Centomiglia: Domani al Via 345 Imbarcazioni Provenienti da 20 Paesi

50 anni di vela sul lago di Garda con la CENTOMIGLIA di domani al via 345 imbarcazioni di 20 nazioni, suddivise in tre gruppi. GARGNANO (Brescia). Mezzo Secolo di sfide veliche sul lago di Garda, una regata in acque non marine che nel nome ricorda la mitica Mille Miglia, l’altra gara di questa terra di Lombardia. E’ la Centomiglia che domani festeggerà la sua 50° edizione. Il suo percorso si sviluppa sull’intero periplo del Benaco, il più grande e navigato bacino italiano. Per festeggiare quest’edizione si sono fatte le cose in grande, una serie di manifestazioni di contorno di musica e cultura chiamate “Vela evento”, un ricco calendario di regate apertosi con il 34′ trofeo Riccardo Gorla, la mezza Centomiglia nella parte alta del lago, il Campionato d’Europa del monotipo Asso 99, la Cento week per le classe monotipo più piccole. Nel trofeo Gorla di domenica scorsa non è mancato il giallo con la squalifica di “Megayte-Raffica” la barca che aveva tagliato per prima il traguardo. L’affermazione è andata a “Principessa” dell’austriaco Joschi Entner che ha preceduto “Zeta Line” con due uomini di Luna Rossa, Michele Ivaldi e Claudio Celon. Nel gruppo 2 si è imposta “Bravissima” di Andrea Rachelli del lago Maggiore, nel gruppo 3 dal “Protagonist- Baffun” del milanese Giampi Curani. La classe più affollata, quella dell’Asso 99, con ben 51 scafi al via, ha fatto registrare l’affermazione del campione olimpionico di Venezia, Dodo Gorla. In ambito culturale è stata promossa una mostra dedicata ai 50 anni della gara, un volume di oltre 250 pagine con le immagini dalla prima all’ultima regata. La vittoria nel 1951 di “Airone”, un 6 metri stazza internazionale della Compagnia della Vela di Venezia, poi le affermazioni di grandi e titolati skipper come Giorgio Falck, i fratelli svizzeri Fehlmann, l’olimpionico Albarelli, campioni gardesani come Scala, Benamati, Valerio, Cassinari, tutta gente che vanta titoli mondiali ed europei nelle classi olimpiche e dell’altura. Al via si annunciano 350 barche in rappresentanza di 20 nazioni, addirittura una barca che arriva dall’Algeria, dal Circolo Nautico di Algeri. I Gruppi, ed i relativi percorsi saranno 3, tre anche i trofeo il conte Bettoni, il Regione Lombardia, il Comune di Gargnano. Il pubblico potrà seguire dal grande battello a pale “Italia” oppure dalle strade del Parco Alto Garda della Regione Lombardia, o dalle alture del Monte Baldo e della Rocca di Manerba. Si parte alle 8.30 e si andrà a sud (dopo un veloce tratto in bolina) verso Desenzano e Sirmione, quindi l’alto lago con Limone, Malcesine, Brenzone. L’arrivo è previsto in prima serata. Le flotte saranno divise in tre gruppi. La classe più affollata si annuncia quella degli Asso con i campioni olimpionici Gorla e l’ungherese Detre con favorito Luitpold von Bayer, il bis nipote di Ludwig III di Baviera. Tra i grandi “maxilibera” le barche costruite appositamente per questo traguardo ci saranno “Megabyte” con Luca Valerio e i fratelli Cassinari, “Zeta Line” di Tonoli e due di Luna Rossa, Celon ed Ivaldi, “Principessa-Audi” con l’austriaco Joschi Entner e l’ex campione del mondo delle Star Roberto Benamati.

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.