“FEELGOOD” CONTRO “ALLA GRANDE AMBECO”: IL RECORD DIVENTA SFIDA

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Vittorio e Nico Malingri sono pronti per il tentativo di record “Portofino-Giraglia-Portofino”: dopo un mese e mezzo di attesa si è aperta una finestra meteo domenica 13 novembre; e non saranno soli sulla linea di partenza.

Nella seconda sfida della loro nuova stagione sportiva, a bordo di Feel Good(Citroën), un catamarano sportivo di sei metri, padre e figlio tenteranno di stabilire un tempo di riferimento su una rotta mai battuta prima d’ora, tantomeno da imbarcazioni di classe Formula 20.

A sfidare l’equipaggio di Feel Good ci sarà anche Ambrogio Beccaria a bordo del Formula 18 Alla grande Ambeco. Il giovane velista milanese che ci ha regalato di recente più di una soddisfazione tenterà a sua volta di battere lo stesso record, in doppio con l’amico Bernardo Zin.

“Siamo contenti perché oggi due record distinti diventano una sfida simultanea”, dice Vittorio Malingri. “Dopo una lunga attesa, finalmente sta entrando un vento da Est e
Nord-Est tra i 10 e i 25 nodi che sembrerebbe steso e duraturo per tutta la giornata. Condizioni, tra l’altro, molto buone per Ambrogio e Bernardo che sono più leggeri e performanti, ma non è detta l’ultima parola! In ogni caso, siamo venuti qui e abbiamo creato questo percorso, e la sua regolamentazione con Federvela, proprio per permettere anche ad altri equipaggi di portare a casa dei risultati”
.

La rotta
Una rotta è breve – 148 miglia, con una percorrenza stimata attorno alle 15 ore – ma molto tecnica perché le condizioni meteo ottimali sono rare e difficilmente ci sarà vento per andare e tornare a velocità sostenute.

Il record
Il record è stato omologato dalla Federvela e prossimamente basterà rivolgersi alla FIV per l’omologazione dei tempi di percorrenza. “Abbiamo fatto questo record perché speriamo che nei prossimi mesi altri equipaggi si cimentino sulla stessa rotta”, prosegue Vittorio. “I record internazionali possono essere corsi in quattro classi: sopra i 60 piedi; dai 40 ai 60 piedi; dai 20 ai 40 e sotto i 20. Questo sia con monoscafi che con multiscafi, in equipaggio, in solitario o in doppio. Questo apre a molti 40 piedi, di cui la Liguria è piena, dai vari maxi presenti nella zona al trimarano di Soldini”. Il primo ad aver colto la sfida è stato proprio Ambrogio Beccaria con il suo Mattia18: “In generale tutti gli F18 puri sono un po’ più veloci di noi, ma un conto è la velocità un conto è “starci dentro” a ritmi elevati per tante ore”, continua Malingri.

I record-men
Vittorio Malingri, classe 1961, pioniere della vela oceanica italiana, è stato il primo azzurro a partecipare al Vendée Globe, l’”Everest dei mari”. Nico Malingri, secondogenito di Vittorio, 24 anni, ha attraversato a vela l’Atlantico 11 volte, ed è qui alle sue prime prove agonistiche.

La barca
Feel Good, un catamarano in carbonio di sei metri non abitabile, è considerata l’imbarcazione più veloce e innovativa della sua categoria. Può toccare una velocità di punta vicino ai 25 nodi e tenere medie attorno ai 15 nodi, con percorrenze di oltre 300 miglia al giorno.

Prossimamente
Nella primavera 2017 Vittorio e Nico tenteranno in doppio la “Dakar-Guadalupa”, con l’obiettivo di attraversare l’Atlantico in meno di 11 giorni e 11 ore, record già tentato da Malingri in solitario nel 2008 sempre su un Formula 20.

Vittorio e Nico Malingri fanno parte del Citroën Unconventional Team (CUT), una squadra di sportivi estremi accomunati dalla passione per lo sport adrenalinico.

L’impresa è supportata da Citroën, main partner, e da OneSails, partner tecnico.

© vittoriomalingri.com

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.