La pandemia stravolge i piani dei team che devono ripensare anche il loro iter progettuale per la realizzazione della seconda barca. I neozelandesi si sono sbrigati a spingere e ottenere la cancellazione del primo appuntamento della 36ma edizione delle America’s Cup World Series, che avrebbe dovuto a svolgersi a Cagliari a fine aprile. Forse un po’ frettolosamente, all’epoca l’epidemia di covid-19 è stata giudicata un problema tutto italiano (e cinese), un ramo potato velocemente e freddamente, puntando a salvare l’albero. Poi è successo quel che è successo e dopo il primo confronto in casa del Team Luna Rossa è stato necessario cancellare anche la seconda tappa di avvicinamento al Santo Graal della vela, quella di Portsmouth.

Leggi tutto l'articolo

Abbonati

Per leggere l'articolo acquista un abbonamento a Nautica Online