Al Seatec 2007 Tecnologia e Design per la Progettazione degli Yacht

Seatec 2007, la rassegna internazionale di tecnologie e subfornitura per la cantieristica navale e da diporto, che si terrà a Marina di Carrara dal 1 al 3 febbraio, dedica spazi sempre maggiori al tema dello yacht design. Oltre alla Project Island, l’area espositiva riservata agli studi di progettazione e ai designer, Seatec 2007 premia il mondo della progettazione con la quarta edizione del concorso MYDA – Millennium Yacht Design Award – e il convegno “Il salto tecnologico dei materiali”. Seatec 2007, la quinta edizione della rassegna internazionale di tecnologie e subfornitura per la cantieristica navale e da diporto, in programma a Marina di Carrara dal 1 al 3 febbraio, si conferma la sede ideale per un confronto costruttivo per designer affermati e, al contempo, un trampolino di lancio per i progettisti esordienti che desiderano mettere a frutto la loro creatività nella cantieristica navale e da diporto. Appuntamento imprescindibile per gli studi di progettazione e per i designer che operano nel mondo della nautica, la manifestazione è diventata dal suo esordio un punto di riferimento per la progettazione e l’evento di portata internazionale più importante nel bacino del Mediterraneo fra le manifestazioni business-to-business. Oltre alla Project Island, area in cui gli studi di progettazione e i designer possono presentare i propri progetti e incontrare i responsabili dei cantieri di navi e yacht, Seatec 2007 dedica la giornata inaugurale al tema della progettazione degli yacht con la premiazione della quarta edizione del concorso MYDA – Millennium Yacht Design Award – concorso internazionale di design per imbarcazioni da diporto, e il convegno “Il salto tecnologico dei materiali”. Promosso e organizzato da CarraraFiere e patrocinato dall’AS.PRO.NA.DI (Associazione Progettisti Nautica da Diporto), il bando del concorso MYDA prevede due sezioni all’interno del concorso: quella delle nuove unità e quella dei nuovi progetti. Fra le nuove unità verrà premiata la migliore imbarcazione realizzata e completata nel corso del 2006, a vela e a motore, rispettivamente nelle taglie fino a 10 metri, da 10 a 16 metri, da 16 a 24 metri e oltre 24 metri. Nella sezione nuovi progetti saranno invece assegnati due premi: il primo per la categoria designer professionisti, il secondo per la categoria esordienti. Per entrambe le categorie il concorso riguarda progetti sostanzialmente completati, ma non ancora realizzati. La premiazione si svolgerà giovedì 1 febbraio nell’ambito della “giornata MYDA” alla presenza della giuria, composta da autorevoli esponenti della nautica, del mondo accademico, del design e dell’industria. I progetti vincitori della quarta edizione del MYDA saranno esposti nell’area espositiva “Abitare il Mare” all’interno del padiglione D, interamente dedicato al tema dello yacht design. Dopo la premiazione dei vincitori e l’assegnazione di eventuali menzioni, la giornata MYDA prosegue con il convegno “Il salto tecnologico dei materiali”. un tema sempre più incalzante fra i progettisti e gli ingegneri navali. Sono attesi autorevoli esponenti del mondo della nautica, dell’architettura, del design e dell’industria Nel corso del Seatec 2006, il premio MYDA per le nuove unità è stato assegnato a Marco Croci per la barca Truc 12 di cantieri Crus Yachts di Milano, ad Andrea Vallicelli per il Comet 41 Sport di Comar di Roma e per l’ISA 120 di Isa Yachts di Ancona, a Massimo Franchini dell’omonino cantiere di Mondavio (PU) per il Francii 63L, allo Studio Farr Yacht Design e allo studio Lazzarini & Pickering di Roma per la barca Roma 85, a Carlo Galeazzi per il Baia One di Baia Yachts di Napoli, a Mauro Micheli per l’Ego 68 di Riva. Sessa Marine di Cividate al Piano (BG), Zen Yacht di Gioia Tauro e Rodriquez Yachts hanno ricevuto menzioni speciali rispettivamente per il C 52, lo Zen 70 e il Rodriquez 38 metri. Nella sezione nuovi progetti Valentina Zardi e Marco Santi di Camaiore (LU) sono stati i vincitori della categoria esordienti con il progetto del catamarano Smarthree, mentre Marco De Antonio e Christian Hoyos di Ingeyacht Design di Barcellona, Spagna, hanno vinto nella categoria professionisti per il Maxi a vela Camaleon 100. Le menzioni speciali sono state attribuite a Mario Biagi Falci di Fasto di Milano, a Franz Moscati di La Mar di Roma fra gli esordienti, a Filippo Biagi, Francesco Marini e Manfredi Conforzi dello Studio Guido Lorenzo Spadolini fra i professionisti. Bando ufficiale e iscrizioni al concorso sono online: www.sea-tec.it/eventi/myda.asp.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.