LA GUARDIA COSTIERA PARTNER UFFICIALE DELLA 50.A EDIZIONE DELLA BARCOLANA

PRONTO IL GRANDE PROGETTO DI SENSIBILIZZAZIONE SUI MELANOMI, LA RICERCA SCIENTIFICA CHE VEDRA’ PROTAGONISTA LA PELLE DEI VELISTI

BARCOLANA ZERO IMPACT: OGGI ACEGAS-APS-AMGA HA ORGANIZZATO LA GIORNATA DI FORMAZIONE DEGLI STUDENTI “AMBASCIATORI DELLA DIFFERENZIATA”

 

IN SINTESI: Giornata di Bora, oggi a Trieste, in attesa di Barcolana 50 e dell’inizio degli eventi collegati, in calendario a partire da venerdì 5 ottobre. Iscritti a quota 921, e ieri ha formalizzato la propria partecipazione anche il NIBBIO di Pietro Barcia, l’unica barca presente a tutte le edizioni della Barcolana. A Capodistria presentata nei giorni scorsi la “Reloaded Edition” di Maxi Jena: lo scafo si chiama adesso Way of Life, l’armatore è lo sloveno Gašper Vincec, olimpionico di Finn (Atene 2004 e Pechino 2008): dopo un severo refitting è pronta per la regata. “E se ci fosse poco vento – dice il nuovo armatore – ce la giochiamo”.

Intanto, ha preso il mare per Trieste Nave Gregoretti, il pattugliatore della Guardia Costiera che sarà presente nei dieci giorni di Barcolana: pronti gli eventi in Capitaneria di Porto, che anche quest’anno apre i propri varchi per unire le Rive e la zona del Molo IV.

Invece, all’Università di Trieste e nella sede dell’Azienda Sanitaria i ricercatori e i dermatologi si preparano alla loro Barcolana, una grande sfida di prevenzione sanitaria, organizzata assieme alle principali aziende farmaceutiche: analizzare “sul campo”, ovvero all’ormeggio, la pelle dei velisti, informare e proteggere i cittadini e chi va per mare sui potenziali danni del sole. Una grande operazione organizzata dalla dott.ssa Iris Zalaudek: per la prima volta un dispiegamento di forze così imponente per un’unico obiettivo, quello di studiare gli effetti sulla pelle di chi – come i velisti – si espone tanto al sole. Ne uscirà una ricerca scientifica, e la possibilità per i cittadini di prenotare una consulenza sul tema “nei” nel Villaggio Barcolana.

Allo stesso tempo, al Liceo Petrarca gli studenti che parteciperanno al progetto di alternanza Scuola-Lavoro in Barcolana hanno visto oggi una giornata di formazione a cura di AcegasApsAmga nell’ambito delle attività per la BarcolanaZeroImpact, il grande impegno congiunto a lavorare per ridurre l’impatto ambientale dell’evento, favorendo una più efficace raccolta differenziata ed evitando di disperdere i rifiuti. Tutte le attività collegate a questi obiettivi, che vedono protagoniste AcegasApsAmga, il Comune di Trieste, l’Assessorato all’Ambiente della Regione FVG e – tra i partner di Barcolana – la Cooperativa Sole e One Ocean Foundation – saranno presentate lunedì 8 ottobre alle 10.30 all’InfoPoint nel Villaggio Barcolana.

GLI APPUNTAMENTI DI DOMANI:
Libreria Slovena di Piazza Oberdan, ore 10.15: Conferenza stampa delle iniziative della Comunità slovena in Barcolana
Palazzo Gopcevich, ore 11 – Conferenza stampa del Comune di Trieste su Barcolana50

CAPITANERIA DI PORTO IN PRIMA LINEA PER BARCOLANA 50: TANTE INIZIATIVE DEDICATE AL PUBBLICO E L’APERTURA DEL CANCELLO PEDONALE RIVE-MOLO IV

Trieste, 2 ottobre 2018 – La Capitaneria di Porto di Trieste parteciperà anche quest’anno in qualità di partner ufficiale alla 50^ edizione della Barcolana: una partnership consolidata, ricca di numerosi eventi e iniziative dedicate a tutto il pubblico della regata.

RIVE APERTE – Sarà nuovamente aperta alla cittadinanza la porzione di “rive” adiacenti alla sede di Piazza Duca degli Abruzzi, l’edificio storicamente conosciuto come ex Idroscalo: in questo modo si collegheranno, a vantaggio dei cittadini e del pubblico della regata, con un unico passaggio pedonale le Rive e il Molo IV.

L’AREA ESPOSITIVA –  Nella porzione di Riva adiacente alla sede della Capitaneria di Porto, i visitatori troveranno un’ampia area espositiva, interna al “Villaggio Barcolana”, composta da uno stand di 100 mq, realizzato dall’Ufficio Relazioni Esterne del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto; al suo interno vi saranno due simulatori di navigazione, che permetteranno di “condurre” virtualmente una motovedetta SAR e che sono stati molto apprezzati, nella passata edizione, dai diecimila visitatori dell’area espositiva. Accanto ad esso troveranno posto alcuni mezzi operativi e rappresentanti dei reparti specialistici della Guardia Costiera: un Rescue Runner (moderna moto d’acqua per il soccorso in mare), gli operatori dei nuclei subacquei, i Rescue Swimmer (soccorritori marittimi allenati per il salvamento in mare anche in condizioni estreme) e un Laboratorio Ambientale Mobile, che permette il pronto intervento in caso di emergenza ai biologi e ai tecnici di laboratorio della Guardia Costiera, anch’essi presenti a Trieste per illustrare la propria attività operativa.
Il tema principale di quest’anno sarà l’impegno della Guardia Costiera in materia di controllo della filiera della pesca.
Sabato 6 ottobre, alle ore 11, l’area espositiva sarà inaugurata dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, alla presenza delle massime autorità regionali e cittadine.

