Al Seatec 2007 E’ la Vela la Protagonista degli Eventi

Workshop e grande vela i protagonisti della seconda parte della giornata odierna al SEATEC 2007, la rassegna internazionale dedicata alle tecnologie e alla subfornitura per la cantieristica navale e da diporto, in svolgimento fino al 3 febbraio 2007 nell’area espositiva di CarraraFiere a Marina di Carrara. Nell’AreaRace grande interesse per il convegno sul tema “L’evoluzione del piano velico del Dinghy”, e in Assocompositi la realizzazione del workshop sull’infusione. Tra gli appuntamenti di domani lo “Yacht Engineering Forum”, l’incontro dedicato all’ingegneria e alla progettazione nautica, la presentazione della nuova deriva RS Feva e la conclusione del workshop “Infusione sotto vuoto” organizzato da Assocompositi. Dopo il test in mare effettuato nelle acque antistanti il Club Nautico di Marina di Carrara, nell’ambito di’AreaRace si è tenuto il convegno dal tema “L’evoluzione del piano velico del Dinghy”. L’incontro ha permesso a Stefano Lillia, responsabile dell’omonimo cantiere, e al velaio Dede De Luca di esporre i progetti e i risultati di questo nuovo armo. La novità riguarda l’albero più rigido e dal profilo alare, e quindi più aerodinamico, realizzato in una lega d’alluminio più nobile, una combinazione di nuovi elementi che garantiscono performance più elevate soprattutto in bolina. Il Dinghy 12 piedi è una delle derive più storiche del panorama mondiale. Il suo progetto risale al 1913 e la pone tra le imbarcazioni ancora in attività, seconda solamente alla Classe olimpica Star. Attualmente in Italia annovera una nutrita flotta di appassionati che regalano assiduamente. Molti timonieri di alto livello, come ad esempio Pietro D’Alì, vi regatano occasionalmente per diletto e non sempre riescono a battere, nonostante il loro livello, i professionisti della classe. Anche oggi l’Isola dei Compositi ha dimostrato la sua grande vitalità ospitando un workshop organizzato da Assocompositi che ha suscitato molto interesse tra gli addetti ai lavori. Infatti durante la mattinata si è tenuta la seconda parte del seminario “Infusione sottovuoto” durante la quale è proseguita la costruzione della deriva scuola 555 della Federazione Italiana Vela, mentre nel pomeriggio si sono svolti due workshop: “RTM-Light”, con la costruzione di un piccolo scafo tramite la tecnologia RTM-Light e “Reverse Modeling” con una dimostrazione pratica di reverse modeling su un modello in scala. Frequentato anche il forum organizzato da OCTIMAN – Organizzazione Costruttori e Tecnici di Impianti e Materiali Avanzati per la Nautica – dal tema “Materie prime e tecnologie per processi a stampo aperto e chiuso”. E quello dal tema “Analisi dei processi produtivi”.Si è trattato di un seminario estremamente tecnico dedicato all’analisi di prodotti e tecnologie per i processi a stampo aperto e chiuso per la realizzazione degli accessori.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.