Il J24 Vigne Surrau timonato da Aurelio Bini in testa nella seconda manche del Circuito Zonale J24

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice
Ma nella classifica generale delle due tappe, dopo dodici prove, c’è un ex aequo fra Dolphins e Vigne Surrau. 
La Flotta sarda J24 impegnata nel Golfo di Alghero porta a termine altre tre belle regate. 
Alghero. Salgono a sei le regate portate a termine nello specchio di mare davanti ai bastioni del centro storico di Alghero, e valide per la seconda tappa del Circuito Zonale J24 organizzata dalla locale sezione della Lega Navale Italiana.
“Alghero non tradisce mai. Nonostante l’onda e il forte vento da Libeccio si sono potute comunque disputare le tre prove in programma della seconda giornata della seconda tappa del circuito zonale J24.- ha spiegato il Capo Flotta e animatore della compagine sarda della Classe J24, Marco Frulio, Consigliere federale della III Zona FIV e timoniere del J24 Aria-Il Comitato di Regata, presieduto da Marcello Solinas e coadiuvato da Gino Muzzoni, è infatti riuscito, in una giornata da veri marinai, a far svolgere tutte le tre prove in programma nonostante l’onda di oltre due metri e un forte vento che ha toccato i 20 nodi. Ottima l’organizzazione della LNI Alghero che non ha avuto sbavature in una giornata in cui perdere una boa o far ‘arare’ la barca giuria era una cosa da mettere in conto. Splendida anche l’organizzazione a terra cui ha fatto da corollario alla manifestazione un motor show in corso negli spazi adiacenti a quelli di varo-alaggio.
Le prove a mare hanno avuto, invece, come vincitore Ita 405 Vigne Surrau. L’equipaggio del Club Nautico Arzachena, timonato da Aurelio Bini, è partito un po’ in sordina ma bordo dopo bordo, anche grazie alle scelte tattiche di Evero Niccolini, ha fatto vedere chi è il più forte e con i parziali di 3,3,1 è stato il più costante.
Altra barca protagonista è stata Ita 401 Dolphins di Giuseppe Taras: i vincitori della prima tappa erano mancati alla giornata di apertura della seconda manche ma l’equipaggio di Andrea Mariani & Co si è subito rifatto vincendo la prima prova di giornata e, con un Nicola Campus in gran forma, arrivando secondo nella seconda prova e quinto nell’ultima. Vincitore di una prova è stata anche Ita 443 Aria della LNI Olbia che si è portato a casa la vittoria nella seconda prova oltre ad un 2° e 6° come parziali. Domenica, con Mattia Meloni alle scotte, il locale Fabrizio Masu alla tattica, il navigatore solitario Domenco Caparrotti alle manovre e Gianvito Distefano a prua il nostro equipaggio di Olbia ha fatto planate con velocità che hanno superato i 15 nodi.
Da segnalare anche i podi, nelle singole prove, ottenuti da Ita 431 LNI Carloforte-Auto A di Davide Gorgerino (secondo nella terza prova) e da Ita 497 Boomerang di Angelo Usai (terzo nella terza prova).
Il nostro circuito zonale 2018, dopo dodici prove disputate, vede tornare in testa Dolphins con Vigne Surrau a pari punti e terzo, a 11 lunghezze di distacco, LNI Carloforte-AutoA.
Appuntamento per la prossima regata il 22 aprile. In quell’occasione la LNI Alghero organizzerà, alle 17.30, una festa per i regatanti dei J24 in un caratteristico locale Algherese.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE