Le Extreme Sailing Series™ si preparano a sbarcare a Qingdao, in Cina, per il secondo Act del 2017

Daniele Carnevali
Scritto da Daniele Carnevali

E’ iniziato il conto alla rovescia per il secondo Act delle Extreme Sailing Series™ 2017 che si svolgerà a Qingdao, la città della vela olimpica cinese, dal 28 aprile al 1 maggio. I sei team internazionali, più un team wildcard, si daranno battaglia durante la “Mazarin Cup” organizzata in associazione con il cantiere navale di Qingdao Mazarin e la Qingdao Organizing Authority (QDOA).

Dopo la spettacolare apertura di stagione a Muscat nel mese di marzo, il circuito continua durante la festa del lavoro cinese, con le regate in mare aperto, seguite dalle prove stile stadio nella baia di Fushan, famosa per il suo clima temperato e per le improvvise raffiche di vento che in passato hanno sorpreso in più occasioni i team in regata.

SAP Extreme Sailing Team, con a bordo l’italiano Pierluigi de Felice, si presenta in Cina da leader della classifica generale, dopo la brillante vittoria di Muscat. Nel 2015 il team danese conquistò la vittoria della tappa nelle acque cinesi e Jes Gram-Hansen, co-skipper di SAP Extreme Sailing Team, spera di poter ripetere la storia.

“Abbiamo vinto a Qingdao in passato e siamo entusiasti di avere l’opportunità di ripeterci quest’anno. Abbiamo ottenuto un ottimo risultato a Sydney, dove ero al timone, e cercherò di ripartire da li” ha dichiarato Gram-Hansen, che sarà al timone al posto di Minoprio, impegnato nel ruolo di coach. “È stato un ottimo inizio di stagione quello di SAP Extreme Sailing Team a Muscat in Oman. Osservando le regate da coach ho raccolto molti piccoli dettagli su come condurre la barca al meglio e su come impostare le partenze” ha poi aggiunto.

Alinghi è attualmente al secondo posto nella classifica generale dopo la solida prestazione di Muscat; il co-skipper Arnaud Psarofaghis riconosce il potenziale dei danesi, ma non si fa intimorire: “SAP Extreme Sailing Team è sicuramente una squadra molto forte, ma ci sono altri equipaggi che possono dire la loro in questa stagione. Come sempre non penseremo troppo agli altri e ci concentreremo sulla conduzione della nostra barca.”

“Qingdao è una buona location dove regatare, ci sentiamo sicuri in entrambe le modalità previste, quella in mare aperto e quella stile stadio. Più la sfida è impegnativa e più riusciamo a essere competitivi” ha aggiunto Psarofaghis.

Oman Air, guidata dal Campione del Mondo di match race Phil Robertson, è in terza posizione nella classifica generale seguita da Red Bull Sailing Team al quarto posto. Ma il team austriaco sfrutterà l’esperienza di Roman Hagara e Hans Peter Steinacher, che conoscono bene le acque di Qingdao, avendovi disputato le Olimpiadi di Pechino nel 2008, così come le ultime sei edizioni delle Extreme Sailing Series.

Dopo il suo debutto positivo in Oman il team neozelandese, precedentemente Tawera Racing, ha modificato il proprio nome diventando NZ Extreme Sailing Team.

Il co-skipper Chris Steele, che ha partecipato a Qingdao nella scorsa stagione a bordo di CHINA One, è soddisfatto dei risultati ottenuti nel primo Act e spera di essere più costante durante le regate della prossima settimana.

Land Rover BAR Academy ritorna in acqua prima della Red Bull Youth America’s Cup, che si svolgerà a giugno. Il team britannico è attualmente in fondo alla classifica generale.

A completare la griglia di partenza sarà il team wildcard Team Extreme, che prese parte alle Extreme Sailing Series nella tappa di Qingdao del 2015.

Le regate inizieranno alle 14:00 (UTC+8) locali di venerdi 28 aprile e il pubblico potrà seguire l’azione dal vivo sulle sponde della baia di Fusham, oppure attraverso i social media ufficiali con le dirette streaming su Facebook e YouTube il 30 aprile e il 1 maggio. Per maggiori informazioni su come seguire l’evento visitate il sito ufficiale delle Extreme Sailing Series.

Per chi volesse vivere un’esperienza unica le Extreme Sailing Series offrono una serie di pacchetti VIP, che includono la possibilità di regatare a bordo di un catamarano GC32. Per maggiori informazioni cliccare qui.

Lista equipaggi – Extreme Sailing Series™ Act 2, Qingdao, Cina “Mazarin Cup”

Alinghi (SUI)
Co-skipper/timoniere: Arnaud Psarofaghis (SUI)
Tattico/randista trimmer: Nicolas Charbonnier (FRA)
Tailer: Nils Frei (SUI)
Prodiere: Yves Detrey (SUI)
Floater/ foil trimmer: Timothé Lapauw (FRA)

Land Rover BAR Academy (GBR)
Skipper/prodiere: Rob Bunce (GBR)
timoniere: Chris Taylor (GBR)
Randista: Will Alloway (GBR)
Tailer: Oli Greber (GBR)/Sam Batten (GBR)
Floater: Adam Kay (GBR)

NZ Extreme Sailing Team (NZL)
Co-skipper/ timoniere: Chris Steele (NZL)
Co-skipper/randista trimmer: Graeme Sutherland (NZL)
Tailer: Shane Diviney (NZL)
Foil trimmer: Leonard Takahashi (NZL/JPN)
Prodiere: Josh Salthouse (NZL)/George Anyon (NZL)

Oman Air (OMA)
Skipper/timoniere: Phil Robertson (NZL)
Randista: Pete Greenhalgh (GBR)
Tailer: Ed Smyth (NZL)
Prodiere: James Wierzbowski (AUS)
Prodiere: Nasser Al Mashari (OMA)

Red Bull Sailing Team (AUT)
Skipper/timoniere: Roman Hagara (AUT)
Tattico: Hans Peter Steinacher (AUT)
Randista: Stewart Dodson (NZL)
Tailer: Adam Piggott (GBR)
Prodiere: Will Tiller (NZL)

SAP Extreme Sailing Team (DEN)
Co-skipper/timoniere: Jes Gram-Hansen (DEN)
Co-skipper/tattico/randista: Rasmus Køstner (DEN)
Tailer: Pierluigi de Felice (ITA)
Prodiere: Richard Mason (GBR)
Trim assist/grinder: Mads Emil Stephensen (DEN)

Team Extreme (wildcard)
Skipper/timoniere: Bernardo Freitas (POR)
Randista: Martin Evans (GBR)
Tailer: Tom Buggy (GBR)
Prodiere: Rob Partridge (GBR)

sull'autore

Daniele Carnevali

Daniele Carnevali

Classe ’81, giornalista professionista approdato nella redazione di Nautica nel 2003. Appassionato di barche a vela e a motore, nel tempo libero si diletta a veleggiare a bordo del suo Fireball.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.