In questo periodo dell’anno lo Yacht Club e il Marina di Punta Ala sono senza dubbio al centro dell’attenzione della nostra vela d’altura. La 151 Miglia prima, che porterà tra l’1 e il 2 giugno oltre 200 imbarcazioni da regata nella località toscana e a seguire il Gavitello d’Argento-YC Challenge Trophy Bruno Calandriello (8/9/10 giugno) sono ormai appuntamenti “da non perdere” sia per gli amanti dell’offshore che per gli appassionati delle boe. Due modi diversi per fare altura che comunque in queste acque trovano assoluto equilibrio in un contesto che probabilmente è difficile riscontrare anche a livello internazionale.

Come detto oltre 200 imbarcazioni per circa 3.000 velisti arriveranno a Punta Ala e parteciperanno alla grande festa che caratterizza l’atto finale della 151 Miglia un evento di grande rilievo nel panorama sportivo nazionale e internazionale.

Molti di questi protagonisti li vedremo la settimana successiva, impegnati nella formula “a squadre”, alla quinta edizione del Gavitello d’Argento-YC Challenge Trophy Bruno Calandriello e il 9 giugno inizieranno a contendersi l’ambito trofeo.

Queste le 8 squadre, composte da tre imbarcazioni, che hanno confermato la loro partecipazione:
Club Nautico e della Vela Argentario, Yacht Club Chiavari, Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, Club Nautico Marina di Carrara, Circolo della Vela Talamone, Lega Navale Italiana Firenze-Prato, Deutscher Touring Yacht-Club, Yacht Club Punta Ala.