Il J24 della Marina Militare La Superba vince con otto primi su otto prove

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali
Conclusa a Livorno la seconda tappa del Circuito Nazionale J24.
Dopo la Settimana Velica Internazionale – Accademia Navale e Città di Livorno, i J24 pensano al campionato Nazionale.
Livorno. Dopo aver vinto la prima tappa del Circuito Nazionale J24 svoltasi nelle acque di Anzio (con cinque primi sulle sette prove disputate in tre giornate di gara) ed essersi aggiudicato il primo pass per partecipare al Campionato Mondiale J24 del 2018, ITA 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con Francesco Linares, Vincenzo Vano, Francesco Picaro e Alfredo Branciforte, ha confermato la sua ottima forma conquistando il gradino più alto del podio anche nella seconda manche del Circuito Nazionale J24, tappa organizzata dalla Lega Navale Italiana Sezione di Livorno nell’ambito della Settimana Velica Internazionale – Accademia Navale & Città di Livorno, la nuova manifestazione nata dalla sinergia tra l’Accademia Navale, il Comune di Livorno e i circoli velici labronici per promuovere lo sport della Vela, il turismo e la Marina Militare.
Al secondo posto nella classifica finale di questa seconda manche, nella scia di Ita 416 La Superba che si è imposto a punteggio pieno con otto vittorie sulle otto prove disputate (7 punti), Ita 212 Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe Italiana J24, Pietro Diamanti (CNMCarrara, 20 punti; 2,4,7,6,2,2,2,2) in equipaggio con Fabrizio Ginesi, Paolo Governato, Giuseppe Garofalo e Antonio Lupo. A loro è andato il secondo pass per partecipare al Campionato del Mondo J24 che nel 2018 si svolgerà a Riva del Garda.
Terzo Ita 489 Valhalla- Hotel Verona co-armato da Enrico Perbellini e dal timoniere Fabio De Rossi (CN Brenzone, 27 punti; 4,2,12,2,3,8,5,3, in equipaggio con Marco Belotti, Alberto Zandomeneghi e Andrea Fronti) che ha anticipato il giovane equipaggio di Ita 304 Five for Fighting J armato e timonato da Eugenia De Giacomo (CCR Lauria) con Nicola Pitanti, Marco Bruna, Matilde Pitanti e Cristiano Lombardo (CNMCarrara 39 punti; 11,6,6,4,5,4,3,dns). Quinti a pari punteggio (41 punti) Ita 400 Capitan Nemo co-armato da Domenico Brighi e dal Capo Flotta J24 della Romagna, Guido Guadagni (CV Ravennate; 6,5,2,11,6,7,4,dns) e ITA 473 Magica Fata co-armato da Viscardo Brusori e dal timoniere Massimo Frigerio (CN Cervia, 9,10,43,7,3,12,5). 
Otto le prove portate a termine complessivamente nelle tre giornate di gara dai quindici equipaggi J24 messi a dura prova dalle condizioni meteo marine non facili (onda e vento instabile) e dal campo di gara impegnativo posizionato nel tratto di mare davanti all’Accademia Navale di Livorno. Gli equipaggi J24 si sono comunque divertiti e hanno regalato al pubblico che ha seguito le prove da terra spettacolo e coinvolgimento, confermando ancora una volta le doti di versatilità del Monotipo più diffuso al mondo. 
Dopo le tre regate di domenica e le tre di lunedì, nella giornata conclusiva è stato possibile portare a termine regolarmente due prove caratterizzate da onda e vento dai 18 ai 24 nodi. “Sono state tre belle giornate di vela, impegnative ma molto corrette, senza nessuna protesta.” ha commentato Alessandra Virdis, presidente del Comitato di Regata, coadiuvata da Riccardo Incerti, Gabriella Matteucci e Mario Forgion.
Soddisfazione anche da parte del Presidente della Classe Italiana J24 Diamanti che, nel corso della premiazione, oltre ai ringraziamenti allo staff della LNI di Livorno, al suo presidente Fabrizio Monacci, al Comitato di Regata e a tutti coloro i quali si sono impegnati per la buona riuscita di questa seconda tappa del Circuito J24, ha voluto ricordare Antonio Antonelli, l’armatore e timoniere di Kismet scomparso lo scorso anno “Una persona speciale, un grande amico della Classe J24 e del mondo della Vela che avrebbe compiuto gli anni proprio il 25 aprile”.
“Desideriamo rivolgere i nostri complimenti al Comitato per come ha gestito queste regate, molto rapidi tra una prova e l’altra e senza nessuna difficoltà anche nelle condizioni trovate- ha aggiunto Francesco Linares -Un ringraziamento anche a tutto il personale di Marivela, ai comandanti La Faia, Recchia, La Manna e Bardati che ci hanno permesso, malgrado i tanti impegni, di partecipare anche questa manifestazione, e all’Accademia Navale per l’ospitalità. Ci auguriamo che la Settimana Velica Internazionale – Accademia Navale & Città di Livorno ritorni ad essere un appuntamento di grande prestigio, lustro e richiamo come lo è stato per tante edizioni il Trofeo Accademia Navale. Queste regate sono state un ottimo allenamento in vista dell’Italiano: anche se non molto numerosi, gli equipaggi sono stati di buon livello e le regate molto belle e coinvolgenti.”
Ottimi anche i commenti di Enrico Perbellini che ha trovato molto entusiasmanti e combattute le regate labroniche: “Soprattutto quelle della giornata conclusiva quando abbiamo “fatto regata su” Five for Fighting J, mantenendo alta la tensione sino all’ultimo. Sono state proprio delle belle regate.”
Molto gradita e coinvolgente anche la cena organizzata nella serata di lunedì per tutti gli equipaggi e i loro accompagnatori presso il Ristorante L’Andana (dal quale si poteva ammirare una suggestiva ed illuminata Nave Palinuro) e la cerimonia di chiusura alla quale hanno preso parte anche l’Ammiraglio Pietro Vatteroni, delegato regionale Toscana della LNI (in rappresentanza del Commissario straordinario Ammiraglio Sauro), e i Comandanti dell’Accademia Navale Giuseppe Parrini e Gian Guido Manganaro che, premiando l’equipaggio de La Superba come primo classificato della Marina Militare, ha detto di aver assistito alle partenze delle regate J24 a bordo di  Chaplin definendole “Uno spettacolo di sportività.” Il presidente Monacci, infine, ha salutato i regatanti ricordando che “Andando in mare… si incontra bella gente.”
Archiviata la manche labronica l’attenzione della Flotta J24 è tutta rivolta all’appuntamento clou della stagione 2017: il Campionato Nazionale Open J24 in programma dal 23 al 28 maggio presso la LNI sez. di La Maddalena. 
In questa occasione, la Classe J24 ha stipulato un’importante convenzione con Moby LineTirrenia per il trasporto delle imbarcazioni dai porti di Genova, Livorno e Civitavecchia, con destinazione Olbia. Significativi accordi sono stati raggiunti anche con le strutture ricettive.

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.