VERSILIA YACTHING RENDEZ-VOUS: NASCE IL NUOVO EVENTO DELLA NAUTICA D’ECCELLENZA

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali

Dall’11 al 14 maggio a Viareggio il primo appuntamento internazionale dedicato all’alto di gamma apre la stagione nautica 2017.

Per quattro giorni nelle darsene del primo distretto nautico del mondo, le eccellenze della cantieristica e della filiera di qualità accoglieranno amanti del mare, operatori e visitatori dando vita ad un’esperienza espositiva assolutamente inedita.

Eventi diffusi in Versilia per valorizzare qualità e creatività del Made in Italy: design, food, arte e moda

tavolo relatori

 Viareggio, 10 marzo 2017 – Si svolgerà dall’11 al 14 maggio a Viareggio la prima edizione del Versilia Yachting Rendez-vous, il nuovo appuntamento internazionale dedicato alla nautica dell’alto di gamma. (www.versiliayachtingrendezvous.it)

L’evento è stato presentato oggi a Viareggio dagli organizzatori – Fiera Milano con il supporto del Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana – e da Nautica Italiana, partner strategico. Alla presentazione sono intervenuti il Sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro, e il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi.

Versilia Yachting Rendez-vous nasce con l’intento di valorizzare le potenzialità dell’industria nautica d’eccellenza che, proprio in Toscana e in Versilia, ha un forte insediamento e una consolidata tradizione, in cui progettualità, tecnologia e alta qualità artigianale si coniugano in un territorio riconosciuto nel mondo per la bellezza, l’arte, l’accoglienza e l’italian lifestyle.

Nelle darsene di Viareggio, in uno specchio acqueo di quasi 50 mila metri quadrati, un centinaio di magnifiche imbarcazioni di medie e grandi dimensioni, espressione della migliore cantieristica italiana e internazionale, costituiranno il nucleo della manifestazione. Nell’originale cornice del distretto nautico toscano, viva e operativa fabbrica a cielo aperto, un’area totale di 110 mila metri quadrati accoglierà per quattro giorni visitatori, amanti del mare e operatori nel primo Rendez-vous, che apre la stagione nautica 2017.

A fianco alle imbarcazioni in acqua, il percorso espositivo si svilupperà in quattro aree tematiche, dedicate a selezionati operatori legati alla grande nautica: “Tender&Toys” ospiterà produttori di tender tecnolgici e altre soluzioni “leisure” per i grandi yacht; “Italian Coast Excellence” raccoglierà l’offerta dei servizi di qualità nautici e turistici dedicati agli ospiti dei super yacht; nel “Superyacht Marina” si presenteranno i porti turistici che offrono strutture e servizi di qualità espressamente dedicati alle unità di grandi dimensioni; “Superyacht Equipment and Component” riunirà in modo innovativo e inedito una selezione di produttori di accessori e componenti dedicati ai super yacht.

L’evento, ideato e fortemente voluto da Nautica Italiana, è organizzato da Fiera Milano in collaborazione con il Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana, con il sostegno e il supporto di Regione Toscana e Comune di Viareggio, con l’intento di coinvolgere tutto il comparto e le associazioni di settore nazionali ed internazionali. Grande ruolo di accoglienza avrà tutto il territorio della Versilia, con i suoi Comuni, che saranno palcoscenico e cornice degli eventi che animeranno le giornate del Versilia Yachting Rendez-vous.

“Viareggio ha molte risorse, ma soprattutto ha il mare: da un lato il turismo e la ricezione, dall’altro il porto con la cantieristica. A questi due grandi temi si lega tutto il resto: dal commercio all’artigianato di altissimo livello. Perché i viareggini hanno un’arma segreta: la creatività”, ha dichiarato Giorgio Del Ghingaro, Sindaco di Viareggio. “Questa fantasia indomabile, che li ha accompagnati sempre lungo il corso della loro storia e che ha portato, tra le altre cose, all’invenzione delle barche più belle del mondo che qui coniugano come in nessun altro posto, eleganza e innovazione. Qui le barche non si vendono solamente: si fanno. In eventi come questi leggo la voglia di andare avanti, di guardare al futuro e allo stesso tempo la volontà di non perdere i punti di riferimento. Ringrazio quindi la Regione, gli organizzatori, le aziende che parteciperanno. Viareggio ha nel cuore grandi possibilità di sviluppo: basta crederci e lavorare sodo per realizzarle. Sono qui, in questa strada, davanti a queste darsene, il cuore e le radici della Viaregginità più vera e autentica. Da qui era inevitabile ripartire”.

