GRAN PREMIO D’ITALIA MINI 6.50: DODICESIMA EDIZIONE DELLA REGATA DEDICATA ALLE PICCOLE OCEANICHE TRA BONACCIA E VENTO FORTE

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Pegaso Marina Militare ITA 883 di Giovanna Valsecchi e Andrea Pendibene primi assoluti e podio più alto tra i Serie. Nei Proto vince il greco Markos Spyropoulos di GRE 931.

 

Il Gran Premio d’Italia – Coppa Alberti, organizzato dallo Yacht Club Italiano, è da sempre l’appuntamento più importante riservato ai Mini 6.50, le piccole oceaniche.

Oltre 500 miglia di percorso che da Genova impegna gli skipper in un giro della Corsica, lungo il lato occidentale, per poi entrare in Tirreno passando dalle Bocche di Bonifacio. Nella seconda parte della regata Giannutri viene usata come boa e tutte le isole dell’Arcipelago da lasciare a dritta per rientrare a Genova.

In questa edizione i team si sono trovati ad affrontare un meteo che non li ha risparmiati di nulla; bonaccia alla partenza, vento di bolina oltre i 40 nodi ad Aiaccio, passaggio a Bonifacio con Ovest fino a 35 nodi e nuovamente poco vento per il rientro a Genova.

Dopo aver dominato gran parte della regata sarà ITA 883 Pegaso Marina Militare a tagliare, primi assoluti, il traguardo di Genova alle 4.01 di mercoledì 11 aprile. Grande soddisfazione per il team di atleti della Marina che da quest’anno vede come skipper titolare Giovanna Valsecchi, accompagnata sempre da Andrea Pendibene. Un cambio di gerarchia per un sodalizio ormai consolidato che conquista quindi il podio più alto nella categoria Serie.

Alle 7.47 è la volta di Marco Alejandro Buonanni e Dario Desiderio a bordo di ITA 769 CAERUS che conquista il secondo posto sempre nei Serie.

Nuovo volto della Classe Mini 6.50, Buonanni ha dimostrato di avere tutte le carte per ottenere buoni risultati. Il suo programma, dopo le tappe in Mediterraneo, prevede anche i campi di regata francesi per un confronto più ampio e in prospettiva della Mini Transat 2019.

Medaglia di bronzo meritatissima, sempre nei Serie, per l’esordiente Giammarco Sardi, skipper di ITA 603 Istuardo, che per questa occasione era accompagnato da Federico Fornaro, nome conosciuto nel circuito Mini 6.50.

Lo skipper romano ha condotto una bellissima regata sempre in copertura, come in un match race di 500 miglia, di un altro team di esordienti formato da Fabio Ronsivalle e Lorenzo Meroni a bordo di ITA 633 Bea. Una battaglia tra due Pogo 2 a dimostrazione che le nuove leve hanno la grinta e la determinazione per crescere e costruire nuovi progetti interessanti.

Nei Proto abbiamo la vittoria dello skipper greco Markos Spyropoulos e Alessandro Torresani che ha bordo di GRE 931 hanno tagliato il traguardo alle ore 11.04.

Medaglia d’argento per il Proto vintage ITA 146 Hasta Siempre di Gian Piero Francesce e Edoardo Raimondo.

Chiuso il secondo appuntamento del Campionato Italiano Classe Mini 6.50 prossimo start il 28 aprile con la solitaria 222 Mini Solo organizzata dal Circolo Nautico Marina Genova Aeroporto.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE