Canottaggio: il Trofeo del Redentore Targato Carive Sogna la Sfida con Oxford e Cambridge

La Cassa di Risparmio di Venezia tiene a battesimo il neonato Comitato delle Società di Canottaggio di Venezia e sponsorizza tre nuove regate Nasce un nuovo Trofeo del Redentore di canottaggio e spunta il sogno di una sfida nel canale della Giudecca con gli equipaggi di Oxford e Cambridge. C’è anche questo nel progetto di rilancio messo a punto dal neonato “Comitato delle società di canottaggio di Venezia”, che riunisce Canottieri Bucintoro, Diadora, Giudecca, Mestre, Querini e Virtus Murano, in collaborazione con la Cassa di Risparmio di Venezia. Sei società per un unico Comitato, dunque, e soprattutto per un circuito tutto nuovo di tre regate che si disputeranno nel 2005: una al Lido nel mese di aprile o maggio; un’altra in sep tembre a Mestre davanti al Parco di S.Giuliano ma l’evento clou sarà in centro storico, appunto nel canale della Giudecca, in concomitanza con la festa del Redentore il prossimo luglio. Le novità sono state presentate ieri nella sede centrale della Cassa di Risparmio di Venezia che, per concretizzare i propositi di rilancio del canottaggio in laguna, fungerà da partner unico della triplice manifestazione. In particolare, la regata nel canale della Giudecca riprende la vecchia tradizione del Trofeo del Redentore, in iole a otto, che si è interrotta nel ’73. Per Emilio Vianello, relazioni esterne di Carive, “mettere in acqua iniziative come queste serve anche ai veneziani per porre all’attenzione delle autorità il problema del moto ondoso”. E qua Vianello, artefice di altre manifestazioni come Carivela e Carivoga, ha lanciato l’idea di portare a Venezia i mitici equipaggi di Oxford e Cambridge per una regata di prestigio che veda in acqua anche un armo tutto veneziano. “Per gli allenamenti i nostri atleti sono costretti a rifugiarsi negli specchi d’acqua più riparati e nascosti, ma se uno sport non viene visto non viene nemmeno praticato – ha detto Paolo Filippini, presidente della Canottieri Diadora – il primo passo è stato quello di riunirci per utilizzare al meglio le risorse di esperienza, professionalità e attrezzature dei singoli sodalizi: è nato così un Comitato che, allo scopo di diffondere e propagandare la voga soprattutto tra i giovani, organizzerà regate ed altre iniziative che hanno subito trovato l’adesione della Cassa di Risparmio di Venezia”. Per la presentazione del circuito di regate promosse dal Comitato ha voluto essere presente anche il vicepresidente nazionale della Federazione di canottaggio: “Pensare a tre regate di canottaggio l’anno prossimo a Venezia è qualcosa di eccezionale per tutto il movimento – ha detto Renato Nicetto – dobbiamo abituare i giovani a sacrificare un po’ del loro tempo per fare del canottaggio”. Alla conferenza stampa erano presenti anche Roberto Sussberg in rappresentanza del vicesindaco Michele Mognato, il presidente del Coni provinciale Gianluigi Levorato, il delegato federale Silvio Testa e i presidenti delle società di canottaggio coinvolte: Lucia Diglio della Canottieri Bucintoro, Paolo Filippini della Canottieri Diadora, Paolo Bertan della Canottieri Mestre, Piero Ragazzi della Canottieri Virtus Murano e Guido Sesani vicepresidente della Canottieri Querini.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.