Il progetto è stato presentato a Viareggio dalla Provincia di Lucca e da Isyl

 

Favorire le opportunità di lavoro nell’economia del mare con particolare riferimento allo yachting di bordo e a figure professionali innovative quali chef, stewart, comandanti e macchinisti. E’ l’obiettivo del neonato progetto E-JOB (Excellence Job On Board) finanziato e sviluppato in seno al programma comunitario “Interreg Marittimo” e che coinvolge, in Italia, la Toscana e in Francia, la regione Paca (Provenza – Alpi – Costa Azzurra).

Le due coste transfrontaliere ospitano i territori più importanti al mondo per le economie del settore nautico e yachting. L’Italia si distingue per la centralità dell’industria nautica e marittima e la complessa (e diffusa) supply-chain di indotto, mentre la Francia (in particolare la Costa Azzurra) vanta servizi portuali e di accoglienza di assoluta eccellenza riconosciuti in tutto il mondo. La flotta internazionale mostra come di fronte a un migliaio di grandi yacht adibiti a charter, ben il 74% opera nelle acque mediterranee, e in particolare il 59% nell’area tirrenica.

Appare necessario, dunque, prevedere il rafforzamento di profili professionali nautici di bordo e avviare un confronto tra domanda e offerta “creata” attraverso percorsi di formazione condivisi tra imprese e istituti tecnici/professionali che supporti una filiera prioritaria.

 

E-JOB ha come obiettivo principale quello di contribuire a rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra i territori italiani e francesi e rendere quest’area dell’alto Tirreno una zona competitiva, sostenibile e inclusiva nel panorama europeo e mediterraneo.

 

Nella fase sperimentale, in avvio a marzo 2020, saranno coinvolti oltre 100 studenti e almeno 5 istituti scolastici tra la provincia di Lucca e la città di Nizza – con scambi di delegazioni tra i due paesi -, con l’obiettivo di fornire agli studenti un quadro delle competenze richieste per queste figure e la possibilità di verificare sul campo le opportunità occupazionali legate a queste professioni sia in Italia che in Francia.

 

La azioni che coinvolgeranno studenti, istituti e imprese del settore sono varie: dal rafforzamento linguistico e culturale per i ragazzi, allo scambio lavorativo secondo il modelle di alternanza scuola- lavoro, a incontri B2B e workshop con agenzie per il lavoro, organizzazioni, società di crew-recruitment sul tema dei nuovi mestieri del mare e delle opportunità di lavoro per i giovani.

 

Capofila di E-JOB è la Provincia di Lucca, il partner di riferimento italiano sarà ISYL (Italian Superyacht Life), che raggruppa tre Istituti tecnici superiori (ISI Piaggia, Galilei–Artiglio e Marconi). Il versante francese è invece ben rappresentato dal prestigioso Lycée des metiérs hotellerie-tourisme di Nizza.

 

Nella fase sperimentale, in avvio a marzo 2020, saranno coinvolti oltre 100 studenti e almeno 5 istituti scolastici tra la provincia di Lucca e Nizza – con delegazioni tra i due paesi – , con l’obiettivo di fornire agli studenti un quadro delle competenze richieste per queste figure, la possibilità di verificare su campo le opportunità occupazionali legate a queste professioni sia in Italia che in Francia.

 

Il progetto è stato presentato, giovedì 5 dicembre a Viareggio al Museo della Marineria “Alberto Gianni” alla presenza del Vicesindaco di Viareggio Valter Alberici. Sono intervenuti: Pietro Angelini direttore generale Navigo, Massimiliano Frazzetta comandante di super yacht, Monica Lazzaroni della Provincia di Lucca, Rossana Pacini, Lorenzo Isoppo e Nadia Lombardi, dirigenti degli istituti scolastici coinvolti.