Dispiaceri in mare

Esperienze di bordo:, storie di viaggi, crociere in mare o sul lago raccontate direttamente dai lettori di Nautica..

DISPIACERI IN MARE

Testo di Massimiliano Donati
Pubblicato su Nautica 522 di ottobre 2005

Vi voglio raccontare una spiacevole avventura che mi è capitata questa estate e spero che non succeda mai a nessuno, soprattutto a chi come me ama e vive il mare.

Sono da anni un gommonautica e come sempre quando arriva il periodo delle ferie mi organizzo il campeggio nautico con un King 600 Nuova Jolly motorizzato con 150 CV Evinrude. Quest’anno era prevista l’isola d’Elba!

Sabato 21 agosto ore 08,00.

Nella notte fra il 20 e 21 si alza un vento di ponente con raffiche da 30 a 50 nodi; di prima mattina leggo le previsioni che danno vento in aumento e mare molto mosso forza 7. Dopo aver passato la notte in balia del vento su una banchina di transito sopra vento cerco di ripararmi e trovo un ormeggio sotto vento davanti alla Guardia Costiera. Chiedo il permesso a un pescatore che gentilmente mi fa ormeggiare. Con una battuta mi chiede “ma dove andate oggi con quel mare?!”. Appena ormeggiati esce fuori il capitano del porto che mi dice di lasciare libero quel posto. Chiedo il motivo, mi viene risposto che il posto è riservato per i pescatori locali, noto lo sguardo incredulo del pescatore locale, ma tant’è.

Chiedo gentilmente dove posso passare la notte. In pieno agosto le barche sono già in 4a e 5a fila, e in rada non si sta fermi dal vento, il capitano mi indica di andare in 5a fila.

Cerco e ricerco invano, e il vento aumenta, un velista mi indica un “buco” preciso per il mio gommone. Perfetto, ormeggio grazie all’aiuto del velista, che aveva visto tutta la scena.

Mi tranquillizzo. Il “buco” però è segnalato con delle strisce gialle che delimitano ormeggi per battelli turistici, ma i battelli sono fermi per il mare grosso, quindi non disturbavo nessuno.

Chi arriva dopo 5 minuti? Sì proprio la Guardia Costiera, dovevo lasciare il posto libero e levare di nuovo l’ormeggio. Dopo una lunga discussione chiedo gentilmente il motivo, la risposta è stata “posto riservato ai locali”. Per non avere discussioni ulteriori lascio l’ormeggio e riprovo ad andare dove avevo passato la notte, intanto il vento era in aumento e il mare stava entrando in porto… Chiedo ormeggio al club velico ma era tutto esaurito! Dopo circa 5 ore di manovre, alle 14,30, mentre quando in porto nessuno vi stava più fermo dal vento, ritorno dalle autorità portuali “Guardia Costiera”, che finalmente mi fanno ormeggiare per la notte, lì proprio lì, accanto al pescatore di 5 ore prima, chiedo spiegazione e mi viene risposto “mare in aumento con vento, nessuno può uscire” io rispondo “ma le previsioni non bisogna leggerle la mattina?”…

Fate voi i commenti.

Scusate se mi sono dilungato, ma volevo farvi partecipi di un’esperienza negativa avvenuta con le autorità portuali dopo anni che giro tutti i porti, sono rimasto molto deluso, spero che a nessuno di voi possa capitare ciò.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.