ASSILEA: nuovo Codice della nautica in vigore dal 13 febbraio 2018

Nautica Editrice
Scritto da Nautica Editrice

Duranti: “ci aspettiamo un anno di ulteriore crescita per la nautica

Leasing nautico italiano: +72% di fatturato nel 2017 rispetto all’anno precedente, quasi raddoppiato il valore medio dei contratti

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo 3 novembre 2017, n. 229, di riforma del Codice della nautica. Il nuovo testo sarà in vigore dal 13 febbraio 2018 e rappresenta un punto di svolta per un mercato che finalmente mostra segnali positivi.

L’approvazione del nuovo Codice è un ulteriore passo per lo sviluppo di questo settore, il cui mercato interno è finalmente ripartito, con il supporto del leasing, il rilancio del Salone Nautico di Genova e una serie di iniziative fiscali e normative di stimolo” – commenta positivamente il Presidente di Assilea, Enrico Duranti.

I dati leasing per il 2017 registrano una crescita del 70% dello stipulato nautico, con un interessante picco a settembre (+ 400%). L’importo medio per operazione è cresciuto notevolmente, passando dagli 870mila euro del 2016 agli 1,49 milioni del 2017, grazie soprattutto all’aumento di dieci punti percentuali del peso dello stipulato su unità superiori ai 24m. In progressione anche le stipule inerenti le unità nuove rispetto a quelle usate, che passano dal 66% all’85% nell’ultimo biennio.

Diverse le novità del nuovo Codice della nautica che riguardano direttamente il mondo del leasing e quindi il finanziamento al settore. Innanzitutto l’introduzione del Registro telematico, fondamentale ai fini della certezza della proprietà navale, oltre a costituire una grandissima semplificazione per l’effettuazione di tutte le procedure inerenti i documenti di bordo. Vengono quindi fissati limiti temporali stringenti per il loro rilascio e per il nulla osta per la cancellazione dai registri in caso di vendita all’estero.

Assilea ha partecipato attivamente a questa riforma – che ha coinvolto la Direzione del Trasporto marittimo, le Capitanerie di porto, le Commissioni parlamentari, gli uffici del Ministro Graziano Delrio per tutto il 2016 e il 2017 – lavorando in stretto in coordinamento co UCINA Confindustria Nautica e le altre associazioni accreditate del settore, Assomarinas, Assonat e Confarca”, conclude Duranti.

 

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.