“Siamo lieti di supportare il Versilia Yachting Rendez-vous, un evento di profilo e apertura internazionale, innovativo nei contenuti e nel format in grado di valorizzare le eccellenze nautiche e che punta al coinvolgimento diretto del territorio” ha dichiarato Vincenzo Poerio, presidente del Distretto della nautica e della portualità toscana. “Il paragone costante con il contesto internazionale genera un positivo confronto. La crescita è tangibile: il mercato degli yacht sopra i 50 metri ha registrato un incremento del 6% nell’anno passato. Una tendenza che coinvolge direttamente Viareggio, da dove proviene una parte considerevole del fatturato complessivo dei mega yacht, grazie alla presenza di una decina di super brand internazionali e di oltre 1400 imprese. Su circa 400 imbarcazioni, circa 100 sono state costruite da cantieri che hanno sede a Viareggio: vale a dire il 25% del totale mondiale. Viareggio e la Toscana rappresentano il distretto produttivo dei grandi cantieri costruttori di yacht esportati in tutto il mondo. Alcuni dati, estrapolati dal Global Order Book 2016, le riconoscono un ruolo da vera e propria potenzia mondiale del settore. Per tutti questi motivi, appare logico e necessario che venga organizzata una rassegna come il Versilia Yachting Rendez-vous che evidenzi le potenzialità dell’industria del settore in un periodo stagionale adeguato rispetto anche al calendario della nautica italiana e internazionale. Appare altrettanto naturale che la scelta vada su Viareggio, uno degli insediamenti più importanti dell’industria nautica globale e internazionale”.

“Sono convinto che il nostro Paese debba avere un’eccellenza fieristica in ogni campo in cui vanta un’eccellenza produttiva” dichiara il presidente di Fiera Milano, Roberto Rettani. “Fiera Milano è presente con le sue manifestazioni nei settori merceologici chiave del made in Italy, dalla moda all’arredo, dal turismo fino al food&beverage. Da quest’anno avremo anche la nautica e siamo pronti a organizzare un evento davvero unico per il comparto. Abbiamo concretamente fornito ai partner della manifestazione tutta la nostra professionalità nell’organizzazione e gestione dei grandi eventi fieristici al fine di garantire un appuntamento internazionale con le caratteristiche vincenti che tutti ci aspettiamo”.

“Siamo felici. È una giornata molto importante per la nautica: nasce un nuovo evento dedicato alla produzione nautica internazionale, espressione dell’eccellenza del “saper fare”. Se è vero che ogni imbarcazione è uno scrigno di conoscenze, tecnologie, abilità, creatività, estetica, passione, al Versilia Yachting Rendez-vous si assisterà ad uno spettacolo eccezionale, che negli anni darà ulteriore forza all’intero settore e costituirà un’opportunità unica per la Versilia e soprattutto per Viareggio sarà una spinta per consolidare la sua vocazione di Yachting City nel mondo” ha dichiarato Lamberto Tacoli, Presidente di Nautica Italiana. “Siamo soddisfatti che Nautica Italiana contribuisca all’avvio di questo nuovo progetto, che amplia in modo complementare l’offerta espositiva per il nostro Paese. Con queste permesse Versilia Yachting Rendez-vous vuole rispondere all’esigenza di novità e di innovazione del comparto in una logica di trasversalità e di contaminazione con il territorio”.

“La Regione ha aderito volentieri all’idea di organizzare un appuntamento di rilievo internazionale capace di valorizzare il meglio della produzione cantieristica toscana e sosterrà con convinzione questa iniziativa. E non poteva essere altrimenti, vista la rilevanza che il settore toscano della nautica ha nel panorama nazionale e internazionale” dichiara Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana. “Nella nostra Regione lavorano 15.000 addetti, oltre un terzo di quelli italiani, impiegati da 2.900 imprese attive lungo l’intera filiera, dalla costruzione, al refitting, dai servizi, al turismo. Il fatturato, con i suoi 1,5 miliardi di euro, rappresenta il 45% di quello italiano del settore e un quarto dei megayacht che solcano i mari del mondo sono prodotti in Toscana. Sono questi i numeri della nostra eccellenza e mi pare naturale che la Versilia, cuore pulsante di questo distretto produttivo d’eccellenza, ospiti un evento che ne valorizzi le caratteristiche, i prodotti e l’abilità imprenditoriale e manifatturiera dei suoi addetti. Diamo dunque un grande benvenuto, al Versilia Yachting Rendez-vous, leva efficace per far crescere ancora questo settore”.

