le metodiche sino a oggi applicate dai ricercatori dell’istituto francese GEM (Groupe d’Etude du Mérou): monitoraggio dei fondi marini, individuazione e conteggio degli esemplari di cernie, fotoidentificazione, riprese video e schedatura degli esemplari mediante specifiche schede. Con il coinvolgimento dei pescatori locali, verranno prelevati campioni di pinne e scaglie per la determinazione dell’età degli individui pescati per consentire ad altri gruppi di ricerca l’analisi genetica della popolazione pantesca.

La ricerca, che andrà ad aggiungersi alle altre iniziative in atto per la promozione dell’isola, consentirà da un lato l’acquisizione di informazioni utili su una specie a rischio e, dall’altro, fornirà elementi di valutazione importanti per la futura zonazione del parco e la sua gestione.

Per ogni informazione contattare l’Istituto per gli Studi sul Mare, c/o Acquario Civico: viale Gadio 2; 20121 Milano; tel./fax 02 86451194; email: biomarina@tiscalinet.it; sito web www.acquariocivico.mi.it.

SQUALI CHE PASSIONE

– Dal 17 al 19 maggio la Fondazione Cetacea organizza a Riccione un corso sulla biologia degli squali. I relatori – Irene Bianchi, Marco Affronte, Simona Clò e Cristina Montanari – parleranno di biologia generale, dell’evoluzione, gli squali in Mediterraneo, la ricerca, le tecniche di studio; in programma una visita agli acquari del Delphinarium di Riccione per parlare del mantenimento in ambiente controllato. Il terzo giorno si farà anche una visita al mercato del pesce e, dopo aver parlato di anatomia e fisiologia, si procederà alla dissezione di un esemplare. Il costo è di 200.000 lire a persona; per i partecipanti sono state predisposte convenzioni con alcuni alberghi. Per informazioni: tel. 0541 69557; email cetacea@iper.net.

CALAMARO GIGANTE A GIBILTERRA

– E’ stato raccolto dai biologi dell’Università di Malaga il corpo di un calamaro gigante del genere Architeuthis. La carcassa, lunga un metro, era costituita dal solo corpo dell’animale; con i tentacoli sarebbe stato lungo cinque metri. Gli scienziati ritengono però che il calamaro gigante non viva nel nostro mare: questo esemplare probabilmente è finito accidentalmente nelle vicinanze dello Stretto. Più recentemente un altro calamaro gigante è finito nelle reti a strascico di un peschereccio australiano: dopo le analisi dei biologi dell’Università di Melbourne (nello stomaco sono stati rinvenuti pesci e altri calamari più piccoli) l’Architeuthis verrà esposto al pubblico.

LE CANZONI DELLE MEGATTERE CAMBIANO CON LA TEMPERATURA DELL’ACQUA

– Quanto lontano arriva un suono emesso sott’acqua? Dipende dalla temperatura dell’acqua. Così le megattere, le balene che più delle altre elaborano canzoni complesse e modulate, modificano il loro canto a seconda della temperatura del mare utilizzano frequenze più alte in acque fredde e frequenze più basse quando la temperatura si alza.

ALCUNI PESCI VEDONO A COLORI, MA NON COME NOI

– Secondo le più recenti ricerche del Vision, Touch and Hearing Centre dell’Università del Queensland, in Australia, la visione a colori dei pesci è spostata verso lunghezze d’onda relativamente corte, cioè verso il blu e il violetto. Questo significa anche che i pesci sono meno sensibili al rosso e al giallo di quanto lo siano i primati. Questa sensibilità diversa ci spiega anche perché molti pesci rossi si nascondano, di giorno, in anfratti della roccia e siano perfettamente al sicuro anche se noi riusciamo a vederli facilmente: i loro predatori, invece, non riescono a distinguerli dallo sfondo. D’altra parte, pesci con livree macchiate di blu o nero saranno ben più evidenti, mentre pesci come i pappagallo, con i fianchi solcati da bande colorate, sarebbero visibili solo a distanza ravvicinata: oltre un metro di distanza, le fasce diventerebbero troppo sottili da riconoscere e tutto il pesce si dissolverebbe in una macchia grigia.

UNA VISITA ALLA NAVE PUNICA DI MARSALA

-Sopravvisse alla prima guerra punica, la battaglia che oppose Romani e Fenici a ridosso delle isole Egadi; ma non alla furia del Mediterraneo che, subito dopo, la fece colare a picco nelle vicinanze di Marsala. Così la nave da guerra punica, completa di rostro, rimase a riposare sotto il fango fino al 1969, quando fu riscoperta durante i lavori di dragaggio del porto e successivamente riportata alla luce, secondo le tecniche più avanzate dell’archeologia subacquea, sotto la guida di Honor Frost. La nave è conservata nel museo archeologico regionale “Baglio Anselmi” di Marsala; in esposizione anche i pochi manufatti rinvenuti sulla nave, che ci aiutano a comprendere meglio lo stile di vita dei navigatori più esperti del Mediterraneo. Museo Archeologico Regionale “Baglio Anselmi”, lungomare Mediterraneo, Marsala (TP), tel. 0923 952535.

CAVALLUCCI MARINI

– Prosegue nell’estate 2001 la “Missione Hippocampus Mediterraneo”, il censimento di cavallucci marini condotta dai subacquei ricreativi sotto il coordinamento dell’Underwater Life Project della Scuba Schools International; responsabili della campagna: Stefano Goffredo, Corrado Piccinetti e Francesco Zaccanti dell’Università di Bologna. In due anni sono state raccolte 4.786 schede: in 3.297 ore di immersione i subacquei hanno potuto osservare ben 2.272 cavallucci. Delle due specie mediterranee, la H. ramulosus è quella incontrata più di frequente (64% delle osservazioni) Per prendere parte alla campagna di avvistamento contattate la SSI, via Bergami 4; 40133 Bologna; tel. 051 383082.

PACIFICO: DA 130.000 ANNI MAI COSI’ CALDO COME IN QUESTO SECOLO

– Lo affermano i ricercatori dell’Università della California che hanno analizzato i coralli fossili della penisola di Huon nella Papua Nuova Guinea. Studiando le formazioni coralline emerse – in questa regione la linea di costa si innalza di due metri ogni mille anni, tanto che sulle cime dei rilievi montuosi sono visibili coralli fossili vissuti 250.000 anni fa – i ricercatori hanno potuto risalire al clima delle ere passate e valutarne i mutamenti a partire da 130.000 anni fa. “Nell’intervallo di tempo prescelto” ha affermato David W. Lea in un articolo apparso su Science Magazine “si sono verificati 14 cicli climatici di 20-100 anni l’uno. I dati indicano che l’aumento della temperatura delle acque del Pacifico centro-meridionale non ha mai raggiunto i valori registrati in questi ultimi cento anni”.

Gli altri articoli disponibili in linea
Anno 

 Gen

 Feb

 Mar

 Apr

 Mag

 Giu

 Lug

 Ago

 Set

 Ott

 Nov

 Dic

1997 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428
1998 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440
1999 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452
2000 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464
2001 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476
2002 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488
2003 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500
2004 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512
2005 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524
2006 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536
2007 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548
2008 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560
2009 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572
2010 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584
2011 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596
2012 597 598 599 600 601 602 603

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.