ASSEMBLEA SOCI NAVIGO: gli impegni per il triennio 2018/2020 della società di innovazione e sviluppo della nautica

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Katia Balducci: “Puntare su una visione di una nautica dinamica e del futuro con imprese aperte alla collaborazione e ai progetti intersettoriali”

Prospettive, azioni e visione di una nautica del futuro legata allaricerca, all’innovazione(nei prodotti e nei servizi), all’Europa con la collaborazione con gli altri cluster del Mediterraneo, a imprese italiane sempre più internazionali, digitali,capaci di progettare in modo integrato e sostenibile.  In un periodo in cui i dati del comparto della nautica da diporto segnano una ripresa, principalmente nei segmenti di costruzione di barche sopra i 40 mt e sotto i 10 mt, diventa indispensabile offrire progetti innovativi sull’intero ciclo di vita di un’imbarcazionein un network internazionale, supportare le imprese anche attraverso eventi di promozione del compartoe favorire la formazione e le professioni legate alla nautica, in particolar modo per i giovani.

Sono i punti qualificanti e fondamentali del programma di lavoro per il triennio 2018/2020– illustrati all’assemblea dei soci NAVIGO, centro di innovazione e sviluppo della nautica (svoltasi a Viareggio giovedì 11 ottobre) – dalla presidente Katia Balduccie dal direttore generale Pietro Angelini .

Sono quattro le macroaree di azione della società (ricerca e sviluppo, consulenza e servizi, eventi e formazione) attiva dal 2007 che aggrega attualmente 150imprese in Toscanae 30aziende tra la Sardegna e Malta (dove sono attivi Navigo Sardegnae Navigo Malta).  Un network complessivo (incluse le associate del distretto toscano e altre) di 500imprese coinvolte nei progetti, con accordi con 50 laboratori e le principali università toscane e 150 progetti sviluppati, nel corso di 11 anni, sui principali temi: automazione, digitalizzazione, rapporto barca porto, nuovi materiali, ciclo di vita dei prodotti, nuove propulsioni. Oltre a gestire PENTA, braccio operativo del Distretto Tecnologico della Nautica e della Portualità Toscana, NAVIGO vede al suo interno rappresentate quattro associazioni di categoria, Camera di Commercio di Lucca, Comune di Viareggio e Provincia di Lucca.

Dal 2007 a oggi, NAVIGO è passata da 50 mila euro a 1 milione e 700 mila euro di fatturato. Con una previsione di ricavi per il triennio 2018 – 2020 pari a 6 milioni di euro e una ricaduta di finanziamenti per l’innovazione alle imprese che, nel 2017, si è attestata su 15 milioni di euro e un’aspettativa di 20 milioni nel prossimo triennio. Anche il team di personale e collaboratori è cresciuto, in questi anni, con 15 persone attualmente coinvolte nelle varie attività della società.

L’impegno della società – dichiara Katia Balducci,presidente NAVIGO– è stato quello di permettere alle imprese associate e non, di qualificarsi sempre di più nel mercato nazionale e globale grazie ai finanziamenti e di offrire, in particolare alle nuove generazioni, prospettive concrete. Anche per il prossimo triennio, puntiamo ad azioni che abbiamo visione di una nautica dinamica e del futuro con imprese aperte alla collaborazione e ai progetti intersettoriali”.

Abbiamo ottenuto risultati importanti – sottolineaPietro Angelini, direttore generale NAVIGO– impegnandoci nella ricerca di un meccanismo societario che portasse, certamente, risultati per la società, ma soprattutto per le imprese del distretto grazie ai progetti e agli eventi di promozione del comparto. In 11 anni, abbiamo raggiunto una maturità operativa utile alla sfida del programma di lavoro del prossimo triennio”.

