Big Blu – Rome Sea Expo

Una fiera completa, per tutti gli amanti del mare Fiera Roma, 9-12 marzo dalle 10 alle 20 Pre apertura Gommoshow e Boat Show, 8 marzo dalle 14 alle 20, ingresso gratuito Roma, 1 marzo 2007 – Big Blu – Rome Sea Expo è la prima edizione della fiera romana interamente dedicata al sep tore della nautica e pensata per tutti gli amanti del mare. Una fiera che racchiude diversi saloni e che ha raggiunto un successo confermato dai numerosi espositori che hanno dato la loro adesione (più di 500) e che saranno ospitati in otto padiglioni per un totale di 80.000 metri quadrati espositivi. Un sep tore, quello della nautica, che si conferma motore dell’economia italiana: – il valore della produzione italiana delle imbarcazioni di unità da diporto si attesta attorno a 2,5 miliardi di Euro con un incremento del 9%. – Il contributo dell’industria nautica al PIL nazionale, comprensivo dell’indotto diretto, per l’anno 2005, si attesta in valore attorno a 2,8 miliardi di Euro. – Il numero complessivo degli addetti diretti della nautica sono stimabili in 18.000 unità. – L’Italia si riconferma buona esportatrice di imbarcazioni per la nautica da diporto, vendendo all’estero oltre il 60% del valore della produzione. – Il dato complessivo del fatturato nautico del comparto della produzione di imbarcazioni da diporto ammonta nel 2005 a 2886 milioni di euro.(fonte UCINA) Una kermesse per coinvolgere pubblico ed operatori, in un percorso che si estende dalla subacquea alla nautica da diporto, dai sapori del mare agli sport acquatici, dai convegni alle esibizioni sportive. Più saloni, che hanno come unico denominare il mare. Boat Show, in particolare, è il Salone della nautica, degli accessori, dell’attrezzatura e dei servizi per il diporto nautico. Alla sua prima edizione, Boat Show si mostra come uno spazio espositivo dedicato alla nautica, con un padiglione dedicato anche alla cantieristica laziale, in collaborazione con il Consorzio Si.Re.Na. Obiettivo di Boat Show è la promozione della cultura del mare, che comprende l’andar per mare, ma anche il turismo, la cucina, l’abbigliamento e lo sport,. Eudi Show, il Salone Europeo delle Attività Subacquee, giunto alla sua quindicesima edizione amplierà ulteriormente l’incredibile offerta di attrezzature per la subacquea e l’attività legata all’immersione. Per gli appassionati dei fondali marini è in programma anche la nona edizione di Pelagos, Festival Internazionale dell’Immagine Sottomarina, che si propone ormai sui livelli del prestigioso Festival di Antibes. Una parte importante del sep tore nautico sarà costituita da Gommoshow, la manifestazione nautica dedicata ai gommoni e pensata per i gommonauti. Mostre, workshop, ed eventi costituiranno i momenti caratterizzanti. In particolare, ampio spazio sarà dedicato alla diffusione della cultura e dei concetti del turismo ecosostenibile, per illustrare le nuove politiche di sviluppo rivolte al miglioramento delle infrastrutture e per la realizzazione di sistemi produttivi locali capaci di creare valide opportunità di lavoro. Tutto attraverso la presenza ed il coinvolgimento di enti, istituzioni e privati. Ed ancora, sep tori espositivi dedicati all’accessoristica, ai sapori del mare, con degustazioni ed aste del pescato, agli sport del mare, ai servizi per la nautica ed un’area specialmente rivolta ai luoghi del mare: uno spazio riservato al turismo nautico, lacustre e fluviale, in cui affrontare le proposte e i prodotti turistici che sono legati al tema dell’acqua, quali escursioni e crociere, approdi, darsene, rimessaggi, porti privati e pubblici, multiproprietà e residence, charter e località marittime. In particolare verrà dato ampio spazio all’attività di charter nautico su yacht e barche a vela: una soluzione che sempre più si sta affermando quale alternativa alle principali mete turistiche. A poche sep timane dall’inizio della XXXII America’s Cup non poteva di certo mancare anche una sezione interamente dedicata alle vele. Un evento realizzato in collaborazione con la FIV che proporrà un’area nella quale saranno esposte, armate con le vele issate, tutte le classi olimpiche della vela. Saranno presenti inoltre le Scuole di Vela e sarà allestita, a cura di Ucina, che promuoverà Navigar m’è Dolce, una speciale vasca dotata di ventilatori dove navigheranno barche a vela per esibizioni e mini-corsi. Qui si potranno provare derive e windsurf, ma anche osservare i campioni in brevi regate o match-race. Big Blu si presenta quindi al pubblico e agli operatori del sep tore come un’onda di novità tecniche, che saprà conquistare i visitatori con molteplici iniziative e coinvolgere tutti gli addetti ai lavori. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.bigblu.it. ALCUNI DATI DELLA NAUTICA ITALIANA I singoli comparti della cantieristica 1 – le unità a motore entrobordo e entro-fuoribordo si confermano in termini di fatturato in costante crescita La produzione nazionale di queste unità è di 2148 milioni di euro. 2 – le unità a motore fuoribordo: la produzione nazionale di queste unità è di 98 milioni di euro, composti da 42 milioni di euro dati dalla produzione nazionale destinata al mercato interno. ll fatturato globale del comparto è valutato in 117 milioni di euro. 3 – le unità a vela: la produzione di unità a vela costituisce il secondo sottocomparto della cantieristica nautica in termini di produzione e di fatturato realizzato; le unità a vela fatturano un importo complessivo pari a 234 milioni di euro. 4 – le unità pneumatiche: per quanto concerne il valore della produzione nazionale del sep tore delle unità pneumatiche esso è pari a 123 milioni di euro. Il fatturato nautico del comparto della produzione di unità pneumatiche ammonta a 131 milioni di euro Il comparto degli accessori Per quanto concerne la produzione di accessori per il mercato della nautica, si può stimare un fatturato complessivo di 1243 milioni di euro per il comparto degli accessori. Si può considerare che il fatturato complessivo del sep tore sia suddiviso in 925 milioni di euro, che costituiscono la produzione nazionale, e circa 319 milioni di euro riconducibili all’import. La produzione nazionale è destinata per il 29% (268 milioni di euro) all’esportazione diretta tale percentuale sale al 67% (623 milioni di euro) se si considera la successiva esportazione una volta installata su imbarcazioni dirette al mercato estero. lI comparto dei motori Con riferimento alla produzione di motori, il valore del fatturato nautico in 440 milioni di euro. Si può considerare che questo importo sia suddiviso in 99 milioni di euro, che costituiscono la produzione nazionale e circa 341 milioni di euro riconducibili all’import. L’occupazione è pari a circa 912 addetti per il comparto dei motori.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.