A SEATEC è subito Business

A CarraraFiere l’assessore Bobbio ha inaugurato la tredicesima rassegna internazionale di tecnologie, subfornitura, elettronica e design per yacht, navi e vela che si tiene dal 4 al 6 febbraio assieme a Compotec, salone di materiali e tecnologie correlate e YARE dedicata al refitting. Subito business con incontri B2B organizzati in collaborazione con ICE e la visita di oltre cento capitani, yacht manager e buyers stranieri. Tanti appuntamenti tecnici con eventi nell’area Abitare il mare dove si parlerà anche di cucina vegana a bordo dei megayacht.

Carrara, 4  febbraio 2015

È stato Emmanuele Bobbio, assessore a Scuola, Formazione, Ricerca e Università della Regione Toscana a tagliare il nastro inaugurale di SEATEC 2015 (Sea Technology & Design) salone che si conferma appuntamento di riferimento internazionale per chi si occupa di componentistica, meccanica e motori, sistemi di propulsione, elettronica e domotica, materie prime e lavorate, progettazione e design per navi, imbarcazioni a vela e yacht. (www.sea-tec.it).

L’assessore Bobbio, accompagnato dal presidente di CarraraFiere Fabio felici e dall’assessore alle attività produttive del Comune di Carrara, Fabio Traversi e dalle autorità locali, ha poi visitato a lungo il salone che, con i 486 marchi presenti (+8% rispetto al 2014), di cui 176 stranieri +(15%), provenienti da ventinove Paesi, offre un panorama di prodotti ma anche di design, idee e innovazione: una ricognizione di eccezionale interesse in un contesto che favorisce il business ma consente anche l’incontro fra tanti elementi che compongono il panorama della nautica, del design, della ricerca e dell’innovazione.

“Un grande evento che si tiene nel contesto più favorevole, al centro di un sistema territoriale che rappresenta una delle eccellenze della Toscana – ha sottolineato Bobbio incontrando la stampa – un appuntamento business per produttori e acquirenti ma anche un luogo di promozione, conoscenza e confronto anche dal punto di vista culturale oltre che, ovviamente, tecnico. Sono questi gli eventi che ci fanno percepire meglio di ogni altra occasione – ha concluso Bobbio – il valore dei saperi delle aziende e degli specialisti che per la Toscana sono un patrimonio unico che permette di competere sui mercati puntando sulla qualità e sul valore assoluto del prodotto che può garantire un’occupazione stabile e di qualità”.

Fra i 486 marchi presenti è particolarmente importante quella dei 176 stranieri fra i quali spiccano le presenze da Paesi di riferimento nel campo della nautica come Stati Uniti e Inghilterra (ben 27), ma anche da Germania, Francia, Olanda, Finlandia, Svezia e Norvegia oltre che da Canada, Spagna Turchia, Belgio, Polonia e Corea.

“Questa edizione di Seatec, proprio per il chiaro incremento di partecipazione estera e nazionale è un segnale molto importante per un sep tore che rappresenta al meglio il Made in Italy – ha dichiarato alla stampa il presidente Fabio Felici – e testimonia un’inversione di tendenza molto importante dopo un periodo difficile per il comparto nazionale che resta competitivo e capace di stare sul mercato internazionale acquisendo sempre nuove commesse e puntando su qualità, innovazione comunque di grande importanza per il Made in Italy anche per l’economia marchi presenti. “Inauguriamo una rassegna che si presenta con un incremento significativo di marchi presenti sia italiani sia esteri. Lo consideriamo un segnale particolarmente importante per un sep tore che rappresenta al meglio il made in Italy – commenta Fabio Felici presidente di CarraraFiere – che si dimostra capace di rispondere alle sfide attraverso qualità del prodotto, innovazione e capacità delle nostre aziende di competere sui mercati internazionali dove la committenza sceglie privilegiando questi elementi”.

Il lungo percorso di incontri delle Autorità fra gli stand si è concluso nello spazio Abitare il Mare dove il maestro Marco Rapattoni ha offerto una Performance pianistica ”Tra forma e suono” ispirato al design nautico introdotta dal professor Marco Maiocchi che collaborato alla realizzazione di una proposta culturale che vuole offrire nuovi spunti di interazione fra mondi diversi ma comunicanti.

Nell’area allestita per i B2B (incontri diretti programmati fra operatori ) sono immediatamente iniziati i contatti fra aziende italiane e straniere sia per il sep tore della nautica sia per quello dei materiali compositi.

