Ma nella classifica generale delle due tappe, dopo dodici prove, c’è un ex aequo fra Dolphins e Vigne Surrau. 
La Flotta sarda J24 impegnata nel Golfo di Alghero porta a termine altre tre belle regate. 
Alghero. Salgono a sei le regate portate a termine nello specchio di mare davanti ai bastioni del centro storico di Alghero, e valide per la seconda tappa del Circuito Zonale J24 organizzata dalla locale sezione della Lega Navale Italiana.
“Alghero non tradisce mai. Nonostante l’onda e il forte vento da Libeccio si sono potute comunque disputare le tre prove in programma della seconda giornata della seconda tappa del circuito zonale J24.- ha spiegato il Capo Flotta e animatore della compagine sarda della Classe J24, Marco Frulio, Consigliere federale della III Zona FIV e timoniere del J24 Aria-Il Comitato di Regata, presieduto da Marcello Solinas e coadiuvato da Gino Muzzoni, è infatti riuscito, in una giornata da veri marinai, a far svolgere tutte le tre prove in programma nonostante l’onda di oltre due metri e un forte vento che ha toccato i 20 nodi. Ottima l’organizzazione della LNI Alghero che non ha avuto sbavature in una giornata in cui perdere una boa o far ‘arare’ la barca giuria era una cosa da mettere in conto. Splendida anche l’organizzazione a terra cui ha fatto da corollario alla manifestazione un motor show in corso negli spazi adiacenti a quelli di varo-alaggio.
Le prove a mare hanno avuto, invece, come vincitore Ita 405 Vigne Surrau. L’equipaggio del Club Nautico Arzachena, timonato da Aurelio Bini, è partito un po’ in sordina ma bordo dopo bordo, anche grazie alle scelte tattiche di Evero Niccolini, ha fatto vedere chi è il più forte e con i parziali di 3,3,1 è stato il più costante.
Altra barca protagonista è stata Ita 401 Dolphins di Giuseppe Taras: i vincitori della prima tappa erano mancati alla giornata di apertura della seconda manche ma l’equipaggio di Andrea Mariani & Co si è subito rifatto vincendo la prima prova di giornata e, con un Nicola Campus in gran forma, arrivando secondo nella seconda prova e quinto nell’ultima. Vincitore di una prova è stata anche Ita 443 Aria della LNI Olbia che si è portato a casa la vittoria nella seconda prova oltre ad un 2° e 6° come parziali. Domenica, con Mattia Meloni alle scotte, il locale Fabrizio Masu alla tattica, il navigatore solitario Domenco Caparrotti alle manovre e Gianvito Distefano a prua il nostro equipaggio di Olbia ha fatto planate con velocità che hanno superato i 15 nodi.
Da segnalare anche i podi, nelle singole prove, ottenuti da Ita 431 LNI Carloforte-Auto A di Davide Gorgerino (secondo nella terza prova) e da Ita 497 Boomerang di Angelo Usai (terzo nella terza prova).
Il nostro circuito zonale 2018, dopo dodici prove disputate, vede tornare in testa Dolphins con Vigne Surrau a pari punti e terzo, a 11 lunghezze di distacco, LNI Carloforte-AutoA.
Appuntamento per la prossima regata il 22 aprile. In quell’occasione la LNI Alghero organizzerà, alle 17.30, una festa per i regatanti dei J24 in un caratteristico locale Algherese.”