LAND ROVER È AL FIANCO DI SIR BEN AINSLIE NEL MANTENERE LA GIUSTA ROTTA IN COPPA AMERICA

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali
  • L’imbarcazione britannica dispone di una ruota della timoneria realizzata su misura da Land Rover
  • I “paddle” sulla ruota timone sono stati realizzati seguendo la sagoma delle dita di Sir Ben Ainslie, per un fit perfetto.
  • Il nuovo design contribuisce a far raggiungere più rapidamente la velocità di punta alla R1, l’imbarcazione da gara di Land Rover BAR.
  • Il 26 maggio ha inizio la sfida britannica, mirata ad una vittoria sognata da 166 anni.

 

Maggio 2017 – Bermuda. Per sostenere l’impegno di Sir Ben Ainslie nelle gare di Coppa America, Land Rover ha fuso insieme la tecnologia della nuova Discovery ed una personalizzazione esclusiva.

Gli ingegneri Land Rover hanno creato un esemplare unico di ruota del timone, con paddle sagomati in modo da adattarsi alla perfezione alle dita di Sir Ben – affinché il leggendario olimpionico disponga di un perfetto controllo durante le gare della Coppa America, il più antico trofeo sportivo del mondo.

La ruota consente a Sir Ben, di “volare” alla massima velocità possibile, regolando le derive dell’imbarcazione con la massima precisione possibile. Sir Ben può sollevare le 2,4 tonnellate della R1, l’imbarcazione da gara di Land Rover BAR, con un semplice tocco delle dita.

Come l’ala solleva un aereo, così i foil sollevano la barca dall’acqua. La ruota Land Rover dirige l’imbarcazione a destra o a sinistra come fa il volante di un’auto, mentre i paddle ne controllano l’altezza sull’acqua regolando la portanza delle derive.

Dichiara Sir Ben Ainslie: “Non si tratta solo di un eccellente lavoro di progettazione ed ingegneria, ma di un capolavoro di artigianato. I comandi sono intuitivi e scorrevoli, la sensibilità ed il feedback assolutamente corretti. Questo fa davvero la differenza nel controllo della R1”

Gli ingegneri Land Rover della Divisione Human Machine Interface hanno lavorato 18 mesi alla realizzazione della ruota che solleverà la R1 sull’acqua a velocità che superano i 50 nodi.

Dichiara Tony Harper, Director of Research di Jaguar Land Rover: “Abbiamo trasferito all’imbarcazione da gare tutta la nostra esperienza e le tecnologie sviluppate per la Nuova Discovery.

“Il sistema di paddle sviluppato per Land Rover BAR ha le sue radici nei paddle del cambio al volante che i nostri clienti usano giornalmente. Aggiungendo i calchi personalizzati delle dita di Sir Ben, abbiamo realizzato un meccanismo in grado di sollevare l’imbarcazione sulle derive, incrementandone l’efficienza in acqua e, di conseguenza, la capacità di raggiungere più rapidamente la velocità massima.”      

Richard Hopkirk, Engineering Manager di Land Rover BAR, dichiara: I nuovi e funzionali comandi Land Rover, progettati secondo criteri di affidabilità e innovazione, offrono a Sir Ben ed al suo team una risorsa mai vista prima in Coppa America.

“Si tratta di un componente tecnologico di grande importanza a bordo – la connessione fra Sir Ben e la barca. Sono veramente grato agli ingegneri Land Rover per la loro stretta collaborazione con il nostro Team, e per aver curato lo sviluppo di un design così efficace ed efficiente.”

Avendo vinto le Louis Vuitton America’s Cup World Series, Land Rover BAR inizierà le qualificazioni con un vantaggio di due punti sugli altri concorrenti. La sfida del Team per la conquista della Coppa America inizierà venerdì 26 maggio contro la svedese Artemis Racing.

 

Per ulteriori informazioni: www.media.landrover.com

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.