Campionato del Mondo Mumm 30: un Inglese al Comando

Italiani un po’ sottotono, Alina a parte Cagliari, 3 ottobre 2001. Si sono svolte oggi nel golfo degli Angeli, a Cagliari, le prime due prove del Campionato del Mondo Classe Mumm 30. L’organizzazione della manifestazione è stata affidata allo Yacht Club Cagliari con il supporto di WIND Telecomunicazioni, Audi e BNL. Con un vento di scirocco, tra i 14 e i 16 nodi, alle 10.30 è stato dato il via alla prima regata. Le 44 imbarcazioni iscritte, provenienti da Australia, Malesia, Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Olanda e naturalmente Italia si sono date battaglia per l’intero percorso, un bastone di circa 8 miglia. Primo al traguardo è risultato Olympus di Luca Servadei con il tattico cagliaritano Andrea Mura. Alle sue spalle si è piazzato l’anglosassone Panther AMG di Simon Sarsfield e terzo Alina di Maurizio Abbà condotta da Luca Valerio. Undicesimo Pelaschier con Parimor ö Elfa, diciassettesimo Vasco Vascotto su Chyenne, diciottesimo Lorenzo Bressani su Ilte.net ö WIND dei romani Pierpaolo Cristofori e Bagio Menditto. La prima posizione nella seconda regata è stata conquistata nuovamente da un cagliaritano Roberto Pardini su Mummy che ha preceduto Asterix dell’ingelese Evans David e Metallurgica Calvi condotta da Luca Falcioni. Decimo si è piazzato Pelaschier, sedicesimo Bressani, diciottesimo Vascotto e ventiduesimo Benussi. Dopo due prove al primo posto in classifica generale c’è Panther AMG (GBR), secondo Alina (ITA) e terzo Rainbow (GER): Domani alle ore 10.30 sono in programma tre prove.

sull'autore

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.