Le azioni rivolte alle imprese

Navigo offre alle aziende alcuni servizi di consulenza e supporto con analisi di mercato, progettazione europea, nazionale e regionale, organizzazione di eventi, mediazione di relazioni tra aziende e centri universitari e con la pubblica amministrazione per istanze tecniche, formazione per le competenze nautiche. I servizi specifici sono YBB (Yachting Business Booster)che offre un check up e accompagnamento operativo sui temi dell’organizzazione, della finanza, del marketing e sui rischi e le responsabilità. Esiste poi YBM (Yachting Business Matching), tavoli d’incontro domanda e offerta e valutazione del potenziale per l’ingresso delle aziende nel settore e il sistema M+ (Marine Plus)che integra la presenza web con i servizi di gestione del porto e li rende disponibili su web e su app.

La ricerca e lo sviluppo

NAVIGO aiuta le imprese nella presentazione e nella gestione dei progetti e nella ricerca di finanziamentiregionali, nazionali ed europei per incentivare investimenti in innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale delle imprese. Alcuni progetti in corso, in questa fase, sono legati all’automazione, all’impiantistica 4.0, alla digitalizzazione documentale, allo smaltimento e il riciclo della vetroresina, ai nuovi materialie coperture. Progetti che hanno un valore complessivo di investimento pari a 12 milionidi euro. Tra gli altri, il CO.MO.VA. per la realizzazione di coperture ad alto valore architettonico, integrato con tecnologia fotovoltaica e l’uso di materiali provenienti dalla nauticacome il carbonio. Con l’opportunità di valutare la copertura della Cittadella del Carnevale di Viareggioche presenta un ampio spazio aperto tra i laboratori dei maestri della cartapesta da utilizzare come area lavoro e movimenti e anche come area spettacolo al riparo da eventi atmosferici.

Il progetto YI4.0 (Yachting Installation) sviluppato insieme ai cluster Blue  Growth e Trasporti Italia 2020 per la realizzazione di un sistema d’impiantistica di bordo per superyacht che ottimizza costi e consumi e introduce sistemi tecnologici innovativi. TiAmbienta, progetto intersettoriale che coinvolge il settore automotive, la nautica e l’edilizia pubblica per la realizzazione di un sistema di sensori domotici wi-fi e bluetooth installabili in differenti ambienti e caratterizzati da diversi moduli di comunicazione rivolti al benessere, al comfort e alla sicurezza. Per le marine e i porti, si cita il Mosè, con l’innovativa “colonnina” e la “boa intelligente” per l’erogazione di utenze e servizi con componenti smart (videosorveglianza, antenne e strumenti di comunicazione barca-porto, diportista-terra.)

La formazione

La Fondazione ISYLnata per rispondere alla necessità di creare una scuola di formazione per le future generazioni sulle professionalità del settore nautico. Fondata e sostenuta da importanti realtà del settore nautico (i grandi cantieri italiani, importanti aziende del settore, associazioni di categoria e agenzie formative, oltre che NAVIGO stessa), a oggi gestisce corsi di formazione quali: comandanti di Superyacht, esperti della logistica e manager dei servizi yachting e turistici.

Gli eventi

I prossimi appuntamenti di promozione del comparto organizzati direttamente da NAVIGO sono: Finance to Businessa novembre, un network aperto a operatori del mondo della finanza e imprese dello yachting; Yare-Yachting Aftersales&Refit Experience, evento business comparto refit e incontro tra comandanti Superyacht e imprese dal 20 al 23 marzo 2019 in Versilia; B&St Broker and Shipyard tradinga Viareggio a maggio del prossimo anno, unico appuntamento internazionale dedicato all’incontro tra cantieri navali e società di brokeraggio. Altre manifestazioni, supportata da NAVIGO come partner e come aggregatore dei 10 cantieri navali sponsor sono The World Super Yacht Awards(premio dedicato agli armatori) a Londra il 18 maggio 2019 e la boat show dell’eccellenza nautica Versilia Yachting Rendez-vousdal 9 al 12 maggio 2019 a Viareggio, per il quale NAVIGO è impegnato, per conto del Distretto nautico, nella logistica e negli eventi e rapporti con e per il territorio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE