Chi 2110 Mutua Madrilena, Niente Allungo nella Lunga

Piccola scivolata in classifica – da secondo a quarto – punti importanti quelli persi oggi per la graduatoria: il punteggio parla chiaro, dal primo al quarto, ballano otto punti. Tre posizioni perse all’ultima bolina, qualche errore di troppo – malgrado una velocità alla pari con gli altri – sono la chiave di lettura della prestazione di Mutua Madrilena. Regata perfetta per Bribon, Dean Barker pennella geometrie perfette e senza nessuna sbavatura, il Maestro intanto, fa il suo “compitino” e mantiene la vetta della classifica: secondo di giornata. A chiudere il terzetto di testa, El Desafio, la coppia Cutler-Hutchinson da del filo da torcere a tutti. Terza giornata dedicata alla prova costiera, a Palma, per la 27^ edizione della Copa del Rey. Un percorso, studiato con attenzione dal Comitato di Regata per la flotta degli “Oceanici” Vor 70, i Tp52 e gli Swan 45, miscelati sullo stesso campo, con partenza differenziate a seconda della “velocità espressa.” Ventisei miglia all’interno del golfo di Palma con un bastone “fronte porto” per la partenza e un “trasferimento” a Punta Figuera, passaggio a Las Illestas e rientro per l’ultimo bastone. Roba da niente o quasi per i TP52, vento disteso con un’intensità che ha raggiunto i 18 nodi, condizioni ideali per una bella regata. La cronaca dice poco per le prime due posizioni: la barca “Reale” prende la testa e mantiene il controllo su Platoon. Desafio per metà manche mantiene il terzo posto, cedendo poi alla potenza – di poppa – di Mutua Madrilena. Il controllo dello scafo capitanato da Vasco Vascotto sul rivale Hutchinson, apre però una porta a Matador e Sinergy nell’ultimo atterraggio di bolina. Nulla è perso. “Bella giornata per regatare, bel vento che si è spinto fino a 18 nodi d’intensità – sono le parole di Flavio Favini, timoniere di Mutua Madrilena – siamo partiti bene e ci siamo mossi bene in mezzo al campo di regata. Qualche problema alla seconda issata di spi, ma abbiamo subito recuperato. All’ultima boa di bolina avevamo un buon vantaggio su Desafio, purtroppo abbiamo lasciato spazio per “l’atterraggio” ad altre barche e complice la rottura dello spi abbiamo perso tre posizioni, a quel punto non c’era più tempo per recuperare.” “Una regata dove abbiamo commesso un po’ di errori – ha commentato Antonio Orlandi, armatore Mutua Madrilena – siamo partiti bene e ci siamo meritati la terza posizione fino all’ultimo lato. C’è stato un bel duello con Desafio, alla fine però non siamo riusciti a capitalizzare quanto di buon fatto sin a quel punto.” Classifica: 1° Platoon 1,3,1, 6,2,2, pt.i 15 2° Bribon 5,1,4,41,1, pt.i16 3° El Desafio ESP 4,7,3,1,3,4, pt.i 22 4° Mutua Madrilena 2,8,2,2,4,6, pt.i 24 5° Matador 3,4,7,8,5,3, pt.i 30 6° Cristabella GBR 7,9,5,3,6,7, pt.i 37 7° Caixa Galicia 6,2,8,7,8,8, pt.i 39 8° Sinergy 9,10,9,5,7,5, pt.i45 9° Tau Ceramica ESP 11,6,6,9,9,9,pt.i 50 10 Ono ESP 10,5,10,10,10,10 pt.i 55 La quarta giornata di regate della 27^ Copa del Rey prenderà il mare domani, Venerdì 01 agosto .

sull'autore

Nautica Editrice

Nautica Editrice

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Potrai essere aggiornato su tutte le novità sul modo della Nautica.

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine.