Campionato Internazionale per Non Vedenti

GIA’ A MONDELLO I DIECI EQUIPAGGI CHE PRENDERANNO PARTE AL CAMPIONATO INTERNAZIONALE PER NON VEDENTI Domani sera la cerimonia di inaugurazione presso la sede del Club “Roggero di Lauria” Palermo, 30 Ottobre 2007 – Già a Mondello i dieci equipaggi, provenienti da sei diverse Nazioni, che da giovedì prenderanno parte alle regate dell’Homerus International, Campionato Internazionale di vela a Match-Race per non vedenti. Presso la sede del Club Canottieri “Roggero di Lauria”, base operativa dell’evento, stamani sono proseguiti i tests delle imbarcazioni e la registrazione dei concorrenti, alcuni dei quali sono scesi in acqua per i primi allenamenti. Per domani sono previste le visite mediche di idoneità, la messa a punto delle attrezzature e allenamenti nello specchio di mare nel quale verrà disegnato il campo di regata. Domani sera alle ore 20,00, presso il “Roggero di Lauria” si terrà la cerimonia di inaugurazione della manifestazione con l’intervento degli equipaggi, autorità, giornalisti e appassionati. Durante la cerimonia il commentatore dell’America’s Cup de “La 7” Paolo Cecinelli curerà un collegamento in diretta con il Palacongressi di Riva del Garda dove è in corso il Forum su “Psichiatria e barca a vela, quale connubio?” nel quadro dell’11^ edizione di “Navigando nel grande mare della solidarietà”, meeting nazionale dedicato alla vela-terapia. Da Riva del Garda interverranno il giornalista di RAI Sport Giulio Guazzini e Sandro Pellegrini che presenteranno “Navigando Movie”, con i video e i filmati sull’attività di vela-terapia svolta negli ultimi anni in Italia. L’iniziativa dell’Assessorato Regionale al Turismo della Regione Sicilia e del Comune di Palermo di fare svolgere quest’anno a Palermo l’Homerus International è stato accolta con particolare entusiasmo dalla sezione provinciale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, la più numerosa d’Italia con i suoi 5.000 iscritti, a testimonianza che nel sud, ed in Sicilia in particolare, l’elevato numero di persone con gravi difficoltà di vista costituisce un grosso problema sociale: “Per la nostra associazione – dice il presidente provinciale Giuseppe Scaccia – questa manifestazione, al pari di qualsiasi altro evento sportivo che vede protagonisti dei minorati della vista, costituisce occasione preziosa per la loro integrazione nella società. Anche la vela dimostra ai non vedenti che hanno tante potenzialità da potere sviluppare attraverso lo sport, uno dei veicoli più importanti per potersi confrontare con se stessi e con gli altri”.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.