Bambini in crociera alle Maldive

Esperienze di bordo:, storie di viaggi, crociere in mare o sul lago raccontate direttamente dai lettori di Nautica..

BAMBINI IN CROCIERA ALLE MALDIVE

Testo di Martino Motti
Pubblicato su Nautica 556 di Agosto 2008

Tommaso ha sei anni e mezzo ed è la prima volta che compie una trasvolata intercontinentale, nove ore passate bene tra giochi al monitor personale, pasti e un pò di dormita. L’arrivo previsto a Male purtroppo è slittato di tre ore. Scendiamo dall’aereo e un caldo umido ci si appiccica addosso, ma Tommy è eccitato e contento.

Siamo fuori, ci imbarchiamo subito sul dhoni che ci porterà sul Conte Max, in attesa nella laguna vicina. Tommaso è stupito nel vedere i maldiviani così scuri di carnagione che parlano una lingua incomprensibile e che salgono e scendono da barche in legno con prua alta, curva a slanciata. Finalmente arriviamo sul Conte Max, lo yacht di 33 metri largo 10 in esclusiva Albatros Top Boat.

Tommaso scrive un primo pensiero: “Caro diario, sono andato per la prima volta sul Conte Max che è un grande yacht: c’era il bar, le colonne di cocchi e c’era il massaggiatore e i cuochi poi dove si prendeva il sole. Poi alla sera si mangiava soltanto pesce, riso, ananas e papaia”.

La barca è spaziosa, ha 4 cabine triple e 4 doppie, due ristoranti, tre solarium, il negozietto per lo shopping, il bar e l’angolo SPA con massaggi ayurvedici. Per la subacquea naviga accanto un dhoni attrezzato e un dinghy è a disposizione per le discese a terra. Si salpa praticamente subito alla volta di Male Sud, l’atollo che si trova immediatamente a sud della capitale.

Bastano due ore per arrivare all’isola di Gulhi, dove ormeggiamo per la notte. Un bagno non ce lo toglie nessuno e Tommaso ride felice quando scopre che l’acqua è quasi a trenta gradi. Chiediamo di provare subito uno snorkeling al vicino reef, così ci viene organizzato al volo il dinghy con un accompagnatore che ci porta nel punto migliore. La luce del sole al volgere del tramonto scalda i toni del fondale corallino e riusciamo a vedere parecchi pesci di barriera, Tommaso è felice e racconta: “…ho visto il pesce chirurgo, il farfalla a righe gialle e nere, ho visto il pesce pagliaccio, i carangidi argentati e persino quattro barracuda. Il mare alle Maldive è bello, affascinante e divertente”.

Il giorno dopo ci immergiamo sul relitto di Gulhi, che offre parecchio colore e belle strutture. Si riparte per arrivare dopo un’ora e mezza a Fotteyo, già nell’atollo di Felidhoo, qui ci ormeggiamo per la notte e ci immergiamo nella pass, troviamo una parete verticale movimentata da cigliate tutte ricoperte da alcionarie bianche e arancioni, lunghi coralli a frusta e rami di corallo nero. Il pesce è abbondante, con trigoni, pesci napoleone, pelagici e qualche piccolo squalo pinna bianca. L’atmosfera è rilassata e stimolante al tempo stesso. L’indomani sondiamo i fondali di Felidhoo immergendoci a Fushikandu, a Golden Wall e Ambaraa Thila. Le prime due offrono incontri con molto pesce e una piacevole ricchezza di fondale.

Ad Ambaraa, Tommaso ha la sua prima esperienza con le bombole, si è vestito di tutto punto imitando i grandi e così scriverà: “Caro diario, oggi ho fatto un’immersione e mi sono messo la muta, il jacket, la maschera, le pinne e l’erogatore e mi sono tuffato dalla barca e sono sceso giù nel blu fino a quattro metri. Questa attività è stata la più bella della mia vita e spero di tornare un’altra volta qui alle Maldive”. Seguono due giornate ancora a Felidhoo con ottime immersioni a Rakeedoo, Myaru Kandu, Alimatha in notturna, Kunavashi e Kudi Bolhi.

Nel frattempo le attività di diving sono intervallate da discese sulle isole di pescatori e isole deserte per conoscere la gente locale e scoprire come vivono. Tommaso ha regalato alcune penne ai bambini di Rakeedo entrando così subito a giocare con loro, così racconta: “Sull’isola dei pescatori mi è piaciuto giocare a pallone con i bambini dell’isola ed ero felice perché ho scoperto un nuovo posto bello e un bambino si è arrampicato su una palma per prendere il pallone. Poi alla fine io ho regalato delle penne e loro mi hanno dato un cocco, una signora me l’ha tagliato, un signore mi ha invitato a casa sua e ho bevuto il cocco fresco, mi è piaciuto perché sapeva di cocco. I bambini mi hanno fatto giocare a un gioco strano che non conoscevo e mi è piaciuto perché si correva a piedi nudi sulla sabbia al tramonto”.

Il penultimo giorno ci porta a Male Sud dove ci immergeremo a Kandooma Thila e Gooraidhoo Pass, due immersioni eccezionali ed emozionanti, con incontri ravvicinati con squali grigi, mante, trigoni, barracuda, cernie giganti e montagne di pesce di barriera e pelagico. A Gooraidhoo, Tommy incontra per la prima volta le mante: “Tutti urlano le mante, le mante!… alla fine ci siamo buttati in acqua e lì abbiamo visto le mante girare intorno con i pesci, le mante erano gigantesche e si avvicinavano e io volevo avvicinarmi ancora di più per cercare di toccarle. Avevano una bocca fatta come due colonne, erano nere e sembrava che volassero nell’acqua, erano un pò spaventose perché non le avevo mai viste”.

L’ultima immersione della crociera è fatta a Paradise Manta Point, nell’atollo di Male Nord: un’estasi, a 16 metri di profondità, di fronte ad almeno 7 mante che volteggiano incuranti nella calda acqua maldiviana. L’ultimo giorno è dedicato alla visita di Male, la capitale, interessanti il mercato del pesce, quello delle spezie, della frutta e verdura e i dhoni che si affollano per caricare mercanzie.

Per organizzare la crociera www.albatros.com Albatros Top Boat è un tour operator che organizza crociere e vacanze in resort con la possibilità di scegliere diverse barche e strutture a terra. Si ringrazia la Cressi Sub per le attrezzature gentilmente fornite per la realizzazione del viaggio.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.