Barcolana 37: tra le Regine dei Mari Arrivano i Vichinghi

Trieste – Sono già 763 le imbarcazioni iscritte (delle quali 232 triestine). Alla regata parteciperà anche una barca vichinga e l’immancabile Nibbio. Tecnologia virtuale a bordo dei super maxi. SONO GIA’ 763 GLI ISCRITTI ALLA BARCOLANA A soli cinque giorni dalla regata e con le previsioni che danno sole ed una leggera brezza sui 10 nodi, le iscrizioni alla segreteria della Svbg stanno crescendo sensibilmente. Ad oggi hanno perfezionato la propria partecipazione ben 763 imbarcazioni: le barche triestine iscritte sono attualmente 232, e per quanto riguarda il Trofeo città di Trieste, che verrà assegnato alla società cittadina che parteciperà con più imbarcazioni, la situazione vede in testa la Triestina della Vela che può contare su 31 scafi. Segue al secondo posto la Lega Navale Italiana (24), Yacht Club Adriaco (18) e Polisportiva San Marco (13). Esce dalla classifica la Società velica di Barcola e Grignano, che non concorre per il titolo Trofeo Città di Trieste, con 77 barche al via. Sul fronte invece della “dimensione media” degli scafi, la IV categoria è al momento la più numerosa, con 117 barche della lunghezza di circa dieci metri, mentre sono 97 gli armi compresi tra gli 8,5 – 9,5 metri. ARRIVANO I VICHINGHI Si rinnova l’entusiasmo per la 37.a Barcolana. Sulle rive si stanno allestendo gli stand per il Barcolana Sailing Show, mentre le banchine cominciano a riempirsi di alberi. Alla grande festa di Trieste non vuole mancare nessuno e ormeggiate davanti al salotto buono della città si possono ammirare nuove e vecchie glorie dei mari. Alla regata parteciperà anche il mitico Nibbio. Nel pomeriggio l’anziano armatore Bruno Rossetti, che non ha saltato nessuna edizione della manifestazione, ha personalmente iscritto l’imbarcazione. Sarà presente anche un armo vichingo: si tratta del coloratissimo Odysseus dell’ucraino Igor Meznik. L’equipaggio oggi ha provato qualche bordo sorseggiando, tra una virata e l’altra, della buona vodka. Tra le regine del mare non mancherà la bellissima La Sorella di Gianni Cossi, che batte bandiera dello Yacht club Adriaco. Si tratta di un cutter aurico del 1858 di nove metri. La Svbg per omaggiare il legno gli ha assegnato il mascone numero 1858. A testare le correnti del Golfo anche La Fenice: l’imbarcazione, classe maxi, ha ospitato a bordo nel 2001 il giocatore del Milan Boban: ormai nella leggenda marinara le dotazioni interne dello scafo, da una vera e propria doccia a prua, a un enorme televisore a colori sul tavolo di carteggio. IL VIRTUAL A BORDO DI QUATTRO SUPERMAXI Saranno i quattro supermaxi Esimit, Maxi Jena, Trieste, Provincia di… e Damiani Ourdream ad avere a bordo l’apparato Virtual di Arsenal. Si tratta di un sofisticato sistema satellitare per la rilevazione in tempo reale e la ricostruzione grafica in realtà virtuale della posizione delle barche sul campo di regata in relazione al vento e al percorso completo. Questo strumento, realizzato con tecnologia e know how triestino dalla webfactory Arsenal, verrà usato nel corso della diretta televisiva della Rai e permetterà a migliaia di persone di seguire la progressione grafica della regata. TRIESTE PROVINCIA DI PER IL SOCIALE Nel corso della giornata l’equipaggio del supermaxi “Trieste, Provincia di…” ha portato in mare i ragazzi diversamente abili dell’Anfas di Trieste e del Polo disabili della scuola Carducci. Per i giovani ospiti stare nel pozzetto del maxi yacth assieme a Lorenzo Bressani, Furio Benussi e Stefano Spangaro è stata un’esperienza unica, che ha emozionato anche i tre velisti triestini della Sailing Planet. ISTRUZIONI PER L’USO Da domani verrà distribuito gratuitamente sulle rive, grazie alla collaborazione dei ragazzi dell’Istituto Nautico di Trieste, i volontari della Barcolana, un opuscolo contente tutte le informazioni utili per gli ormeggi. A Trieste, infatti, arriveranno oltre 1300 imbarcazioni da fuori. L’opuscolo realizzato dalla Svbg in collaborazione con l’Aiat, fornirà anche informazioni utili sui posti migliori da dove osservare la regata e sulle bellezze della città da andare a visitare. Il fascicolo, in diecimila copie, sarà anche distribuito all’Infopoint, negli alberghi e nella sede dell’Aiat. KOSMINA VINCE IL PRIMO TROFEO OMV ALPE ADRIA MATCH RACE E’ lo sloveno Mitj Kosmina il vincitore del primo Trofeo Omv Alpe Adria Match Race conclusosi oggi nello specchio acqueo antistante le rive cittadine a bordo delle barche gemelle Tutta Trieste 1 e 2. L’equipaggio italiano capitanato da Lorenzo Bodini si è dovuto accontentare della seconda piazza avendo perso lo scontro diretto proprio contro gli sloveni. Da domani, sino al prossimo sabato si svolgerà la Fincantieri Cup. Una regata su imbarcazioni monotipo, Solaris 36 OD che vedrà in mare alcuni dei protagonisti della prossima Barcolana. Terminate le prime giornate caratterizzate da reagate di flotta, le imbarcazioni in testa alla classifica si affronteranno per il successo finale con la formula del match race.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.