E ‘ podio per Fausto Pierobon col suo nuovissimo Bonaldo Dinghy 12′ alla Coppa Portorose Dinghy 12’

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Fausto Pierobon è secondo classificato dietro a Massimo Schiavon e davanti a Chicco Vidal.

Due splendide giornate hanno caratterizzato questo week end di maggio con clima davvero estivo, il vento è stato sempre con medie attorno ai 8 nodi, solo il primo giorno durante la rima regata ci sono state delle punte sui 10.

Le imbarcazioni presenti in totale erano 35 e provenienti dalle varie flotte dell’Adriatico, nutrita la Flotta Slovena e una buona presenza della Flotta Austriaca, che come possiamo ricordare questa Coppa è valevole, oltre che per il Campionato dell’Adriatico , anche per il Trofeo Principe Joseph Franz e la Principessa Sissi che si disputa in tre prove una delle quali qui a Portorose.

Equipaggi agguerriti e davvero preparati,  dei forti non mancava davvero nessuno dai chioggiotti Ezio e Fabrizio al vicentino Bambi, dal trevigiano Maurizio Baroni al Friulano Marco Durli. Presenti molti sostenitori della Classe tra cui Luisa Spangaro ex olimpionica.

Per i Bonaldo, presenti tutti i dinghy costruiti,  in acqua Enrico Zaffalon su Dino, Vincenzo Spina su Magic Wind, Dusan Merc su Agnes, David Poljsak su Super-Bon e Fausto Pierobon sull’ultima creatura nata Lucy, tra i vecchi Bonaldo faceva presenza Maria Elena Balestrieri.

Fausto Pierobon si è dimostrato velocissimo fin dalla prima prova portando a casa un secondo posto e se non fosse stato per un OCS avrebbe ottenuto un altro secondo posto alla terza prova, benissimo comunque anche domenica quando il vento si è presentato piu debole con un secondo posto alla prima prova ed un 4° nell’ultima, per un totale di 15 punti.

Benissimo anche per il debuttante David Poljsac, allenatore ma prima di tutto padre di Lara la nostra beniamina diciottenne che, impegnata con gli esami di maturità, non ha potuto essere presente.

Per David questa era la sua prima volta in dinghy e, a parte un 22° preso per un’avaria in partenza della seconda prova, la scotta incastrata sull’archetto a poppa gli ha impedito di regolare la vela per un buon lato di bolina, ha portato in finale il suo dinghy all’11° posto; nella terza prova era primo ma è risultato OCS.. peccato.

Enrico Zaffalon….ndr. è sceso in acqua dopo sei mesi di convalescenza causata da vertigini che lo hanno colpito duramente a dicembre e sembrano essere affievolite di intensità solo ora, ha dato tutto se stesso piazzandosi in 9° posizione, i risultati altalenanti dal 5° nell’ultima prova di sabato all’ 11° della terza di domenica…non male!

In definitiva un successone su tutto il fronte, Fausto ha dimostrato la sua preparazione di campione e la sua barca nuovissima ha fatto impensierire non pochi…, David si è divertito tantissimo e appena sceso dalla barca  ha dichiarato ..” ma el Bonaldo xe velocissimo ciò” (triestin /slavo)  ed Enrico non ci sperava davvero di resistere per due giorni di regata, farle tutte e piazzarsi entro i primi dieci in mezzo ai grandi dinghysti.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.