Cagliari, 30 agosto 2018 – E’ iniziata quest’oggi sullo spettacolare campo di regata, ai piedi della Sella del Diavolo, la tappa finale del circuito Melges 32 World League 2018 evento che apre la lunga serie di eventi Melges per i prossimi due mesi nel cuore di Cagliari.

Condizioni perfette (vento da 200 gradi con 14 nodi di intensità) e la disputa di due prove disegnano una classifica generale, al termine della giornata inaugurale, che conferma, se mai ce ne fosse bisogno, il grande equilbrio che regna in questa classe one design.

Dal mazzo della regata organizzata dallo Yacht Club Cagliari in collaborazione con Melges Europe, spuntano per ora i nomi dell’equipaggio tedesco di Wilma di Fritz Homan (con Nico Celon alla tattica) e quello del Campione del Mondo in carica il russo Tavatuy di Pavel Kuznetsov (con il tattico Evgeny Neugodnikov) che condividono la testa della classifica anche se Wilma grazie ai migliori parziali (5, 1) può per il momento guardare tutti dall’alto.

Dietro alla coppia di testa il primo degli italiani (nonchè numero uno della ranking World League) Giogi timonato da Matteo Balestrero affiancato da Branko Brcin alla tattica, che inizia con il passo migliore la propria difesa della leadership di circuito (1 e 9 i parziali odierni). Giogi si avvantaggia della prestazione quest’oggi sottotono del diretto avversario per la classifica di circuito, Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato, oggi fermo all’ottavo posto della classifica.
L’incrocio di questi risultati prefigura quindi il copione delle prossime due giornate: Giogi dispone di un minimo margine per provare a controllare i diretti avversari a cominciare da Mascalzone Latino che invece è chiamato immediatamente a giocare in attacco e a testa bassa per riportarsi in scia a Giogi e tentare il sorpasso decisivo. Stesso atteggiamento è richiesto anche al Campione Melges World League 2017, il monegasco G.Spot di Giangiacomo Serena di Lapigio (attualmente settimo nella classifica di tappa) che deve giocare al meglio le chance a propria disposizione per provare a vincere questa tappa e distanziare sia Giogi che Mascalzone Latino di almeno di 3 lunghezze.

Fritz Homann – “Non male stare davanti a tutti ma questo per ora conta poco o nulla perché la classifica vera sarà quella di sabato sera. Per ora possiamo dirci soddisfatti di come abbiamo regatato, in particolare per la velocità espressa di poppa mentre di bolina abbiamo ancora qualcosa da migliorare. Proveremo a continuare con questo ritmo ben sapendo che la peculiarità di questa classe è il perfetto equilibrio tra tutte le forze in campo; per cui tutto può cambiare, anche per noi, in un attimo”.

Le Melges 32 World League Finals contano sul supporto di Moby, Tirrenia, Helly Hansen, Garmin Marine, North Sails, Toremar, Norda, Lavazza, Rigoni di Asiago.
Melges World League ha sottoscritto e adotta il codice etico della Charta Smeralda promuovendo fortemente i valori di One Ocean Foundation.