CERRI RINFORZA IL MANAGEMENT E VENDE UN NUOVO 102′

Avenza, 13 gennaio 2015_ Il cantiere navale Cerri con sede ad Avenza, Carrara inaugura il 2015 con l’acquisizione di una nuova commessa, scafo no. 5 della linea Cerri 102’ Flyingsport e presenta una nuova struttura organizzativa.

Dopo aver maturato importanti esperienze come Amministratore Delegato in Mondomarine e Baglietto, Diego Michele Deprati, ingegnere, classe 1963, è il nuovo Chief Executive Officer del Cantiere carrarino. Con lui, a rinforzare la squadra, l’ing. Guido Penco, già Direttore Tecnico di Baglietto al quale viene affidata la direzione tecnica e Giulio Bertani, responsabile commerciale al quale spetta il compito del rilancio del marchio toscano sul mercato internazionale. Carlo Cerri, fondatore del brand, mantiene il ruolo di Presidente. Completano il team Adone Pucci, Direttore del Cantiere e Raffaella Daino, Responsabile Comunicazione e Marketing anche di Baglietto.

Il nuovo team appena insediato ha già raggiunto un primo importante risultato siglando un nuovo contratto per il quinto scafo della linea Cerri 102’ Flyingsport destinato ad un armatore italiano. Questa commessa fa seguito ad un altro significativo successo raggiunto la scorsa estate con la vendita di un Cerri 86’ Flyingsport ad un cliente americano e presentato in anteprima mondiale allo scorso salone di Fort Lauderdale.

Grazie alla nuova struttura organizzativa e al suo importante know-how, i progetti strategici del cantiere di Carrara prevedono oltre al rinforzo della produzione in vetroresina, core business del marchio, anche l’ampliamento della gamma offerta che permetterà al cantiere di entrare nei mercato del “su misura” con 2 linee fully custom.

Al restyling delle 2 serie di maggior successo – il Cerri 102’ Flyingsport ed il Cerri 86’ Flyingsport- di cui si mantengono i concetti ornamentali caratterizzanti con tocchi di modernizzazione in linea con i tempi, si affiancheranno 2 nuove produzioni di imbarcazioni in acciaio e alluminio e/o tutto alluminio. Sono infatti allo studio un progetto per la produzione di una gamma di piccoli superyacht da 24 a 35m e di una linea di imbarcazioni tipo “Expedition” da 30m a 35m. Questo darà al cantiere Cerri la possibilità di proporre alla clientela internazionale una gamma di prodotti completa.

“Sono molto felice di questa nuova opportunità – commenta l’ing. Deprati – Cerri è un una realtà ancora piccola e con impronta italiana ma credo che i nostri programmi, aggiunti all’entusiasmo e alla forte motivazione di tutto il team, possano in breve farci raggiungere obiettivi sorprendenti. Stiamo concludendo accordi con progettisti importanti, alle nostre spalle abbiamo un grande gruppo, il Gruppo Gavio, che è garanzia di solidità e serietà e le nostre esperienze pluriennali nel campo della nautica da diporto di grandi dimensioni credo possano rappresentare motivi di confidenza per chi deciderà di affidare a noi il suo sogno”. 

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.