Il team Oman Air dimostra di avere grande carattere e determinazione nel conquistare il secondo posto alla tappa delle Extreme Sailing Series conclusasi oggi a Barcellona dopo lo scontro con un’altra imbarcazione che gli ha fatto perdere tre prove.

Dopo la pausa forzata nel terzo di quattro giorni di regata, l’equipaggio di Oman Air è stato subito pronto a rientrare nella competizione della tappa spagnola.

Il team di Phil Robertson, Pete Greenhalgh, James Wierzbowski, Stewart Dodson e Nasser Al Mashari, è rientrato in azione nell’ultimo giorno di regate conquistando una serie di ottimi risultati  – compresa una vittoria – che li ha portati a chiudere in seconda posizione.

“C’è stato grandissimo impegno da parte di ognuno di noi – dichiara Pete Greenhalgh, randista veterano di Oman Air – eravamo in testa a metà evento, quando sono arrivate un paio di prove deludenti. Come siamo tornati in acqua dopo lo scontro, l’obiettivo era quello di assicurarci una buona posizione facendo del nostro meglio, e ci siamo riusciti.”

La fantastica prestazione è stata incorniciata da un secondo posto nella prova finale a punteggio doppio, che ha visto Oman Air liberarsi di Red Bull Sailing Team e saltare davanti ai rivali SAP Extreme Sailing Team, campioni della stagione 2017 delle Extreme Sailing Series, qui terzi.

La tappa di Barcellona è stata vinta dai sempre forti svizzeri di team Alinghi, un risultato che li porta in testa alla classifica generale delle Extreme Sailing Series 2018 dopo tre eventi. Hanno 33 punti come SAP che è al secondo posto, e Oman Air si trova in terza posizione con 32 punti.

“Abbiamo davvero fatto un fantastico lavoro di squadra a Barcellona, per conquistare questo ottimo risultato – dichiara il prodiere di Oman Air Al Mashari – siamo vicinissimi ai leader della stagione, e il nostro obiettivo adesso è prepararci al meglio per il prossimo evento che si terrà tra qualche settimana per ottenere un altro bel risultato e scalare ulteriormente la classifica generale.”

Le Extreme Sailing Series continuano senza sosta con la prossima intensa tappa a Cascais, in Portogallo, all’inizio di luglio, e poi Cardiff, in Gran Bretagna, ad agosto. La stagione si concluderà con le tappe di San Diego, in California, e Los Cabos, in Messimo, ad ottobre e novembre.