Gli incontri che riguardano il comparto della nautica si svolgeranno nel corso delle tre giornate sono organizzati dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, in collaborazione con CarraraFiere, Toscana Promozione e CCIAA di Lucca con missioni e incoming di operatori esteri. Per il sep tore “nautica” l’attività è coordinata dall’Ufficio Meccanica, Chimica, Energia, Ambiente della Sede ICE di Roma e coinvolge buyer, agenti, designer e progettisti in rappresentanza di 28 aziende provenienti da Turchia, Slovenia, Croazia, Angola, Spagna, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, Sudafrica, Russia, Montenegro, Serbia, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Marocco, Norvegia, Svezia e Stati Uniti, accuratamente selezionati dagli Uffici ICE all’estero.

Per il sep tore che coinvolge l’attività di Compotec l’attività è stata coordinata dall’Ufficio Alta Tecnologia, Terziario Avanzato, Servizi e Prodotti Strategici dell’ICE e sono stati selezionati ed invitati 17 buyers, individuati dalla rete estera dell’ICE-Agenzia,  provengono  da Israele (2 delegati), Turchia (1 delegato), Regno Unito (1 delegato), Ungheria (4 delegati), Polonia (4 delegati), Russia (3 delegati) e Paesi Scandinavi (2 delegati).

Sulla base delle indicazioni ricevute dagli espositori italiani che hanno aderito all’iniziativa, è stata redatta un’agenda di incontri B2B che si svolgeranno durante le tre giornate della fiera nello stand allestito a tal fine, attraverso un sistema di match-making  gestito dall’ICE. A conclusione dell’iniziativa saranno molte centinaia gli incontri svolti considerata la possibilità degli operatori di ampliare le richieste di contatto anche nel corso della manifestazione.

Seatec, assieme a Compotec e Yare, oltre ad essere una vetrina di prodotti e occasione di business è anche un momento di approfondimento tecnico e culturale con una convegnistica curata da aziende, associazioni, enti di ricerca che può essere consultata sul sito ufficiale http://www.sea-tec.it/it/eventi/calendario-eventi-2015.asp per individuare l’appuntamento più interessante in funzione di specifici interessi.

Fra gli appuntamenti di giovedì 5 si segnala, nello spazio dedicato ad Abitare il Mare, Kitchen on Board, area dedicata alla cucina professionale di bordo in sintonia con il tema di fondo di EXPO 2015: Nutrire il pianete, energia per la vita, la performance-incontro con lo chef Simone Salvini in programma dalle 14.30. Sarà una dissertazione sul tema della convivenza fra nautica e cucina vegan con uno show cooking a seguire.

Simone Salvini, grande conoscitore della cucina vegetariana, vegana e ayurvedica è stato per anni capo chef del ristorante JOIA di Pietro Leemann a Milano, attualmente è chef docente dell’Associazione Vegetariani Italiana e dell’Istituto Europeo di Oncologia Umberto Veronesi e tiene corsi di cucina e servizi di informazione per la divulgazione della cultura vegetariana e vegana. Alla tre giorni di Kitchen on board sarà presente anche la Scuola Professionale per Chef di Bordo, Yacht Academy di Genova.

Fra gli eventi dedicati alla vela da segnalare, nell’area Saily, un incontro con Andrea Mura (giovedi 5 ore 12,00) sul tema Vendee Globe in progress per raccontare come sta nascendo il nuovo IMOCA 60 per il giro del mondo in solitario.

Andrea Mura, navigatore sardo, dopo le stagioni di successi oceanici con il 50 piedi Vento di Sardegna, ha annunciato la costruzione in Italia di un nuovo yacht oceanico della classe IMOCA 60 con il quale parteciperà al prossimo Vendée Globe, il giro del mondo in solitario senza scalo e senza assistenza che partirà nel 2016. Nel corso dell’incontro fornirà i tanti dettagli del progetto che coinvolge il meglio delle aziende italiane specializzate.

A Seatec, è abbinata la 7.a edizione di Compotec, la rassegna internazionale dei compositi e delle tecnologie correlate con 93 marchi, di cui 63 italiani e 30 stranieri. E’ l’unico evento trade in Italia dedicato a questo sep tore con un mercato cresciuto in misura significativa negli ultimi anni per quanto riguarda varie branche di applicazione, grazie allo sviluppo e la messa a punto di nuove tecnologie e alle eccellenti proprietà meccaniche dei compositi in rapporto a peso, durabilità, versatilità.

Seatec ospita anche la 5° edizione di Yare (Yacht After sales & Refit Experience) alla quale partecipano 30 prestigiosi marchi per l’evento dedicato al refit, comparto sempre più strategico per l’intera industria nautica italiana. Gli espositori di Yare sono aziende che si occupano di service: yacht agencies, broker, crew managers, registri di bandiera, cluster del refit, imprese di servizi. Protagonisti di YARE nel corso degli eventi che si tengono tra Viareggio e Marina di Carrara, comandanti e yacht manager di super e mega yacht (sopra i 24 mt.) invitati per incontrare le aziende partecipanti nelle due giornate dedicate agli incontri B2C – Meet the Captain.

 

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.