L’ORC WORLDS TRIESTE 2017 SI DECIDERA’ DOMANI ALL’ULTIMA PROVA

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Porto San Rocco (Muggia – Trieste), 7 luglio 2017 – Dopo una lunga attesa in mare per l’arrivo del vento, la penultima giornata dell’ORC Worlds Trieste 2017, il campionato del mondo di vela d’altura, mette nel carniere la sesta prova della serie, che scombina la parte alta solo della classifica overall della classe C. Domani l’evento si avvia alla conclusione e basterà disputare una sola regata per far entrare in gioco lo scarto elemento che può rivoluzionare la classifica.

I primi ad aprire la sfide odierne sono stati gli scafi delle classi A e C, che il Comitato di Regata ha mandato oggi a regatare sul campo in acque slovene.

Intorno alle 15:00 i classe A cominciano con una partenza pulita e un percorso di 1.6 miglia per lato da percorrere tre volte con una brezza da 270° intorno ai 7 nodi. Dopo il primo giro, uno scarto di 30 gradi a sinistra del vento e un suo incremento di intensità impongono il riposizionamento della boa di bolina e consentono la disputa di una bella prova caratterizzata dal duello tra Hurakan e Freccia Rossa. Al calcolo dei compensi la vittoria di giornata va però ad Altair 3 (Scuderia 50 di Massimo Paniccia), che riesce così a scavalcare nuovamente il Cookson 50 Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato nella classifica generale provvisoria, la cui leadership rimane nelle mani dello Swan 42 Sheraa Yacht Club Hannibal di Maurizio Poser.

La classe B, che oggi ha avuto il suo debutto nel campo al centro del Golfo (fino a ieri ha regatato in acque slovene, sul campo che oggi ha ospitato le classi A e C), rimane inoperosa fino alle 16, quando si distende una leggera brezza da ovest utile a mettere in scena una gara ricca di cambiamenti al vertice per i tre Swan 42 protagonisti della manifestazione. Selene Alifax di Massimo De Campo, Bewild di Renzo Grottesi e Digital Bravo di Alberto Franchi finiscono in quest’ordine una regata accorciata alla seconda bolina. Nella graduatoria overall i croati di Nube (X-41 di Diego Zanco) sono ancora al comando, incalzati da Selene Alifax e Bewild.

La flotta C non riesce a sfruttare immediatamente il vento presente sul campo posizionato tra Capodistria e Isola (lo stesso della classe A). La prima partenza si conclude con un richiamo generale per le troppe barche in anticipo oltre la linea di partenza al momento dello sparo, mentre la seconda – per la quale si procede solo a richiami individuali – viene annullata dopo meno di 0.2 miglia a causa della consistente rotazione del vento a sinistra. Sarà la terza procedura a dare il via a una regata su percorso a bastone di 1.4 miglia accorciata alla seconda bolina e vinta da Sarchiapone Fuoriserie, Italia 9.98 di Gianluigi Dubbini. Piccolo terremoto in cima alla graduatoria dopo 6 prove con Sease, il Farr30 di Giacomo e Franco Loro Piana, che stacca il gemello Mummy One Lab Met di Alessio Querin, mentre gli estoni di Aivar Tuulberg su Katariina II (Arcona 340) mantengono la terza piazza.

Domani il Comitato ha deciso di sfruttare l’intera giornata e ha fissato la partenza della prima prova alle ore 11:00. Le previsioni meteo non indicano evoluzioni interessanti rispetto al resto della settimana.

DICHIARAZIONI
Pietro Loro Piana – “Siamo felicissimi per il risulatto odierno perchè è arrivato con grande sofferenza, lottando fino all’ultimo, dopo un avvio difficilissimo. Siamo in testa, nulla è deciso, e per noi il rivale più pericoloso è il Melges 32 Airis che con lo scarto può risalire la classifica. Domani sarà durissima, dobbiamo restare concentrati e pensare solo a dare il nostro meglio.”

CLASSIFICHE GENERALI PROVVISORIE
Classe A

  1. SHERAA (Swan 42), Maurizio Poser, ITA
  2. ALTAIR 3 (Scuderia 50), Sandro Paniccia, ITA
  3. MASCALZONE LATINO (Cookson 50), Vincenzo Onorato, ITA
  4. FRECCIA ROSSA (TP52), Vadim Yakimenko, RUS
  5. AERONAUTICA MILITARE DUENDE (Vismara 46), Raffaele Giannetti, ITA

Classe B

  1. NUBE (X-41), Diego Zanco, CRO
  2. SELENE ALIFAX (Swan 42), Massimo De Campo, NED
  3. BEWILD (Swan 42), Renzo Grottesi, ITA
  4. HORUS TEMPUS FUGIT (M45), Nadia Canalaz, ITA
  5. DIGITAL BRAVO (Swan 42), Alberto Franchi, ITA

Classe C

  1. SEASE (Farr 30), Giacomo e Franco Loro Piana, ITA
  2. MUMMY ONE – LAB MET (Farr 30), Alessio Querin, ITA
  3. KATARIINA II (Arcona 340), Aivar Tuulberg, EST
  4. HANSEN (X-37), Michael Mollmann, DEN
  5. AIRIS (Melges), Cesare Bressan, ITA

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.