ACQUERA: PRESENTATO A NAPOLI IL NUOVO PLAYER MONDIALE DELLO YACHTING

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice
Oltre ai vertici della società, Stefano Tositti e Carlo Greco, rispettivamente Presidente e VicePresidente, sono intervenuti: Vincenzo Marinese, Presidente  Confindustria  Venezia e Rovigo; Pietro Spirito, Presidente Autorità Portuale di Napoli; Mariano Bruno, VicePresidente Unione Industriali Napoli; Rossana Romano, dirigente Assessorato Turismo Comune di Napoli; Amedeo Lepore, Assessore Attività Produttive Regione Campania e l’Onorevole Paolo Russo. Un comparto dalle grandi prospettive: 5300 super yachts nel mondo di cui 172 nuovi ogni anno con una crescita annua del +3%. Il 60% del totale è rappresentato da imbarcazioni dai 30 ai 45m. In crescita anche la lunghezza media che passa dai 45 metri del 2015 ai 53 metri dell’anno scorso, in un mercato che globalmente vale 22 miliardi di euro
 
Napoli , 13 aprile 2018
 
“Debutto in società” fra mondo delle istituzioni, imprenditoria ed operatori del settore. Si è tenuto  ieri sera a Napoli, presso Palazzo San Teodoro,  l’evento inaugurale di Acquera Yachting, il nuovo player mondiale che offre servizi personalizzati per megayachts 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 ore con persone dedicate. Accoglienza esclusiva,  rivolta alle imbarcazioni dai 30metri di lunghezza in su, che ha Napoli e Venezia tra i suoi porti operativi.
L’ attività di Acquera è stata presentata in una serata di gala, curata dalla Gisena Morra Eventi, ad un pubblico di oltre 200 ospiti da Stefano Tositti e Carlo Greco, rispettivamente Presidente e VicePresidente della neonata società. All’incontro sono intervenuti: Vincenzo Marinese, Presidente  Confindustria  Venezia e Rovigo; Pietro Spirito, Presidente Autorità Portuale di Napoli; Mariano Bruno, VicePresidente Unione Industriali Napoli; Rossana Romano, dirigente Assessorato Turismo Comune di Napoli; Amedeo Lepore, Assessore Attività Produttive Regione Campania e l’Onorevole Paolo Russo.
 
“Abbiamo studiato attentamente i settori del lusso e del lifestyle abbinati allo yachting, – spiega Stefano Tositti , Presidente di Acquera Yachting-,  giungendo alla conclusione che, fino ad oggi, nessuno si è davvero focalizzato in questo particolare segmentoUn comparto dalle grandi prospettive: 5300 super yachts nel mondo di cui 172 nuovi ogni anno con una crescita annua del +3%. Il 60% del totale è rappresentato da imbarcazioni dai 30 ai 45m. In crescita anche la lunghezza media che passa dai 45 metri del 2015 ai 53 metri dell’anno scorso, in un mercato che globalmente vale 22 miliardi di euro. La nostra società concretizza il lusso nello yachting alla valorizzazione del territorio nei servizi e nei prodotti per far vivere esperienze uniche e momenti indimenticabili alla propria clientela”.
 
Il turismo di lusso attualmente vale 399miliardi di euro ed ha una crescita annua del 6,2%,  ma in prospettiva le stime  indicano che raggiungerà la cifra record di 624 miliardi di euro nel 2022.  “ Lo yachting rappresenta una buona parte del turismo di lusso – spiega Carlo Greco, VicePresidente di Acquera Yachting– , ed è il volano di sviluppo delle eccellenze  manifatturiere ed enogastronomiche di un territorio quale quello di Napoli e della Campania. Un moltiplicatore d’economia per la filiera turistico – culturale dell’intera regione”.
 
Due le divisioni del gruppo:
 
Acquera Yachting, si concentra sulla fornitura di servizi di agenzia ai superyachts su scala globale, grazie alla conoscenza e l’esperienza che Stefano Tositti ed il suo team hanno nell’industria. Inizia la sua operatività in Italia partendo da Venezia ed ha già aperto numerosi uffici nei principali porti della nostra costa, incluso Napoli e le principali isole. 
 
Acquera Experience,  l’innovativa divisione di Acquera Group che nasce dal desiderio di creare qualcosa di unico è un esclusivo membership club accessibile ai proprietari di yacht solo su invito.
 
Acquera,  che proprio in questi giorni ha acquisito l’azienda G&K , primario operatore greco nel settore shipping  aprirà a breve sedi operative a Londra e New York, nell’ottica di un piano strategico che prevede apertura di sedi nei Caraibi del 2020, Indonesia, Thailandia e Australia nel 2022 e in Medio Oriente nel 2023.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE