Ancora tre medaglie per l’Italia alla Delta Lloyd Regatta di Medemblik

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali
Risultato da incorniciare per Silvia Zennaro che sale sul podio nel Laser Radial
Bronzo nell’RS:X per Matteo Evangelisti e nel 470 per Matteo Capurro e Matteo Puppo 
Si è conclusa ieri a Medemblik la Delta Lloyd Regatta, tradizionale regata delle classi olimpiche, tappa del circuito Eurosaf: tre medaglie di bronzo per la squadra italiana, un risultato che arriva a pochi giorni dalle sei conquistate agli Europei 470 e RS:X. A salire sul podio è stata Silvia Zennaro con il bronzo nel Laser Radial, dietro alla giapponese Manami Doi e all’olandese Marit Bouwmeester, rispettivamente al primo e secondo posto. Giunto alla 33ma edizione, l’evento ha visto scendere in acqua nel singolo femminile le migliori atlete in campo internazionale, fra cui proprio la padrona di casa Bouwmeester, medaglia d’oro a Rio 2016 e d’argento a Londra 2012. Per Silvia Zennaro quello della Delta Lloyd Regatta è un risultato da incorniciare: dopo una settimana caratterizzata da temperature tropicali, condizioni meteo sempre diverse e giornate in acqua che sembravano non finire mai, oggi l’atleta di Chioggia si è presentata alla medal race con la pettorina rossa, ma con poche possibilità di poter mantenere la posizione: una scena già vissuta di recente alla tappa di World Cup di Hyeres dove l’atleta delle Fiamme Gialle aveva chiuso la fase di qualificazione in terza posizione, chiudendo la medal race solo all’ottavo posto. Questa volta è andata diversamente: Silvia, allenata dal tecnico nazionale Egon Vigna, ha condotto la sua medal nel migliore dei modi, tagliando l’arrivo al secondo posto e conquistando così un gradino sul podio. Meno agguerrita, ma non meno importante, la sfida nella tavola olimpica dove l’Italia si è presentata sulla linea di partenza con cinque giovani atleti (Camboni e Benedetti erano impegnati sul Garda per una sessione di allenamento e un attività di preparazione fisica) fra i quali si è distinto il civitavecchiese Matteo Evangelisti, anche lui medaglia di bronzo. Ad aggiudicarsi l’oro, con una serie di primi posti, è stato l’olandese Dorian van Rijsselberghe, non nuovo a queste performance (vinse i Giochi di Londra 2012 con 7 primi su 10 regate). Nel 49er buona la prestazione di Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (C.C. Aniene), che hanno chiuso la regata internazionale in quinta posizione, e dell’equipaggio Jacopo Plazzi e Andrea Tesei (C.C. Aniene) giunti al nono posto nella regata che li ha visti per la prima volta insieme nel doppio acrobatico. Nel 470 partecipazione contenuta nei numeri, ma con un bronzo che si tinge di azzurro grazie a Matteo Capurro e Matteo Puppo (Yacht Club Italiano). Nella classe Laser a regatare per il tricolore sono stati Marco Benini (C.C.Aniene), Zeno Gregorin (SVOC), Nicolò Villa (C.V. Tivano), tre atleti del progetto transizione FIV, seguiti dal tecnico nazionale Alp Alpagut. Prossimo appuntamento sarà la World Cup a Santander dal 4 all’11 giugno.

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.