MICHELE ZAMBELLI RECUPERATO IN OCEANO DA UN ELISOCCORSO CANADESE

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

ILLUMIA 12 PERDE LA CHIGLIA A CAUSA DI UNA COLLISIONE CON UN OGGETTO GALLEGGIANTE E NON IDENTIFICATO.

 

Alle 4.00 di domenica 11 giugno Michele Zambelli ha azionato l’EPIRB, lanciando la richiesta di soccorso.

“La barca dopo la tempesta era perfetta, – dichiara Michele Zambelli con un messaggio – stava benissimo. Nella notte di ieri, verso le 4 della mattina, una forte collisione con un oggetto galleggiante e non identificato ha colpito la chiglia della barca, che dopo pochi minuti si è definitivamente staccata. La barca si è subito riempita di acqua ghiacciata ed era impossibile navigare”

I soccorsi si sono mobilitati immediatamente con l’invio di un elicottero partito dalla Royal Canadian Air Force e dopo circa 6 ore lo skipper è stato recuperato e portato a St. John’s di Terranova a bordo di un CH-149 Cormorant, elicotteri specializzati nel recupero in mare.

Solo dopo essere arrivato a terra ha inviato un primo resoconto su quello che era successo.

Michele Zambelli fino al momento della collisione stava conducendo un’ottima regata: si trovava a circa 1300 miglia dall’arrivo a Newport, traguardo della Ostar, ed era in terza posizione nella classifica Gipsy Moth, categoria in compensato.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.