4° Campionato Invernale Trofeo Regione Autonoma della Sardegna – Cfadda Cup

IL MAESTRALE DOMINA LA SESTA GIORNATA, J PANDOLFA NUOVO LEADER TRA I J24 Marina di Capitana, 31 gennaio 2010 – Le previsioni meteo hanno mantenuto la promessa: maestrale. Molto rafficato, freddissimo, croce e delizia degli ottanta equipaggi in gara nel Campionato Invernale di Capitana Trofeo Regione Autonoma della Sardegna CFadda Cup, oggi in mare per una sesta manche che ha offerto momenti di forte tensione agonistica, regate spettacolari (e faticose) e diverse novità, nella classifica J24. A differenza di due sep timane fa, quando solo i Melges 24 avevano avuto la meglio sulla bonaccia, stavolta tutte le categorie hanno tagliato il traguardo. Quasi puntuale la partenza, a mezzogiorno, e rapide le regate, due per i monotipo (Melges 24 e J24), una per le altre divisioni (Gran Crociera e Vele Bianche): tra 18 e 26 nodi l’intensità del maestrale registrata nelle tre ore di gara. Nel primo pomeriggio i regatanti erano già in porto, a spartirsi un timido sole, gli avanzi della cambusa e una graditissima pasta fumante, offerta dagli organizzatori del campionato, lo Yacht Club Quartu Sant’Elena con la collaborazione della Scuola Italia in Vela. Melges 24. Aumenta la concorrenza per SIV Arborea. Il leader di classe ha dovuto dividere il bottino di giornata con Mariclò di Pietro Fois, alla seconda vittoria nel campionato. Lorenzo Gemini ha vinto la prima regata, davanti a Marchingegno di Mario Maronjun (al miglior risultato finora) e Mariclò. Ancora più combattuta la seconda prova, tra Mariclò, SIV Arborea e Bajana di Ignazio Cocco. Il rivale storico di Arborea, Vis Lampogas, è incappato invece in una giornata storta: prima ha agganciato e trascinato la boa, poi non ha concluso la seconda prova per alcuni danni. Resta comunque secondo in classifica, davanti a SIV CFadda, squalificato nella seconda regata per aver saltato una boa, senza completare quindi il percorso previsto. J24. J Pandolfa aggancia e supera Ornella all’attacco…torra in vetta all’agguerrita classe J24. L’Ultragas Sailing Team, che schiera Davide Gorgerino al timone, ha ottimizzato un terzo e secondo posto in una giornata che ha premiato anche Wile & Coyote di Alberto Gai, ora terzo al posto di Libarium. Il protagonista, con due vittorie su due, è stato comunque Botta Dritta di Mariolino Di Fraia, l’equipaggio che arriva da più lontano: La Maddalena. Partito bene, nella bolina della prima prova ha perso due posizioni, recuperate nel finale di poppa. Secondo L’Armadillo dell’oristanese Pierluigi Pibi, terzo J Pandolfa. Vittoria netta invece nella seconda regata: Botta Dritta è stato in testa dall’inizio alla fine, domando J Pandolfa e ancora L’Armadillo, che aveva debuttato due sep timane fa – senza fortuna né punti, visto l’annullamento dell’unica regata che aveva in parte condotto. Stanco, ma soddisfatto l’armatore di Botta Dritta, Di Fraia. , ha commentato al rientro in banchina, . Gran Crociera e Vele Bianche. Le flotte che comprendono gli yacht più grandi in gara devono accontentarsi di una sola regata. Problemi alla barca comitato hanno infatti reso impossibile la seconda partenza. Nella Gran Crociera sotto i 10 metri, Losna di Giuseppe Fanni non è partita ma ha conservato il comando. L’unico successo di giornata è andato a Baba Yaga di Davide Manca, che ha preceduto il Comet Sueno 1 di Antonio Cabras e Cral Saras dell’omonima associazione, ora secondo in classifica generale, a soli due punti da Losna. Terzo Baba Yaga. Sopra i 10 metri, Elixir di Gianni Marchetti non perde un colpo: con l’ennesima vittoria tiene distanti gli avversari di sempre, Caesar di Luciano Dubois e To’ Come Giro di Salvatore Plaisant, secondo e terzo in mare e in classifica. A metà campionato, le posizioni più prestigiose sembrano ormai appannaggio di questo terzetto. Stessa situazione nelle Vele Bianche sotto i 10 metri. Maithena di Antonio Basilio Todde vince e resiste in vetta Seguono irriducibili Kalliste di Sergio Carta e Lyra di Antonio Delogu, sia in gara che in una graduatoria ancora aperta. E’ sempre Tinky Winky II di Enrico Napoleone a guidare le Vele Bianche sopra i 10 metri. Ma il suo vantaggio su Zuben di Franco Ricci, vincitore della regata odierna, si riduce a due punti. Il secondo posto di giornata tiene invece Mio’kana di Lucio Magnante ancorato al terzo gradino del podio provvisorio. Il campionato tornerà in mare tra due sep timane, domenica 14 febbraio. Le classifiche aggiornate sono consultabili sul sito internet www.scuolaitaliainvela.it

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.