Esordio anche per Mascalzone Latino jr. tra i mosquitos nelle acque di Portovenere

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali

Portovenere (SP), 6 aprile 2017

A pochi giorni dal termine del primo atto dei cugini “grandi”, la neonata Melges World League propone l’evento inaugurale della stagione 2017 Melges 20 ancora a Portovenere (SP) con il Mascalzone Latino jr. di Achille Onorato, Cameron Appleton e Stefano Ciampalini (Marco Savelli coach e sail designer) fra i protagonisti più attesi.

Si tratta di un altro importante appuntamento con la storia per la serie dedicata ai monoscafi disegnati in America famosi per i più alti standard qualitativi nelle fleet racing, che quest’anno cambiano gestione e dimostrano una popolarità invidiabile, considerati i 32 scafi iscritti già alla prova inaugurale.

Un preludio a un 2017 che proseguirà dal 12 al 14 maggio a Marina di Scarlino (GR e continuerà con due appuntamenti inediti in Croazia: dal 9 all’11 giugno a Zadar (CR) e dal 12 al 15 luglio a Sibenik (CR), il campionato europeo della classe, per poi terminare dall’1 a 3 settembre a Riva del Garda con l’event 5, il “Russian Open”.

Sempre molto ricca la lista degli avversari più temibili per i Mascalzoncini: per citarne alcuni, Raya di Matteo Marenghi Vaselli con alla tattica Branko Brcin, Gone Squatchin di Pietro Loro Piana coadiuvato da Francesco Ivaldi, Vanite di Mario Aquila e Simone Ferrarese, oltre alla medaglia di bronzo dei mondiali 2016 Krzysztof Krempfec, oggi armatore di Mag Tiny (già Mag Racing). Questi sono solo alcuni degli avversari che separeranno il Mascalzone Latino jr. dai più importanti traguardi stagionali. Complice un curriculum di altissimo livello nella classe, gli obiettivi restano massimi: d’altra parte il giovane Achille Onorato aveva iniziato in fretta a ottenere le prime soddisfazioni con il Melges 20, arrivando già a piena maturazione nella seconda stagione, il 2013, e al picco in carriera nell’estate 2014, quando al campionato del mondo di Riva del Garda, terminando in seconda posizione, la vittoria l’aveva sfiorata per pochissimi metri. Una grande conferma, insomma, ma anche un ottimo motivo per continuare a gareggiare ad alti livelli e, sopratutto, per cercare di raggiungere ancora il traguardo massimo e le importanti tappe intermedie, rappresentate in particolare dalla classifica finale del nuovo circuito e dagli europei. I presupposti, comunque, sono già buoni per far bene già questo week-end, considerando il warm-up del team dello scorso febbraio nelle acque del Principato di Monaco: proprio davanti allo Yacht Club de Monaco, del quale i Mascalzoni portano orgogliosamente il vessillo in giro per le regate nel mondo, dove hanno conquistato la 33ma Primo Cup – Trophée Credit Suisse.

L’evento, come da programma, prenderà il via domani, venerdì, con il primo segnale d’avviso fissato per le 13.30 per concludersi domenica 9 Aprile al meglio di 8 possibili prove (e un massimo stabilito di 3 al giorno).

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.