Mute Umide

Disponibili in una ampia gamma di modelli e colori, le mute umide sono generalmente realizzate in schiuma di neoprene con uno spessore variabile dai 3 ai 9 millimetri.
Più spesso è il neoprene, maggiore è l’isolamento termico. Della muta in genere si apprezza sempre la morbidezza, tuttavia una muta per durare a lungo ed isolare bene deve essere abbastanza pesante, quindi meno morbida.

E’ importante che la muta sia della giusta taglia, per evitare l’entrata di un’eccessiva quantità d’acqua. Esistono vari tipi di mute umide: il monopezzo, lo “shorty” (muta a corpetto), il “Farmer John” (in due pezzi, una salopette ed una giacca con cappuccio incorporato).

Le mute sono foderate sia all’interno che all’esterno, poiché hanno maggiore durata ed una migliore vestibilità, ma minore elasticità. Le mute per apnea talvolta sono ancora foderate da un solo lato (esterno), poiché il neoprene sfoderato aderisce bene al corpo e protegge maggiormente dal freddo; questo perché l’apneista passa in acqua un tempo maggiore del subacqueo con autorespiratore.

Per i più freddolosi le mute umide sono diventate “semistagne”, ovvero dispongono di chiusure efficaci a polsi, caviglie e collo e presentano cerniere stagne; in questo modo sono senza dubbio più calde delle umide. Tutte le mute dovrebbero essere dotate di cappuccio, incorporato o separato che sia.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.