Un Campionato Autunnale di 23 prove laurea Isola del Vento di Francesco Di Lorenzo come il più forte attualmente della flotta di stanza a Palermo. Nell’ultimo weekend pre natalizio si conclude questa prima fase di lavoro, che condurrà al Campionato Mondiale di fine settembre. L’organizzazione ha lavorato al massimo e l’altissimo numero di prove disputate in due mesi dice tanto sulla qualità dell’impegno profuso per permettere, a tutti, di testare barche ed equipaggio sulla lunga strada verso l’evento iridato.

Sabato il mare subisce la pressione della forte perturbazione da Est e si presenta ai concorrenti nella sua affascinante forza. Tra cresta e valle dell’onda sono tre i metri di differenza e il Comitato, nonostante ciò, trova la flotta già fuori dal porto, segno della voglia di darsi da fare con queste condizioni. Si aspetta finché il vento si assesta sui 17 nodi e si comincia. È l’equipaggio di Menef8 dell’armatore messinese Marco Ruggeri quello che si trova più a suo agio. D’altro canto, con Angilella al timone e Leonardi allo spinnaker la cosa è quasi scontata. Prendono la testa  e si muovono tra le onde come se fosse la cosa più semplice del mondo. Ma su un frangente più grande degli altri la barca si muove per un attimo fuori controllo e lo spinnaker tocca lo strallo. Caramella inestricabile e Menef8 rientra dietro la diga foranea del porto per risolvere il problema. Panza e Presenza, altra barca messinese di Francesco Federico, prende allora il comando senza perderlo più. Subito dietro, la regolarissima Isola del Vento. Il vento sale ancora e via ad un’altra prova. È rientrata sul campo di gara Menef8, prende la testa di nuovo, l’equipaggio tutto a schiacciare e timone e randa in mano ad Angilella. Su un’onda una sartia cede, Leonardi e Cernigliaro fanno un bel tuffo, la barca si ferma, il gommone accorre, ma in una trentina di secondi Angilella recupera i due uomini e riparte. L’inatteso stop risulterà però essere troppo lungo, Menef8 rimonta posizione dopo posizione dal retro della flotta e agguanterà un quinto posto. In questa prova vincerà Isola del Vento e subito dietro Panza e Presenza.

Domenica il mare si placa, spunta il sole e arriva il vento. Giornata bellissima per concludere il Campionato. Panza e Presenza rivoluziona l’equipaggio e presenta in banchina un team di eccezione composto dagli uomini di Sagola, Campione Italiano ORC in carica. Causa alcune assenze durante il Campionato, Panza e Presenza è tagliata fuori dalla lotta al vertice. Vuoi per evidente bravura, vuoi perché Menef8, Grande Evento e Five for Fighting si controllano fra di loro, Panza e Presenza si aggiudica tutte e tre le prove. Dietro è bagarre, ma alla fine della giornata Isola del Vento riuscirà a mantenere la leadership. Grande Evento si assesterà alle sue spalle in classifica generale, mentre Menef8 riesce a riprendere il terzo posto a Five for Fighting.

Si chiude così il Campionato Autunnale che ha premiato l’equipaggio più regolare. Isola del Vento è andata bene in tutte le condizioni di vento e di mare e questa esperienza verrà sicuramente capitalizzata per una gara lunga una settimana come il Mondiale, dove occorrerà mantenersi costantemente in alta classifica, sacrificando qualche acuto e privilegiando il mero calcolo numerico. Grande Evento ha capitalizzato le ottime prestazioni con il vento leggero e deve lavorare tanto quando il vento sale. Menef8 rimane una delle pretendenti alla vittoria iridata, ma dei perfezionisti come Angilella e Leonardi hanno ancora materiale da limare.

Ora sosta natalizia e di nuovo in acqua il 21 gennaio per il Campionato Invernale. Ci saranno anche i catanesi di Jhaplin, guidati da Cesare Dell’Aria, un altro equipaggio di Sciacca, oltre a Nikariedda di Roberto Randazzo, guidato da Stefano Reina, Giuseppe Russo da Castellamare, Massimo Barranco finalmente su un Platu, l’equipaggio del Circolo delle Vela Sicilia che lotterà a Settembre per il titolo mondiale Under 25, allenato da Domi Aiello. La flotta diventa ancora più imponente e le tante prove assicurate dall’organizzazione del CUS Palermo e del Velaclub permetteranno a tutti di migliorare ancora.