Al Via l’Assemblaggio di Fila Tri

Per il trimarano di Giovanni Soldini comincia la fase finale della costruzione A La Rochelle il via all’assemblaggio di Fila Tri Per la prossima stagione un equipaggio di grandi campioni   Questa mattina, in Francia, a La Fontenay Le Comte, 50 km da La Rochelle, ha preso il via la fase finale della costruzione di Fila Tri, il nuovo trimarano oceanico di Giovanni Soldini. Con uno speciale rimorchio lo scafo centrale, lungo 18,28 metri, ha lasciato il Cantiere may Ocea dove è stato costruito per essere trasferito nel cantiere Marc Pinta, che ha i suoi scali nel porto di La Rochelle, dove l’imbarcazione verrà completata. Nel giro di qualche giorno infatti allo scafo centrale faranno seguito le traverse di collegamento e i due scafetti laterali. Se per questi elementi il trasporto non presenta difficoltà più impegnativo sarà invece quello dell’albero, lungo ben 30,28 metri, che dovrà attraversare la Francia per giungere a La Rochelle da Lunel, in Camargue, dove è stato realizzato dai componenti del Team Fila. A poco più di quattro mesi dall’inizio dei lavori la costruzione di Fila Tri entra così nelle fasi conclusive dell’assemblaggio e del montaggio a  bordo delle attrezzature. Il varo del nuovo trimarano di Giovanni Soldini, che in questa sua nuova avventura ha il sostegno, oltre che di Fila, anche di Telecom Italia e OnBanca, è previsto per i primi di maggio. I prossimi mesi saranno quindi estremamente impegnativi per il Team Fila e per Giovanni Soldini che sta anche definendo i nomi dei componenti dell’equipaggio che porterà in regata Fila Tri nei primi appuntamenti della stagione agonistica, e in particolare nel Gran Prix in programma in Italia ai primi di luglio. Oltre ad alcuni componenti italiani e francesi del Team che ha costruito la barca, a bordo di Fila Tri è confermata la presenza dell’australiano Mitch Booth, medaglia di bronzo alle Olimpiadi del 1992 e medaglia d’argento, sempre nella classe del catamarano Tornado, ai Giochi del 1996 mentre proseguono i contatti con alcuni velisti italiani che hanno partecipato alle Olimpiadi di Sydney e tra questi Luca Devoti, medaglia d’argento nella classe Finn. Intanto a La Spezia continuano i lavori sull’altra imbarcazione del team di Giovanni Soldini: il monoscafo Fila, dominatore del giro del mondo.  Qui gli interventi interessano la chiglia e l’organizzazione delle manovre per preparare la barca all’Atlantiques Challenege: la regata a tappe e in equipaggio dall’Europa agli USA e ritorno che partirà il 7 luglio da Saint Malo, in Francia.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.