LA PRIMO CUP TROFEO CREDIT SUISSE VERSO LA VOLATA FINALE

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali

Monaco, sabato 4 febbraio 2017 – Tutte le condizioni meteo possibili in un solo giorno: la baia di Monaco ha vissuto un’altra intensa giornata di vela. Usciti in mare con un cielo velato e vento leggero, le classi della Primo Cup Trofeo Credit Suisse hanno presto fatto i conti con un incremento del vento che ha spazzato via le nuvole. Cielo sereno e raffiche ben oltre i 20 nodi hanno accompagnato le regate del giorno. Nel pomeriggio il vento è salito ancora, sfiorando i 30 nodi, e il Comitato di Regata ha interrotto le regate. Tre delle cinque classi in gara hanno completato delle prove.

Smeralda 888 e Melges 20: battaglia per i primi posti

Nel campo di regata rivelatosi più protetto, Smeralda 888 e Melges 20 hanno dato vita a regate interessanti con molti salti di vento, che hanno causato problemi per i meno espert e permesso ai leader di allungare il passo. Nella classe Smeralda 888, Beppe Zaoli (Smeralda 2) continua una leadership indiscussa, con quattro primi e un secondo posto in cinque manche. Al secondo posto sale il monegasco Frederic Bourguet Maurice (Vamos Mi Amor), che supera il russo Timofey Sukhotin (Beda).

Per i Melges 20 resta invariato il podio provvisorio alla fine del secondo giorno, con una manche ventosa, nella quale non sono mancati i “numeri” in manovra e alle boe, vinta da Achille Onorato (Mascalzone Latino), capace di leggere al meglio il campo di regata. In classifica lo inseguono Matteo Marenghi Vaselli (Raya) e Alexander Novoselov (Pirogovo Vela) entrambi dello Yacht Club de Monaco.

M32: duello Italia-Svezia

I catamarani M32, novità attesa di questa edizione, hanno corso con la randa terzarolata per far fronte alle raffiche di vento. La classifica prima della conclusione di domenica 5 febbraio è cortissima. Gli svedesi di Team Flux con Johnie Berntsson, sono stati raggiunti e superati dagli azzurri di Italian Sailing Team di Riccardo Simoneschi, al terzo altri svedesi di Cape Crow Vikings, di Patrik Sturesson. Domenica sarà una grande volata. 

Star e J/70: status quo

Due tentativi di partenza, ma regate annullate per le raffiche a 30 nodi, sul campo della ex classe olimpica Star, e dei J / 70, la flotta più numerosa alla Primo Cup con 50 iscritti, 15 dei quali con bandiera monegasca.

Nella classe Star quindi sempre in testa l’ex iridato e olimpico Roberto Benamati, seguito dal tedesco Reinhard Shmidt e dallo svedese Tom Löfstedt. Il monegasco Filippo Orlando è 12 °.

Invariata anche la classifica dei J / 70, in cima alla quale ci sono i bravi brasiliani di Mandachuva di Garcia Mario Saerensen, con Adrien Follin (Give me Five) e Krzysztof Krempec (Ewa) rispettivamente al 2° e 3° posto. Quinto il primo monegasco, Ludovico Fassitelli (Junda Banca del Sempione).

Si attende quindi una domenica di grande finale per la Primo Cup Trofeo Credit Suisse, con segnali di avviso delle prime prove sui campi di regata alle ore 11. 

Classifiche provvisorie dopo Day 2 

Star

1: Roberto Benamati – ITA (7488) – 3 punti

2: Reinhard Shmidt – GER (8427) – 6 punti

3: Tom Lofstedt – SWE (8517) – 7 punti

Provisional ranking – Smeralda 888

1: Beppe Zaoli – MON (Smeralda 2) – 6 punti

2: Frederic Bourguet Maurice – MON (Vamos Mi Amor) – 14 punti

3: Timofey Sukhotin – MON (Beda) – 18 punti

 

Provisional ranking – Melges 20

1: Achille Onorato – ITA (Mascalzone Latino) – 4 punti

2: Matteo Marenghi Vaselli – MON (Raya) – 8

3: Alexander Novoselov – RUS – (Pirogovo Sailing) –

 

Provisional ranking – M32

1: Riccardo Simoneschi – ITA (Italia Sailing Team) – 13 punti

2: Johnie Berntsson – SWE (Team Flux) – 13

3: Patrik Sturesson – SWE (Cape Crow Vikings) – 14

 

Provisional ranking – J/70

1: Mario Soerensen Garcia – BRA (Mandachuva) – 2 punti

2: Adrien Follin – FRA (Give me five) – 5

3: Krzysztof Krempec – POL (Ewa) – 6

 

Programma di Domenica 5 febbraio

11.00                          Primo segnale di avviso per tutte le classi

15:00                          Orario massimo per ultimo segnale di avviso

Premiazione               Un’ora dopo la chiusura dell’ultimo campo di regata

 

 

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.