Campionato Mondiale Mumm 30 All’Elba

A Portoferraio, organizzata dal Mascalzone Latino Sailing Team con il Comitato Circoli Velici Elbani, una delle più prestigiose manifestazioni agonistiche della stagione Portoferraio, 27 sep tembre 2003 – Una flotta di 45 imbarcazioni monotipo della classe Mumm 30 è attesa a Portoferraio nella prima sep timana di ottobre per disputare il Campionato del Mondo 2003: un evento di grande prestigio voluto da Vincenzo Onorato che ha garantito alla classe internazionale lo svolgimento di una delle più prestigiose manifestazioni veliche in campo internazionale,dopo che la località francese scelta per questíanno aveva dovuto rinunciare ad ospitarla. Il Mascalzone Latino Sailing Team di concerto con la Classe Internazionale Mumm 30 e con il supporto del Comitato Circoli Velici Elbani, associazione di circoli velici dellíisola presieduto da Piero Canovai,ha reso possibile ancora una volta allíElba la presenza di una manifestazione di grandissimo livello tecnico. Nella sep timana dal 3 all’11 ottobre prossimi, le banchine della Calata Mazzini della cittadina elbana vedranno ormeggiate imbarcazioni provenienti da tutto il mondo: ci saranno team in rappresentanza di Australia, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Montecarlo, Olanda, Svezia, Svizzera, USA nonchè la quasi totalità della flotta italiana che saranno in gara per conquistare il titolo iridato, titolo peraltro già conquistato dagli equipaggi del nostro paese nelle ultime tre edizioni del campionato. Infatti nel 2000 a Miami fu Breeze di Vincenzo Onorato a conquistarlo, mentre nel 2001 a Cagliari e nel 2002 ad Annapolis (USA) la vittoria andò ad Alina di Maurizio Abbà. Fra gli italiani iscritti oltre a Mascalzone Latino, lo scafo blu dello skipper armatore della compagnia di navigazione Moby che alla tattica ha ingaggiato il neozelandese Murray Jones del team Alinghi, ci saranno il vincitore del Circuito Italiano 2003 conclusosi a Cavo, Kismet dei fratelli carpigliani Stefano e Massimo Leporati (alla tattica il velista delle Fiamme Gialle, il palermitano Francesco Bruni), il Campione Europeo in carica Cheyenne Pioneer dei torinesi Claudio Recchi e Carla Silva Ubertalli che si avvarrà del tattico neozelandese Pepper Hamish, il Campione Italiano dello scorso anno Metallurgica Calvi del pesarese Carlo Alberini (tattico il romano Enrico Passoni), un equipaggio interamente femminile con Moby Mordilla e capitanato dalla genovese Paola Porta, Bagua del romano Andrea Cecchetti con il trestino Vasco Vascotto, skipper della prossima sfida alla Coppa America di Mascalzone Latino, Maga Joanna del napoletano Paolo Parente che imbarcherà nel ruolo di tattico, l’inglese Adrian Stead, Enfant Terrible del ligure Gianluigi Serena che ha ingaggiato un altro velista di Coppa America, il carrarino Tommaso Chieffi. Completeranno la flotta italiana in gara Wind Seven dei romani Pierpaolo Cristofori e Biagio Menditto con il triestino Lorenzo Bressani alla tattica, Parimor Thule del presidente della Classe Mumm 30 italiana, il bolognese Fausto Rubbini con Matteo Ivaldi nel ruolo di tattico, gli equipaggi partenopoei di Mummas VI dei fratelli Massimo e Umberto Battista (timoniere Luca Simeone, tattico l’olimpionico di Star Giorgio Gorla),la Marachella di Dri Dri di Leopoldo Gimmelli e Marco Pecorella (tattico Francesco Ivaldi) e Le Coq di Raimondo Cappa con il giovane Pierluigi De Felice alla tattica, Argoclima Itai Doshin del livornese Leonardo Martelli (timoniere Tommaso Del Rio, tattico il triestino Gabriele Benussi,  Bitipi del milanese Savino Formentini con il tattico sanremese Flavio Grassi, fiamma dei romani Alessandro Barnaba e Matteo Del Fante con il tattico sloveno Branco Brcin e le imbarcazioni portacolori del Circolo della Vela Marciana Marina Mummy Two del reggiano Andrea Bartoli e Dream in action del bolognese Maurizio Volontè. Infine saranno in gara anche alcuni team italiani al loro debutto nella classe, Mummy Two del bolognese Mauro Venceslai e Shining Jr charterizzato dall’alassino Alessandro Zampori che avrà a bordo i liguri Gianni Sommariva nel ruolo di tattico e Pietro DíAlì in quello di randista. Il programma della manifestazione si aprirà venerd’ 3 ottobre con l’inizio dei controlli di stazza, operazioni che si protrarranno fino a domanica 5 ottobre mentre nei giorni 6 e 7 ottobre verrà disputata la Moby Cup, regate di “riscaldamento” in vista delle prove iridate ufficiali. Il giorno 7 ottobre a fine regate è previsto il briefing riservato a tattici e skipper e la giornata si concluderà con la cerimonia ufficiale di apertura del Campionato Mondiale Mumm 30. MercoledÏì8 ottobre alle 11.30 verrà dato il colpo di cannone della prima delle 11 prove previste su percorso a bastone sul campo di regata che sarà posizionato al largo di Portoferraio. Infine sabato 11 ottobre dopo le ultime due prove previste dal programma si svolgerà la premiazione del vincitore per l’anno 2003. Il quartier generale dell’evento  sarà ospitato a bordo della nave Moby Fantasy, messa disposizione da Moby in qualità di sponsor principale cui si affiancheranno altri side sponsor di prestigio come Audi, la nota casa automobilistica tedesca già sponsor del Circuito Italiano della classe e la Gazzetta dello Sport. La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Portoferraio

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.