Alessandro Calvi: per il Natale Adotta un Delfino

ALESSANDRO CALVI: PER IL NATALE ADOTTA UN DELFINO, IL MODO PIU’ SEMPLICE PER AIUTARE LA RICERCA Roma, 02 dicembre 2008 – Alessandro Calvi, testimonial ufficiale della campagna di adozione di delfini e tartarughe del CTS (Centro Turistico Studentesco e Giovanile), lancia un appello per il Santo Natale: “Aiutiamo la ricerca sui delfini e tartarughe marine attraverso l’adozione di questi animali che la IUCN inserisce nella Lista Rossa delle specie a rischio di estinzione. Se non sai cosa regalare per il Santo Natale pensa ad un’idea originale alternativa ai soliti regali. Con poco puoi fare molto per finanziare lo studio e la ricerca”. Dopo il quarto posto nella staffetta 4×100 stile libero a Pechino e medaglia d’argento ai campionati nazionali assoluti, Alessandro si fa portavoce dell’impegno in favore degli animali: “L’adozione è semplicissima: basta andare sul sito www.ctsambiente.it cliccare sui banner “adotta” per ricevere tutte le informazioni sulle modalità di adozione e su Pinnabianca, Zorro, Mistral, Pioggia, Alaimo ed Alfa, e la tartaruga Martina. I neo-genitori riceveranno un kit contenente il certificato di adozione dell’animale prescelto, la sua foto e dei gadget.” Il CTS, Centro Turistico Studentesco e Giovanile, sviluppa da anni progetti per la salvaguardia di specie animali e habitat a rischio su tutto il territorio nazionale. Il tursiope, o delfino costiero, e la tartaruga marina Caretta caretta sono specie simbolo per la conservazione della biodiversità. Questi animali sono inseriti nella Lista Rossa delle specie minacciate dell’IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura). A metterli in pericolo l’intenso traffico nautico, l’inquinamento e le attività di pesca professionale: migliaia di tartarughe vengono accidentalmente catturate ogni anno in Mediterraneo e un gran numero di delfini finisce contro le imbarcazioni nautiche soprattutto nel periodo estivo. I Centri di Recupero sono dei veri e propri ospedali per la cura e la riabilitazione delle tartarughe marine, attrezzati con una sala operatoria, apparecchio a raggi x e vasche per la degenza delle tartarughe. Nati grazie a importanti progetti realizzati nell’ambito del programma LIFE Natura della Commissione Europea, si trovano a Linosa, a Cattolica Eraclea, a Brancaleone e nel Parco Nazionale dell’Asinara. Nei Centri Ricerca Delfini, invece, i biologi si occupano di studiare la consistenza numerica, la distribuzione e lo stato di salute delle popolazioni di tursiopi. I delfini vengono fotografati e identificati attraverso il loro marker naturale: la pinna dorsale. Questi Centri si trovano a Caprera, nell’Arcipelago della Maddalena e a Linosa, Isole Pelagie. Per maggiori informazioni: CTS Ambiente 06.64960384. www.ctsambiente.it

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.