Parte integrante del Versilia Yachting Rendez-vous saranno gli eventi, programmati sia all’interno che all’esterno della manifestazione, con l’obiettivo di contaminare il territorio. Ognuna delle quattro giornate svilupperà un tema dominante: il design (giovedì 11 maggio), l’eccellenza gastronomica (venerdì 12 maggio), l’arte (sabato 13 maggio) e la moda (domenica 14 maggio).

Nella costruzione del programma degli eventi è coinvolta Fondazione Altagamma, che rappresenta l’alta industria culturale e creativa del Paese e a cui Nautica Italiana è affiliata.

La prima edizione del Versilia Yachting Rendez-vous si svolgerà nella darsena di Viareggio dall’11 al 14 maggio e sarà visitabile dal giovedì al sabato dalle ore 11 alle ore 21,30 e domenica dalle ore 11 alle ore 18.

Appuntamento al Versilia Yachting Rendez-vous!

 

IL MERCATO DELLA NAUTICA E L’INDOTTO DEI SUPERYACHT

Secondo una ricerca di Deloitte e Altagamma condotta nel 2016, il mercato mondiale della nautica di nuove imbarcazioni vale 19 miliardi di euro, evidenziando un trend di crescita.

In particolare, per quanto riguarda il segmento dei Superyacht, imbarcazioni oltre i 24 metri di lunghezza che vedono l’Italia tra i leader mondiali da più di 15 anni, il mercato globale continua a segnare una leggera crescita; infatti sulla base del Global Order Book, report annuale elaborato dalla rivista americana Boat International, nel 2017 sono 760 i progetti in costruzione, cinque in più rispetto al 2016, con una lunghezza media di circa 41 metri.

Secondo i calcoli elaborati da Deloitte sulla base dei dati 2014 dei principali operatori globali, 14 miliardi di euro è la stima del mercato dell’usato e 1 miliardo è il valore globale dei settori Refit&Repairs e del Superyachts Charter.

A livello complessivo l’Italia è prima produttrice globale di unità da diporto a livello europeo con un valore della produzione cantieristica nel 2016 di 1,8 miliardi di euro pari al 10% del valore globale, superando Regno Unito (6,9%), Olanda (6,5%), Germania (6,4%) e Francia (5,7%).

Nel segmento dei Superyacht, l’Italia è produttore leader a livello mondiale per numero di unità in costruzione. Tre cantieri italiani sono in testa alla classifica internazionale per numero di progetti, ben 48 sono i marchi italiani inclusi nella classifica.

In questo contesto il Distretto Nautico Toscano si distingue come leader mondiale, con particolare riferimento al comparto dei mega yacht, che comprende le unità che superano i 50 metri di lunghezza. Sul territorio sono infatti oltre 1400 le imprese attive e 10 sono i cantieri costruttori con brand internazionali. Su 400 imbarcazioni di oltre 50 metri, circa 100 sono state costruite da cantieri con sede a Viareggio, ovvero il 25% della produzione mondiale.

Il settore economico legato alla nautica, in particolare dei Superyacht, comprende una grande varietà di attività, professioni e mestieri, dall’industria, al Refit & Repairs e al turismo.

La consistenza della flotta dei Superyacht è stimata in oltre 5000 unità di lunghezza superiore ai 30 metri, ma la previsione è ancora di crescita. Il Mediterraneo si conferma il mare preferito dagli armatori di mega yacht: nel periodo estivo la presenza di grandi unità da diporto è pari al 70% della flotta, percentuale che cala, di poco, solamente nei mesi invernali con il 63% delle presenze. Questi dati sono significativi per l’indotto che creano sul territorio, sia per spese operative sia per attività turistiche.

A livello di spese operative, il mercato generato dai maxi yacht vale a livello mondiale circa 6 miliardi di euro all’anno; di questi circa 600 milioni vengono spesi solo per attività di manutenzione e riparazione.

A livello di traffico, nel 2016 sono state 7500 le toccate di grandi yacht sulle coste del nostro Paese, in evidente crescita rispetto alle 6800 registrate l’anno precedente.

Per quanto riguarda l’indotto turistico creato dai charter yacht si stima che sul territorio il valore generato si attesti sui 6,70 milioni di euro all’anno, con un indotto di oltre 250 posti di lavoro per unità. Tale evidenza conferma quanto la grande nautica giochi un ruolo importante nell’offerta del turismo di lusso.

 

 

 

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.