NAVE GREGORETTI – Durante l’intera manifestazione velica sarà ormeggiata al Molo IV Nave Gregoretti, pattugliatore d’altura della Guardia Costiera di 60 metri di lunghezza, specializzato nelle attività di vigilanza pesca e ambientale. Compatibilmente con le attività operative che dovrà comunque svolgere anche durante Barcolana, il pattugliatore effettuerà alcune uscite didattiche in favore di associazioni di diversamente abili – un gruppo potrà seguire da bordo, come già avvenuto l’anno scorso, la regata conclusiva del 14 ottobre – e per i cittadini interessati che parteciperanno all’estrazione di un limitato numero di biglietti premio: l’estrazione sarà effettuata a partire dall’apertura dello stand, alle undici di sabato 6 ottobre, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

PROTEGGI LA TUA PELLE DAL SOLE:
BARCOLANA E CLINICA DERMATOLOGICA ASUITS ASSIEME ALLE PRINCIPALI FARMACEUTICHE PER SENSIBILIZZARE I VELISTI SULL’IMPORTANZA DI USARE PRODOTTI E STRATEGIE PER DIFENDERSI DAI RAGGI UVA E UVB
Proteggersi dagli effetti nocivi dell’abbronzatura e prevenire i danni alla pelle indotti dal sole. E’ questo il messaggio della Clinica Dermatologica di ASUITS, che ha scelto Barcolana per avviare una imponente campagna di sensibilizzazione e ricerca scientifica che coinvolgerà le migliaia di velisti presenti a Trieste in occasione della 50.a edizione della Barcolana.

“Quando vai in barca non dimenticare la crema solare” è il semplice messaggio che la Clinica Dermatologica di Trieste invia a tutti i velisti, anche grazie alla collaborazione di 11 case farmaceutiche – che assieme e al di là della concorrenza sul mercato –  hanno scelto di sostenere il progetto fornendo i prodotti e il finanziamento necessario ad avviare lo screening di ottobre. Scendono in mare, per proteggere la pelle dei velisti, Beiersdorf, Bionike, Dermlite, Fotofinder, Giuliani, Heine, ISDIN, La Roche Posay, Pierre Fabre, Rilastil e Unifarco Spa alleati nella sensibilizzazione e a supporto della ricerca scientifica e dello screening realizzati dalla Clinica Dermatologica triestina in Barcolana.

“Siamo molto contenti di avviare questo progetto – spiega il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano Mitja Gialuz – siamo tutti velisti, abbiamo tutti ben in mente che proteggersi dal sole è necessario, ma non sempre lo facciamo nella maniera migliore. Con l’aiuto della Clinica Dermatologica avremo tutte le informazioni per farlo al meglio, e parteciperemo a uno studio scientifico dedicato all’invecchiamento della pelle a causa del sole. La clinica dermatologica organizzerà poi un imponente screening durante Barcolana: i dermatologi saranno a disposizione del pubblico e dei velisti per un “check up nei” gratuito”.

VOGLIAMO LA PELLE DEI VELISTI – Si chiama così il progetto scientifico che la Clinica Dermatologica di ASUITS organizzerà durante Barcolana, direttamente sulle rive: si tratta di una sorta di “chiamata alle armi” dei velisti – soprattutto quelli Over 50 – per uno screening della pelle che permetterà ai medici di ottenere informazioni preziose per la ricerca scientifica. Il risultato dello studio permetterà di progredire nella Ricerca, capendo meglio cause e gli effetti dell’azione del sole sulla pelle protetta e non protetta. Il progetto di ricerca si svolgerà direttamente sulle Rive, di barca in barca, vista la presenza in un solo luogo e contemporaneamente di migliaia di velisti. Sarà operativo anche un questionario online che permetterà ai Ricercatori di avere informazioni sulle abitudini di esposizione al sole dei velisti.

SCREENING GRATUITO – Nel Villaggio Barcolana i medici della Clinica Dermatologica saranno a disposizione del pubblico per un “check up nei”, un primo contatto per verificare la situazione della pelle di chi vorrà partecipare all’iniziativa, ricevendo materiali e consigli.

PRODOTTI NELLA SACCA DELL’ARMATORE – Il progetto prevede che le farmaceutiche produttrici di prodotti solari, che si sono alleate per poter garantire al pubblico di Barcolana informazioni e materiali necessari, inseriscano nella sacca dell’armatore i prodotti da lasciare in barca, per evitare di dimenticarsi sempre a casa il solare. Tutte le sacche dell’armatore, le borse che vengono donate a chi si iscrive alla Barcolana, conterranno infatti materiali informativi e un prodotto solare da tenere in barca.