Ancora una Vittoria per Mascalzone Latino Audi Team

La Maddalena, 02 giugno 2010 Mascalzone Latino Audi Team batte gli inglesi di Team Origin vincendo con un margine consistente: 35 secondi. Domani per il team di Vincenzo Onorato è in programma l’ultima regata del Round Robin contro Emirates Team New Zealand di Grant Dalton. La flotta è in attesa di conoscere dal Principal Race Officer come verrà modificato il formato di regata per i prossimi giorni, in modo da completare il programma decretando, domenica 6 giugno, il vincitore. Nel match contro gli inglesi di Team Origin, una squadra che vede al timone il fuoriclasse Ben Ainslie (quattro medaglie olimpiche) coadiuvato alla tattica da Iain Percy, che di medaglie olimpiche ne ha collezionate “solo due”, entrambe d’oro, Gavin Brady e i suoi Mascalzoni non sono impeccabili in partenza, ma riescono a tenersi più a destra del campo rispetto all’avversario. Entrambe le barche si dirigono verso il pin (boa dell’allineamento di partenza) e Mascalzone, essendo lo scafo sopravento, è il primo a beneficiare del rinforzo da destra, che gli consente di girare la boa di bolina con 10 secondi di vantaggio. Nel duello in poppa, gli inglesi non riescono a “rollare” i Mascalzoni ma nell’approccio al gate si avvicinano minacciosamente; un’errata manovra in ammainata costringe Team Origin a perdere metri preziosi. Sapremo più tardi che, nelle concitate fasi di manovra, il trimmer Mike Motti ha subito una forte distorsione alla caviglia e questo evento ha penalizzato le prestazioni del team britannico nella seconda parte della regata. Con la vittoria odierna Mascalzone Latino Audi Team si porta a 5 punti, nelle parti alte della classifica, superato solo da Artemis che di punti ne ha collezionati 6. “Oggi è stata una giornata tosta – afferma il tattico Morgan Larson – una giornata dove a fare la differenza sono stati i ruoli fisici dell’equipaggio, quelli dei grinder e i prodieri, non tanto noi del pozzetto. Una giornata nella quale abbiamo sbagliato il tempo sulla partenza, ma dove siamo stati aiutati da un pizzico di fortuna, perché gli inglesi sono uno dei team più forti in circolazione ed è sempre difficile batterli”. Gli fa eco Flavio Favini: “Una buona giornata, un punto in più, siamo contenti di come abbiamo manovrato con vento forte contro un avversario particolarmente impegnativo in condizioni come quelle odierne”.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.