Vela: la friulana Selene conquista il terzo posto nel tricolore assoluto d’altura

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Lo Swan 42 di Massimo De Campo qualificato per il Trofeo dei Tre mari

In preparazione del mondiale d’altura in programma da lunedì 3 luglio sempre a Monfalcone

Prosegue il cammino di preparazione al mondiale di vela, che si terrà fra una settimana a Monfalcone, per gli Swan. In particolare Selene, lo Swan 42 dell’udinese Massimo De Campo, che porta i colori dello Yacht club Lignano, e la bandiera del Marina Sant’Andrea di San Giorgio di Nogaro. Oggi si sono concluse le dieci prove nelle quali si è articolato il Campionato italiano assoluto di vela d’altura 2017, che ha visto due Swan sul podio nel gruppo A: quello di San Giorgio di Nogaro, e lo Swan monfalconese Sheera, di Maurizio Poser, dello Yacht club Hannibal, che organizzava ‘evento. Vinto da Altair 3, un Farr 50 dell’anconetano, Sandro Paniccia, con alla tattica Tiziano Nava . Sheera è uno scafo gemello di Selene, uno Swan 42. Che però non è riuscito a strappare a Selene la qualificazione per il trofeo dei Tre Mari, sempre per il gruppo A. Dedicato agli Swan, le prestigiose imbarcazioni finlandesi, è stato il Nautor’s Adriatic Swan open day, svoltosi nelle scorse settimane al Marina Sant’Andrea. Dove ha sede la sezione adriatica del cantiere, e ormai da anni ospita la base di riferimento degli Swan per l’intero Adriatico. Una struttura diportistica che già dall’anno successivo all’apertura aveva ottenuto la Bandiera blu, per la qualità e la sostenibilità del complesso che è perfettamente inserito nell’ambiente circostante, lungo il fiume Corno e a ridosso dello splendido scenario lagunare. Le barche in regata al tricolore d’altura di Monfalcone erano 75. E Selene, come commenta il tattico di bordo, Alberto Leghissa, non era partita con il piede giusto. Aveva infatti collezionato nelle prime due prove un diciannovesimo, e poi un settimo posto. Poi, la determinazione dell’equipaggio e l’esperienza del timoniere-armatore De Campo hanno consentito all’armo friulano di rimontare e arrivare in zona podio. Un’ottimo risultato, ma l’equipaggio sangiorgino, che come è stato anticipato sarà rafforzato nei prossimi giorni, e l’esperienza acquisita nell’Italiano, fanno ritenere che Selene, per il mondiale, punta davvero in alto. AL mondiale sono in programma dieci prove. La prima, la regata lunga, sarà quella decisiva. Perché il punteggio che verrà acquisito non si potrà scartare. Non è ancora stato definito dove si disputerà. Quel che è certo è che partirà da Monfalcone nella mattinata di lunedì 3 luglio, per concludersi nella giornata successiva. Tre le opzioni tra le quali gli organizzatori potrebbero optare: una regata verso Venezia o la rotta lungo la costa istriana.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.