Vento forte e due scuffie nel primo giorno di regate a Sydney per l’ultimo Act delle Extreme Sailing Series™ 2016

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

L’ultimo Act delle Extreme Sailing Series 2016 si è aperto oggi a Sydney, in Australia, con una giornata impegnativa ed elettrizzante caratterizzata da un vento sui 22 nodi che ha visto il ribaltamento di due barche.

La flotta dei GC32 ha letteralmente volato oggi sul campo di regata grazie ai foil, con velocità di punta di 36 nodi, impegnando al massimo gli equipaggi e regalando grande spettacolo per i media e per gli spettatori e presenti.

Incoraggiati dal secondo posto nella seconda prova della giornata, i giovani di Land Rover BAR Academy stavano spingendo al massimo nella terza prova, quando entrambe le prue della loro barca si sono ingavonate all’altezza della boa di bolina. Lentamente, ma inesorabilmente per via della potenza generata, la barca si è ribaltata finendo sottosopra. Pochi minuti dopo la stessa sorte è toccata al team di Visit Madeira che, non riuscendo a gestire la potenza in fase di poggiata, si è rovesciato quasi nello stesso punto del team britannico.

La squadra addetta alla sicurezza in acqua delle Extreme Sailing Series è intervenuta immediatamente per prestare assistenza insieme alle barche di appoggio dei team. Per via delle condizioni meteo gli equipaggi indossavano caschi e giubbetti di sicurezza e nessuno ha riportato danni durante le scuffie. Inoltre non erano presenti ospiti a bordo delle barche.

La prova è stata sospesa per consentire il raddrizzamento delle barche coinvolte nelle scuffie, che non hanno riportato danni significativi.

E’ la prima volta che un team si rovescia da quando il circuito è passato ai catamarani GC32 nel 2016.

Dopo aver ripristinato le barche, il vento ha poi continuato ad aumentare, con raffiche fino a 29 nodi, e il direttore di gara Phil Lawrence ha ritenuto opportuno interrompere lo svolgimento delle regate per la giornata.

“E ‘stato molto divertente in acqua” ha commentato Diogo Cayolla, skipper di Visit Madeira. “Stavamo poggiando nell’ultimo lato di poppa della terza prova e avevamo un’altra barca sottovento. E’ arrivata una raffica molto forte e per evitare l’altra barca abbiamo scuffiato. Per fortuna non ci sono stati danni. Purtroppo non abbiamo finito la prova, ma l’importante è che nessuno si è fatto male e adesso pensando a domani “.

Neil Hunter, skipper di Land Rover BAR Academy, ha aggiunto: “Questo è il nostro ottavo evento nelle Extreme Sailing Series e oggi abbiamo avuto la nostra prima scuffia. La cosa importante è che tutte le procedure di sicurezza sono state eseguite correttamente, l’equipaggio è stato recuperato immediatamente e la barca è stata raddrizzata in sicurezza. Ora siamo già all’opera per rimettere in ordine la barca per domani.”

Per Team Australia, equipaggio con wild card, l’avvio della tappa è stato sicuramente adrenalinico con lo skipper Sean Langman e il randista Seve Jarvin che sono finiti in acqua, e recuperati subito dalla barca di appoggio del team, nella seconda prova. Langman si è detto entusiasta del debutto della sua squadra nelle Extreme Sailing Series.

Alinghi ha chiuso la giornata in vantaggio avendo messo a segno una vittoria e due secondi posti nelle tre prove disputate. Oman Air, leader in classifica generale, ha chiuso al secondo posto seguito da Red Bull Sailing Team in terza posizione. Nonostante le condizioni difficili, gli equipaggi sono tornati in banchina con enormi sorrisi stampati sui loro volti dopo un avvio di tappa decisamente bagnato.

“Le condizioni sono state davvero impegnative, ma molto divertenti”, ha detto lo skipper di Oman Air Morgan Larson. “Speriamo di avere un altro giorno come questo”.

Phil Lawrence, che alla fine di questo evento consegnerà le redini delle Extreme Sailing Series al nuovo direttore di gara John Craig, ha detto che le condizioni odierne sono state le tipiche condizioni di Sydney.

“Abbiamo assistito alle classiche condizioni della baia di Sydney, una fantastica brezza che soffia da nord-est e crea magnifiche condizioni di regata” ha commentato Lawrence. “Quando le due barche si sono rovesciate si è attivato immediatamente il nostro protocollo di sicurezza e non ci sono stati danni. Entrambe le barche sono state raddrizzate rapidamente con danni marginali.”

Le regate riprenderanno domani alle 13:45 ora locale (GMT + 11). Gli spettatori a Sydney potranno seguire l’azione da Kurraba Point Reserve e Cremorne Point. Mentre il pubblico dal resto del mondo potrà seguire le regate sui canali social media delle Extreme Sailing Series o in diretta sul sito ufficiale e sul canale YouTube dalle 15:30-17:00 (ora locale) il 10 e l’11 dicembre.

Extreme Sailing Series™ Act 8, Sydney. Classifica provvisoria prima giornata, 3 prove disputate (08.12.16)

Posizione / Team / Punti

1 Alinghi (SUI) Arnaud Psarofaghis, Nicolas Charbonnier, Timothé Lapauw, Nils Frei, Yves Detrey 34 punti.

2 Oman Air (OMA) Morgan Larson, Pete Greenhalgh, James Wierzbowski, Ed Smyth, Nasser Al Mashari 31 punti.

3 Red Bull Sailing Team (AUT) Roman Hagara, Hans Peter Steinacher, Stewart Dodson, Adam Piggott, Brad Farrand 29 punti.

4 SAP Extreme Sailing Team (DEN) Jes Gram-Hansen, Rasmus Køstner, Mads Emil Stephensen, Pierluigi De Felice, Renato Conde 23 punti.

5 RNZYS Lautrec Racing (NZL) Chris Steele, Graeme Sutherland, Shane Diviney, Luca Hyatt Brown, Harry Hull 21 punti.

6 Land Rover BAR Academy (GBR) Neil Hunter, Chris Taylor, Will Alloway, Sam Batten, Rob Bunce 20 punti.

7 Visit Madeira (POR) Diogo Cayolla, Frederico Mello, Gilberto Conde, Luís Brito, Tom Buggy 18 punti.

8 Team Australia (AUS) Sean Langman, Seve Jarvin, Marcus Ashley-Jones, Gerard Smith, Rhys Mara 17 punti.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.