Al Debutto nelle Competizioni la Classe H22

VERONA – Grande riconoscimento per la classe H22 di vela al suo primo anno di competizioni con l’istituzione del 1° Circuito Nazionale Bianchi Group. Il versatile monotipo, di 6,7 metri, verrà infatti presentato in anteprima al pubblico spagnolo nel corso del prestigioso VI Trofeo Sua Maestà la Regina di Spagna in programma a Valencia dall’1 al 4 luglio capace di portare in regata alcune tra le barche più prestigiose al mondo. Una competizione che spesso vede al via anche il re Juan Carlos di Borbone grande appassionato di vela. L’invito è arrivato proprio dal Real club Nautico di Valencia , il più grande di Spagna, che ha concesso alla classe H22 questo straordinario palcoscenico per far conoscere questa “piccola-grande” imbarcazione che sta conquistando velocemente il pubblico italiano ed è pronta a sbarcare anche in altri paesi europei. Non dimentichiamo che Valencia è stata proclamata sede della prossima edizione della Coppa America di vela del 2007 (la seconda sede in Europa dopo la primissima edizione di Cowes sull’Isola di Wight nel lontano 1871). Un invito particolarmente importante perchè potrebbe essere il preludio di una regata di tipo match-race da organizzare nel 2005 sugli H22 con i timonieri poi protagonisti dell’America’s Cup. L’H22 è una imbarcazione di 22 piedi disegnata dall’architetto inglese Rob Humphreys, designer della barca inglese dell’ultima Coppa America, e ottimizzata, sia nella costruzione che nel lay out del piano di coperta e del piano velico, dalla italiana New Wind di Roberto Spata & C di Villaguardia (Como), sia nella costruzione che nel lay out del piano di coperta e del piano velico, dalla italiana New Wind di Roberto Spata & C. La barca è prodotta in Lettonia – in sandwich di fibra di vetro -† in esclusiva mondiale dalla Lion Yacht. L’H22 è semplice da portare e da regolare. Non esistono winches e il piano di coperta Harken è semplice ed essenziale. Questo è tutto quello che serve per entrare in perfetta sintonia con questa barca anche con venti di intensità superiore ai 20 nodi. L’H22 è inoltre facile da armare e trasportare. Due persone possono farlo in soli 20 minuti. Grazie al piede d’albero abbattibile, si può armare l’albero anche senza gru, issarlo, fissare lo strallo di prua, il paterazzo e le sartie, applicare il boma e il vang ed essere pronti per issare le vele e prendere il largo.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.