7° Melges Week Internazionale-volvo Cup del Garda Trentino

TORBOLE (Trento-lago di Garda). Il verbanese Flavio Favini (Melges 24), il piemontese Daniele Poli e il ligure Giovanni Marangon (Beneteau 25) sono i vincitori della 7° Melges Week Internazionale Volvo Cup ospitata sulle acque del Garda Trentino. In acqua si sono viste più di 100 imbarcazioni di questi veloci ed interessanti monotipo. Flavio Favini, tattico di “Mascalzone Latino”, campione del mondo della classe “Melges 24” due anni fa, si è imposto in questo gruppo grazie a ben 4 vittorie parziali su 9 prove disputate. Favini aveva nel suo equipaggio oltre all’armatore, lo svizzero Franco Rossini, il tattico Tiziano Nava, altro grande della vela offshore, già su Azzurra e il Moro di Venezia. La seconda piazza è andata a “Devotissimo”, barca firmata dall’olimpionico Luca Devoti, condotta dallo skipper di casa Silvio Santoni con l’armatore Franco Rao e l’altro trentino Alberto Taddei. La terza posizione è andata a Luca Valerio, il gardesano vice campione d’Europa di questa categoria, due volte Mondiale Mumm 30 nelle ultime stagioni. Quarti troviamo gli altri gardesani comandati da Luca Stefanini, quinto il monegasco Cohen, sesto il giovane verbanese Andrea Rachelli, sep timo il gardesano, olimpico a Sydney, Niko Celon, ottavo il tedesco Albert Batzil, ex mondiale con il glorioso Fd, nono il sebino Andrea Felci, decimo il cesenate Egidio Babbi, ex mondiale con i catamarani classe A, 11′ l’altro tedesco Scheder, 12′ l’olimpionico Dodo Gorla con “Bpr-Barni” al suo esordio nella classe Melges 24. Interessante la battaglia negli “Ufetti 22” alla fine si è imposto Daniele Poli del CV Orta con alla tattica Umberto Felci, il progettista di questa interessante carena. Secondo ha concluso Gianni De Biasi (FV Riva) La terza posizione è andata ai gardesani comandati da Daniele Barbi, 4′ l’altro team di Campione del Garda con il campione nazionale dei Contender Giovanni Bonzio e quinto “Golf Club Paradiso” con lo skipper di casa Claudio Dutto. Nei Beneteau 25 la prima piazza è andata al ligure Giovanni Marangon che aveva come tattito il barese Paolo Semeraro. Secondo è finito il romano Michele Vaccari, terzo il ligure Alessandro Novi.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.