Barcolana 37: Iscritti a Quota 560,confermata la Diretta Rai

Trieste – Iscritti a quota 560 per la 37.a edizione della Barcolana, in programma tra una sep timana nel Golfo di Trieste. Ma la festa, in città, è già iniziata il primo ottobre con la Young Barcolana, la regata dedicata alla classe Optimist, e ai velisti tra gli 8 e i 15 anni che ha visto la partecipazione di 260 ragazzini in mare e la vittoria della triestina Giulia Lantier. Intanto la Rai ha confermato la diretta televisiva nazionale della regata, che si somma al grande lavoro effettuato dalla redazione regionale. BARCOLANA, TORNA LA DIRETTA IN NAZIONALE DELLA REGATA La Barcolana torna ad avere la propria ribalta sulla Rai nazionale, con mezz’ora di diretta (senza finestre sultri sport, come invece avveniva in passato). La Rai nazionale seguirà la regata dalle 12.40 alle 13.15 in chiaro su Rai 3: se a quell’ora i primi saranno già arrivati, il programma sarà costruito sui festeggiamenti con una serie di approfondimenti sulla partenza, i passaggi alle boe e la grande festa in mare e a terra. Se invece il gruppo di testa non sarà ancora arrivato, la trasmissione si concentrerà sulle fasi decisive della regata. I telespettatori del Friuli Venezia Giulia, della Slovenia e della Croazia (gli ultimi due grazie al progetto di Tv transfrontaliera) potranno seguire una diretta ben più lunga: Rai Tre regionale, infatti, si collegherà con la Barcolana alle 9.45, e fino alle 12, per riprendere poi – con la diretta nazionale, come detto, dalle 12.40 alle 13.15. Ulteriori spazi dedicati alla regata saranno riservati nei telegiornali e nelle principali trasmissioni sportive della Rai, mentre nei prossimi giorni saranno resi noti i palinsesti delle altre emittenti nazionali e regionali. BARCOLANA, AGGIORNAMENTO ISCRITTI 560 imbarcazioni, delle quali oltre il 20 per cento provenienti da fuori regione: è questo il numero provvisorio degli iscritti a una sep timana dal via, destinato a crescere nei prossimi giorni. I grandi scafi che partecipano alla regata hanno presenziato ieri al Trofeo Bernetti, tradizionale appuntamento organizzato dalla Società nautica Pietas Julia di Trieste, che con 202 scafi d’altura in mare ha segnato l’avvio del grande autunno velico triestino. I big non si sono fatti attendere: sono già pronti in Golfo, infatti, Maxi Jena di Mitja Kosmina, secondo nelle ultime tre edizioni della Barcolana, Esimit Europa di Igor Simcic (vincitore nel 2004 nella classe Maxi), Veliki Viharnik di Dusan Puh (ex Brooksfield) e, ultimo arrivato ma molto atteso, Ourdream, il Maxi vincitore delle principali regate del circuito mediterraneo dedicato ai grandi scafi, armato da un gruppo di imprenditori veronesi, già in regata ieri. Programma diverso, invece, per “Trieste Provincia di…” lo scafo armato dalla Sailing Planet con il contributo della Provincia, che da ieri ha iniziato il proprio “programma sociale”, portando in mare per un allenamento un gruppo composto da 30 ragazzi delle scuole vela della regione. Emozionatissimi, i giovani – tutti con meno di 16 anni – hanno manovrato il 98 piedi australiano sotto le direttive di Lorenzo Bressani, Stefano Spangaro e Furio Benussi, che compongono il pozzetto del grande scafo candidato alla vittoria della Barcolana. YOUNG BARCOLANA, VITTORIA PER LA TRIESTINA GIULIA LANTIER Una grande festa in mare e a terra: la Young Barcolana ha visto, dopo due edizioni caratterizzate da pessime condizioni meteo, un sabato da leoni – con tre prove disputate per gli Juniores e due per i piccoli Cadetti – e una domenca con vento teso: i 256 ragazzi al via, provenienti da Italia, Slovenia, Croazia, Austria, Grecia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Germania e Polonia hanno regatato al meglio nel Golfo di Trieste. Vittoria assoluta, nella classe Juniores per l’atleta della Società velica di Barcola e Grignano Giulia Lantier, seguita dal tedesco Julian Autenrieth e dal triestinoAugusto Poropat, mentre un altro atleta della Svbg, Tommaso Rizzo ha chiuso in quarta posizione. Per quanto riguarda i Cadetti, vittoria del lombardo Maximilian Kuester (Circolo della Vela Bellano) seguito da altri due portacolori di sodalizi del Friuli Venezia Giulia: Francesca Russo Cirillo (Società Triestina della Vela) e Alessandro Milan (Società Nautica San Giorgio). Per tutti, la soddisfazione di esserci e i tantissimi premi messi a disposizione dall’organizzazione grazie al contributo dell’Unicredit. A terra, oltre cinquecento studenti delle scuole triestine hanno partecipato all’ex tempore di pittura: da domani si riunisce la commissione, e il disegno che vincerà diventerà il manifesto della Young Barcolana edizione 2006. ALTRE INIZIATIVE – TROFEO FUORIVENTO Condizioni meteo ottimali anche sulla seconda edizione del trofeo Fuorivento, manifestazione che porta in mare ragazzi assistiti dalle polisportive per l’integrazione sociale. La vittoria è andata alla polisportiva “Và Pensiero” di Parma, che nel match-race finale ha battuto la rappresentativa “Fuoric’entro” di Trieste, in una due giorni di regate di grande successo sotto il profilo sportivo e d’integrazione sociale. Fondamentale l’apporto dei velisti professionisti della Guardia di Finanza di Gaeta (Romolo Emiliani, Vittorio Rosso, Andrea Casali) e di alcuni promettenti talenti velici dell’Istituto Tecnico Nautico di Trieste, che si sono alternati in regata sui veloci monotipi J24, in una manifestazione organizzata dal coordinamento regionale dell’ Associazione Nazionale delle Polisportive per l’Integrazione Sociale e da Marina San Giusto Yacht Club. All’evento, disputato a bordo di 3 J24 nello specchio di mare di fronte alla Capitaneria di Porto di Trieste, hanno partecipato oltre cinquanta ragazzi delle polisportive. APPUNTAMENTI DI DOMANI LUNEDI’ 3 OTTOBRE Al via lungo le Rive, a bordo delle due TuttaTrieste, la prima edizione del Trofeo Alpe Adria Match race

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.