IL COMUNE DI MONFALCONE PARTECIPA ALLA BARCOLANA

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Sinergia con l’evento triestino, promozione del territorio
e delle mostre sulla cantieristica, Open day con Fincantieri
e una coppa per il miglior monfalconese in regata

Monfalcone, 29 agosto 2017 – Un Comune in regata: Monfalcone partecipa alla Barcolana, e lo fa in mare e a terra. Si parte dall’aspetto sportivo, illustrato oggi alla Società Velica Oscar Cosulich in occasione della festa di uno dei decani della vela isontina, Tullio Sain, che ha compiuto 88 anni, festeggiato dai presidenti dei circoli monfalconesi, alla presenza del sindaco Anna Cisint e del presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz.

Il compleanno di Sain è stata l’occasione per ripercorrere la storia della vela isontina e della Barcolana – in cui Sain ha sempre avuto un ruolo nell’ambito di Comitato di Regata e Giuria – e per presentare le iniziative monfalconesi collegate alla regata. “Ogni annoha dichiarato il presidente della Svbg, Mitja Gialuzsono più di cento gli armatori monfalconesi presenti: una flotta di appassionati velisti che all’alba della seconda domenica di ottobre lascia gli ormeggi per approdare sul campo di regata e partecipare alla grande festa della vela. Quest’anno, tra i nostri obiettivi c’è quello di coinvolgere di più Monfalcone e l’isontino e da qui nasce la sinergia con il Comune di Monfalcone e con i circoli della zona”.

Monfalcone sarà protagonista in Barcolana con un’iniziativa turistico-culturale, inserita nel calendario degli eventi collaterali della Barcolana, dal titolo “Un tuffo fra l’Isonzo e il Timavo: Monfalcone, storia, arte e mare”: mercoledì 4 ottobre sarà attivo un servizio di collegamento gratuito tra Trieste e Monfalcone, il “Barcolana Bus”, che farà tappa alle Terme Romane per una presentazione storica del sito, alla mostra fotografica sulla storia della cantieristica allestita insieme alla Fondazione Fincantieri e al Museo della cantieristica dove saranno esposte le opere di Marcello Mascherini. Al termine del tour i partecipanti saranno accompagnati in una visita guidata, organizzata insieme a Fincantieri, all’interno dello stabilimento di Panzano fino alla nave in costruzione.
Il Comune di Monfalcone metterà inoltre in palio una coppa per festeggiare e valorizzare il primo monfalconese classificato alla 49.a edizione della regata.

“Il litorale Monfalconese è diventato nel tempo il polo italiano più importante per concentrazione di aziende impegnate nella produzione della nautica da diporto, di centri velici e porti nautici. Per questo essere presenti nel contesto della Barcolana è per noi motivo di orgoglio e riconoscimento del territorioha dichiarato il Sindaco di Monfalcone, Anna Maria CisintMonfalcone è, nell’immaginario comune, la città dei cantieri, ma noi vogliamo che sia conosciuta per tutte le sue peculiarità e la Barcolana è occasione per farci conoscere con azioni di promozione territoriale”.

Barcolana intanto sta organizzando il proprio calendario: dieci giorni di festa a terra e in mare, e tanti premi, vantaggi e regali agli armatori che parteciperanno alla regata: “Le iscrizioni alla Barcolanaha continuato il presidente Gialuzsono già aperte on line e, viste le tante richieste, abbiamo deciso di anticipare al 21 settembre le iscrizioni nella sede della Società Velica di Barcola e Grignano. Nei prossimi giorni, proprio a Monfalcone, apriremo la nostra campagna di promozione dedicata agli armatori, che troveranno nel pozzetto delle proprie imbarcazioni un gadget, con le informazioni per partecipare alla regata, ma soprattutto il lunghissimo elenco di gadget, premi e vantaggi dedicati agli iscritti, perché quest’anno chi si iscrive alla Barcolana ha già vinto, visti i tantissimi regali che abbiamo predisposto per gli armatori”.

La 49.a edizione della Barcolana si svolge dal 29 settembre all’8 ottobre: sono oltre un centinaio gli eventi in programma a terra e in mare. Per iscriversi alla regata basta accedere al sito web www.barcolana.it.
BARCOLANA BUS
“Un tuffo fra l’Isonzo e il Timavo: Monfalcone, storia, arte e mare”

PRENOTAZIONE DEL TOUR E DISTRIBUZIONE BIGLIETTI | La diffusione gratuita dei biglietti avverrà principalmente nelle strutture alberghiere e di ospitalità a Trieste e, a partire dal 22 settembre, grazie alla collaborazione di Promoturismo FVG, anche nell’Infopoint turistico del capoluogo giuliano (via dell’Orologio 1).

DATA | Mercoledì 4 ottobre 2017

LUOGO DI RITROVO E PARTENZA | Villaggio Barcolana (Rive di Trieste)

COLLEGAMENTI PREVISTI | Fascia mattutina 9.30 e 10 – Fascia pomeridiana 14.30 e 15
PROGRAMMA DETTAGLIATO DEL TOUR
Con partenza da Trieste e arrivo a Monfalcone

TERME ROMANE | Illustrazione e visita
Excursus storico supportato dai pannelli in mostra all’interno: dalla realizzazione della stazione termale Lacus Timavi in epoca tardo-repubblicana, ai danneggiamenti a opera di Attila e degli Unni nel IV secolo, dalla riattivazione da parte di Francesco Nani nel 1433, al rilancio nel 1840, in periodo asburgico. Presentazione delle caratteristiche delle acque.

GALLERIA ESPOSITIVA IN PIAZZA CAVOUR | Visita guidata alla mostra “Metamorfosi, dai liners alle navi da crociera”
Gli anni Sessanta chiudono l’epoca delle leggendarie navi di linea, ma inizia quella delle grandi navi da crociera. La mostra, curata dall’Associazione Culturale Italian Liners per il Comune di Monfalcone e la Fondazione Fincantieri, presenta numerose immagini, filmati e documenti d’epoca che raccontano la metamorfosi della grande nave passeggeri. Un fatidico giro di boa che ha permesso a Fincantieri e allo storico cantiere di Monfalcone di affermarsi in questo settore come leader mondiale e di guardare con fiducia al futuro.

MUSEO DELLA CANTIERISTICA | Visita guidata al Museo e all’esposizione “Mascherini lo scultore dei transatlantici”
Il MuCa – unico museo italiano dedicato alla cantieristica e al suo impatto sul territorio – rappresenta un’assoluta novità nel panorama museale nazionale. Marcello Mascherini è certamente tra i maggiori scultori italiani del Novecento: molte sue opere hanno contribuito all’arredamento di navi prestigiose uscite dai cantieri tra il 1931 e il 1965, un periodo d’oro per la cantieristica italiana. Le opere scelte, tutte sculture in bronzo di dimensioni più che naturali, alcune delle quali monumentali, sono concesse in prestito dal Ministero per i Beni Culturali e dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma: Bora e Scirocco (1951) provenienti dalla nave “Augustus”; La Notte, Fauno con gallo, Gioia di vivere, Vestale 1, Vestale 2 (1960) già sulla nave “Leonardo da Vinci”; La Vita (1964), grande pannello in rame sbalzato e argentato della nave “Raffaello”.

STABILIMENTO FINCANTIERI | Visita guidata

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.