Pinne Ara

Le pinne, aumentando la superficie del piede, rendono la propulsione delle gambe più efficace.

Ne esistono due tipi: a “scarpetta chiusa” nelle quali si infila tutto il piede, ed “a scarpetta aperta” che ne lascia scoperta la parte posteriore ed è provvista di un cinghiolo al tallone.

Con quest’ultimo modello è possibile utilizzare calzari con suola rigida. È questo il tipo preferito oggi dai subacquei con autorespiratore. Poiché devono permettere di pinneggiare per lunghi periodi, è importante che aderiscano bene al piede, senza stringerlo troppo per evitare dolori o crampi.

Le pinne si differenziano molto per tipo, forma e materiale. Le pinne per ARA devono conferire una buona spinta. La nuova tendenza è quella delle pinne a fessura centrale.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.