MICHELE ZAMBELLI RECUPERATO IN OCEANO DA UN ELISOCCORSO CANADESE

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

ILLUMIA 12 PERDE LA CHIGLIA A CAUSA DI UNA COLLISIONE CON UN OGGETTO GALLEGGIANTE E NON IDENTIFICATO.

 

Alle 4.00 di domenica 11 giugno Michele Zambelli ha azionato l’EPIRB, lanciando la richiesta di soccorso.

“La barca dopo la tempesta era perfetta, – dichiara Michele Zambelli con un messaggio – stava benissimo. Nella notte di ieri, verso le 4 della mattina, una forte collisione con un oggetto galleggiante e non identificato ha colpito la chiglia della barca, che dopo pochi minuti si è definitivamente staccata. La barca si è subito riempita di acqua ghiacciata ed era impossibile navigare”

I soccorsi si sono mobilitati immediatamente con l’invio di un elicottero partito dalla Royal Canadian Air Force e dopo circa 6 ore lo skipper è stato recuperato e portato a St. John’s di Terranova a bordo di un CH-149 Cormorant, elicotteri specializzati nel recupero in mare.

Solo dopo essere arrivato a terra ha inviato un primo resoconto su quello che era successo.

Michele Zambelli fino al momento della collisione stava conducendo un’ottima regata: si trovava a circa 1300 miglia dall’arrivo a Newport, traguardo della Ostar, ed era in terza posizione nella classifica Gipsy Moth, categoria in compensato.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.